Le ricorrenze, le notizie, il Rock suddiviso per anni: l'Almanacco di Rock by WildSuccedeva oggi 

L’almanacco di Rock by Wild – 10 febbraio

4 Ricorrenze per il 10 febbraio

Nasceva Clifford Lee Burton

(Castro Valley, 10 febbraio 1962 – Ljungby, 27 settembre 1986)

Nasceva oggi Clifford Lee Burton, noto per essere stato il bassista dei Metallica dal 1982 fino al 1986. All’età di sei anni si avvicinò, spinto dal padre, al mondo della musica classica e iniziò a prendere lezioni di pianoforte. Clifford affiancò lo studio della musica, in cui si applicò con abnegazione, allo sport, giocando nel campionato amatoriale di baseball. Nel 1976, all’età di 14 anni, Cliff abbandonò, grazie alla spinta di alcuni suoi amici, lo studio della musica classica per avvicinarsi al jazz e al primo heavy metal. Affascinato da queste sonorità, così diverse dalla musica a cui era abituato, decise di abbandonare definitivamente gli studi di pianoforte per iniziare a suonare il basso. Imparò a suonare lo strumento in breve tempo, grazie anche alle lezioni private tenute dal maestro Steve Hamady, e, migliorando di giorno in giorno, Cliff decise di unirsi ad alcuni gruppi locali (gli Agents of Misfortune, nati da una storpiatura del celebre album dei Blue Öyster Cult e gli EZ Street), venendo a contatto con nuove influenze e stili. Burton aveva intanto iniziato da alcuni anni a lavorare in un’azienda di noleggio di Castro Valley, chiamata Castro Valley Rentals, situata nel Maxwell Ranch, per mantenere le spese legate al suo strumento e nel frattempo si era diplomato alla Castro Valley High School. Nel 1980 abbandonò le lezioni private per iscriversi ai corsi di musica del Napa Valley Junior College della California del Nord. Nel 1980 inoltre, Burton si unì al gruppo blues rock Trauma, un giovane gruppo già affermato nella Bay Area sia per le qualità musicali che per le esibizioni dal vivo, capaci di intrattenere il pubblico attraverso movimenti sul palco e giochi pirotecnici all’insegna della massima spettacolarità. Il gruppo non pubblicò mai nessun album e gli unici prodotti giunti fino ai nostri giorni sono solo alcuni demo. I Trauma si sciolsero nel 1982 quando Cliff, divenuto ormai icona del gruppo, abbandonò il gruppo dopo aver accettato la proposta di diventare bassista dei Metallica. Cliff Burton scomparve in un incidente occorso al bus del gruppo durante un tour in Svezia per la promozione del terzo album in studio “Master of Puppets“. Egli fu in grado di caratterizzare il sound dei Metallica grazie al suo approccio da “basso solista”, nel quale il suo basso svolgeva un ruolo sia melodico che solista, oltre che mantenere la sezione armonico-ritmica dei componimenti. Inoltre fu indotto postumo alla Rock and Roll Hall of Fame con i Metallica il 4 aprile 2009.

Nasce Tony Reno

(Danderyd, 10 febbraio 1963)

Si festeggia oggi Tony Reno, il cui vero nome è Tony Niemistö. Noto per essere stato il primo batterista degli Europe, dal 1978 al 1984. Ha suonato sui primi 2 album e fu licenziato per lettera dal manager Thomas Erdtman, all’insaputa della band, durante il “Wings of Tomorrow” tour nel 1984, a causa dello scarso impegno nel seguire gli aumentati ritmi di lavoro della band. Fu sostituito da Ian Haugland, che la band aveva già avuto modo di apprezzare durante il Rock SM nel 1983, la competizione tra band rock emergenti che diede il via al successo degli Europe. Nel 1986 Reno si unì alla sleaze rock band Geisha, per registrare l’album “Phantasmorgia” l’anno successivo. Reno vive attualmente in Upplands Väsby, Svezia, dove lavora in una società di computer.

Esce “Van Halen

10 febbraio 1978: “Van Halen” è il primo album dei Van Halen pubblicato per l’etichetta discografica Warner Bros. Records. Con questo debutto il gruppo salì prepotentemente alla ribalta, soprattutto grazie alla tecnica di Eddie Van Halen, che divenne ben presto uno dei chitarristi più considerati della scena heavy metal.

Tracce

1 Runnin’ With the Devil – 3:32
2 Eruption – 1:42
3 You Really Got Me – 2:37 (The Kinks cover)
4 Ain’t Talkin’ ’bout Love – 3:47
5 I’m the One – 3:44
6 Jamie’s Cryin’ – 3:30
7 Atomic Punk – 3:00
8 Feel Your Love Tonight – 3:40
9 Little Dreamer – 3:22
10 Ice Cream Man – 3:18 (John Brim cover)
11 On Fire – 3:01

Formazione

David Lee Roth – voce
Edward Van Halen – chitarra
Michael Anthony – basso
Alex Van Halen – batteria

Esce “Stained Class

10 febbraio 1978: “Stained Class” è il quarto disco in studio del gruppo heavy metal inglese Judas Priest. Ritenuto come uno dei migliori della loro carriera, con questo album si inizia ad avvertire un irrobustimento nel loro sound (l’intro di batteria di “Exciter“, caratterizzato da un massiccio uso di doppia cassa ne è una dimostrazione), a differenza dei precedenti, che presentavano evidenti legami con il rock progressivo. Probabilmente, la traccia più nota di questo lavoro è “Beyond the Realms of Death“, suonata quasi sempre dal gruppo in sede live, ma anche tracce come la già menzionata “Exciter“, “Saints in Hell” e “Heroes End” hanno avuto un grande risvolto nel periodo di vita dei Judas Priest. Un’altra canzone conosciuta è “Better By You, Better Than Me“, ma la sua notorietà è dovuta, maggiormente, per un triste avvenimento, ovvero il suicidio di due loro giovani fans, che si privarono della loro vita dopo aver ascoltato il brano. Nel 1990, vennero convocati in tribunale per rispondere alle accuse di istigazione al suicidio, dato che alcuni detrattori sostennero di aver trovato un messaggio subliminale ascoltando il brano al contrario. Tuttavia, il gruppo venne assolto, in quanto queste critiche costituivano una violazione della libertà di espressione, oltre al fatto che questo non è un brano scritto da loro, ma una cover degli Spooky Tooth. Questo è l’unico album che vede coinvolti tutti i membri nella composizione e il batterista Les Binks compose le parti di chitarra di “Beyond the Realms of Death“.

Tracce

1 Exciter – 5:34
2 White Heat, Red Hot – 4:20
3 Better By You, Better Than Me – 3:24 (Spooky Tooth Cover)
4 Stained Class – 5:19
5 Invader – 4:12
6 Saints in Hell – 5:30
7 Savage – 3:27
8 Beyond the Realms of Death – 6:53
9 Heroes End – 5:01

Formazione

Rob Halford: voce
K.K. Downing: chitarra
Glenn Tipton: chitarra, tastiere
Ian Hill: basso
Les Binks: batteria

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment