Ade + Blind Horizon + Profiles in Terorr @ Traffic - 30 01 2015Live Report Locali 

Ade: l’antica Roma on stage @ Traffic – 30 01 2015

Serata estrema al Traffic Live Club: sul palco tre gruppi death romani, tra cui gli Ade, uno dei più validi nella scena estrema insieme agli Hour of Penance. Ad accompagnarli Profiles in Terror e Blind Horizon.

Il primo ingresso sul palco spetta ai Profiles in Terror, caratterizzati da un sound thrash /death che ricorda gli At the Gates (di cui eseguono anche una cover), i Lamb of God e anche i Messugah.
Il cantante Emanuele Capelli urla come un dannato indemoniato, mentre i due chitarristi, Matteo Del Ferraro e Antonio De Simone, eseguono senza sosta riff pressanti.  Il tutto reso possibile dalla potenza della sezione ritmica che vede Federico Bardzki al basso e Emiliano Paola alle pelli.
La loro proposta risulta molto interessante, anche se alcuni pezzi andrebbero sviluppati in modo più approfondito, per evitare l’effetto ripetizione.
D’impatto anche la cover “Blinded by Fear” (At the Gates), eseguita come ultimo brano, quasi in improvvisazione.

Tocca poi ai Blind Horizon e al loro death che risulta molto più progressive rispetto ai Profiles, di ispirazione mista tra Opeth e Mastoodon, fosse altro per via della voce del cantante Lorenzo Di Mattia.
Buona la prestazione dal vivo, i musicisti mostrano una grande padronanza dello strumento, soprattutto se parliamo del bassista Federico Ferranti, da menzionare anche le chitarre di Luca Fois e Simone Celletti e la presenza di Dimitri Nicastri alla batteria. La band è piuttosto tecnica e, pur non rientrando perfettamente nelle mie preferenze, ci hanno saputo regalare un ottimo spettacolo con brani orecchiabili, ma allo stesso tempo cattivi.

Dopo le prime due band arrivano gli headliner della serata. Loro non hanno bisogno di presentazioni, come già detto, si tratta di uno dei gruppi più famosi nell’ambito death italiano, signori e signore: Ade on stage.
Stasera la scaletta è tutto un programma: si passa dal vecchio repertorio, fino all’utimo album “Spartacus”. Bisogna dire infatti che gli Ade hanno pubblicato solo due full lenght nella loro carriera, ma sono comunque riusciti ad entrare subito nella scena estrema facendo tour sia in Italia che all’estero.
Caratteristica principale della band sono le tematiche dei loro brani, interamente basate sulla storia dell’antica Roma. Tanto che sulla pagina facebook descrivono il loro genere musicale come  Ancient Roman music. Anche l’effetto scenico ne dà prova: quando salgono sul palco gli Ade si vestono da antichi romani, per omaggiare l’antica Roma e i gli Dei.
Si inizia con un intro dal sound romano /celtico, per poi esplodere in un death molto estremo. Il primo pezzo in scaletta è “Mars’s Unpredictable Favour”, stupenda, seguita da“Sanguine Pluit in Arena”.
Il set continua con i pezzi del primo EP “Prooemivm Sangvine Excidum”, tra cui “Excidium” e “Annibalem” per poi tornare a brani più recenti come “The Endless Runaway” e“Six Thousand Crosses”.
Il gruppo pompa che è un piacere, il cantante Flavio è un animale da palcoscenico, rozzo e ben piazzato; i due chitarristi Fabio e Daniele “Nero” Amador non si risparmiano, macinando riff pesanti e allo stesso tempo tecnici; il bassita Giovanni (Caligvla), mente del gruppo, fa il suo lavoro egregiamente, pesta il basso con precisione e pulizia, creando un suono grezzo e potente; il batterista Giulio Galati è una macchina da guerra, un vero panzer.
Il concerto volge piano piano al termine con “Versipellis” , “Betrayer from Thrace, “Duelling the Shadow of Spartacus”, grandi pezzi in puro stile death.

Un’altra ottima serata di musica con Profiles in Terror e Blind Horizon, ma soprattutto con gli headline Ade che si confermano essere una delle migliori band death italiane, capaci di distinguersi dagli altri gruppi appartenenti allo stesso genere proprio perché sono in grado di mescolare l’attitudine brutal al sound celtico tipico dell’epica. Bravi davvero.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.