Le ricorrenze, le notizie, il Rock suddiviso per anni: l'Almanacco di Rock by WildSuccedeva oggi 

L’ almanacco di Rock by Wild – 12 giugno

3 Ricorrenze per il 12 giugno

Nasceva John Wetton

(Derby, 12 giugno 1949 – Bournemouth, Regno Unito31 gennaio 2017)

Oggi si ricorda il compleanno di John Wetton, cantante e bassista britannico.
Nato nel Derbyshire, crebbe a Bournemouth nel Dorset, sin dalla fine degli anni sessanta si è messo in vista come cantante, autore, bassista e chitarrista in molte band di rock progressivo e Adult Oriented Rock. Iniziò con i Mogul Thrash, con i quali produsse un solo album omonimo nel 1971, prima dello scioglimento del gruppo.
Chiamato dai Family per sostituire John Weider, rimase nel gruppo sino al 1973, contribuendo ad album come “Fearless” e “Bandstand“, prima di entrare nel 1972 nella versione più hard rock dei King Crimson.
Chiamato dal suo amico di infanzia Robert Fripp a sostituire Boz Burrell, con questo gruppo realizzò tre album: “Larks’ Tongues in Aspic” (1973), “Starless and Bible Black” e “Red” (1974), oltre al “live USA“. L’apporto di Wetton fu consistente, sia in fase di composizione che in fase di esecuzione: il suono profondo e potente del suo basso, la mirabolante tecnica e la voce caldissima contribuirono a creare un suono unico nel suo genere. Wetton ebbe a dire che i King Crimson erano la band ideale per lui. Scioltasi quella versione dei King Crimson, alla fine del 1974, entrò (come membro stipendiato) negli Uriah Heep e come turnista nei Roxy Music di Brian Ferry.
Nel 1978 formò con Bill Bruford gli UK, gruppo che realizzerà due album in studio e un live.
Nel 1979 realizzò con vecchi amici del periodo musicale pre-professionistico, (tra i quali anche Richard Palmer-James, paroliere dei King Crimson e membro della prima formazione dei Supertramp), il disco “I Wish You Would” per la Polydor, con lo pseudonimo Jack-knife.
Nel 1980 pubblicò il suo primo album da solista per la E.G. Records, “Caught In The Crossfire“. Il lavoro era di buon livello, pur mancando di un brano trascinante che catturasse l’attenzione del grande pubblico.
Tra il 1980 e il 1981 collaborò anche con il gruppo francese Atoll, (più in là sarebbe uscito – con bozze di due brani che successivamente pubblicheranno gli Asia – il disco “Rock Puzzle“). Nel frattempo partecipò, in veste di bassista e compositore di un brano, all’album “Number the Brave” dei Wishbone Ash. Nel 1981 fondò gli Asia con altri mostri sacri del progressive: il chitarrista Steve Howe, il batterista Carl Palmer e il tastierista Geoff Downes.
Il successo degli Asia fu clamoroso: 9 milioni di copie vendute del debutto omonimo e 4 del seguente “Alpha“. Malgrado ciò, scoppiarono dei dissensi, in particolare con Steve Howe. Wetton lasciò quindi la band, sostituito per una tournée in oriente da Greg Lake. Richiamato, (dopo la dipartita di Howe), contribuì all’album “Astra“, il cui relativo insuccesso segnò l’immediato stop all’attività degli Asia.
Nel 1987 pubblicò un album con Phil Manzanera, ex chitarrista dei Roxy Music con la partecipazione del batterista degli Yes Alan White e nel 1990-91 riformò gli Asia realizzando una tournée nell’Europa dell’est e in Sud America con il chitarrista Pat Thrall al posto di Howe, un live a Mosca e un disco composto in parte di hit e in parte di nuove composizioni, “Then and Now“. Dopo il 2000 gli Asia si riformeranno in due formazioni: Original Asia con John Wetton e Asia featuring John Payne.
Nell’agosto del 2007, reduce dal fortunato tour europeo con gli Asia (che toccò anche l’Italia, in luglio) Wetton scoprì, in seguito a controlli medici di routine, una grave situazione cardiaca (disfunzioni coronariche). Il 10 agosto è stato sottoposto ad un intervento chirurgico e gli è stato impiantato un triplo bypass. Dopo un breve periodo di convalescenza ha ripreso l’attività registrando un nuovo album con gli Asia, “Phoenix“, pubblicato l’11 aprile 2008, che ha raggiunto la top 100 di Billboard negli USA, e prendendo parte ad un nuovo tour mondiale della band.
Nel 2014 dopo vari tour nella formazione classica Wetton-Downes-Howe-Palmer esce il nuovo disco intitolato “Gravitas” nel quale al posto di Steve Howe è presente il chitarrista Sam Coulson. Il 31 gennaio 2017 Wettonmuore all’età di 67 anni a causa delle complicazioni di un tumore al colon.

Nasceva Brad Delp

(Peabody, 12 giugno 1951 – Atkinson, 9 marzo 2007)

Si ricorda oggi il compleanno di Bradley E. (Brad) Delp, famoso per essere stato il cantante storico dei Boston. Registrò le parti vocali sul demo che fece ottenere alla band il contratto discografico con la Epic Records. Con la band registrò i primi due album, poi nel 1980 partecipa al progetto solista del chitarrista Barry Goudreau. Torna nei Boston per registrare “Third Stage” nel 1986, successivamente partecipa al progetto Return to Zero, poi nel 2002 di nuovo nei Boston a registrare “Corporate America“.
Il 9 marzo del 2007 Delp viene trovato morto nella sua abitazione. La causa della morte, secondo il rapporto della polizia, è intossicazione da monossido di carbonio. Successivamente si parlerà di suicidio.

Esce “Killing Is My Business… And Business Is Good!

12 giugno 1985: “Killing Is My Business… And Business Is Good!” è il primo album in studio del gruppo thrash metal statunitense Megadeth, pubblicato dalla Combat Records. Dopo essere stato cacciato dai Metallica, avendo litigato con i membri fondatori James Hetfield e Lars Ulrich, Dave Mustaine decise di fondare i Megadeth e, dopo aver trovato una formazione stabile, incise questo disco. Egli trova il bassista David Ellefson e due musicisti jazz di alto livello come il batterista Gar Samuelson e il chitarrista Chris Poland.
Nella biografia Mustaine, racconta di come la casa produttrice mise a disposizione 8.000 dollari, cifra ritenuta esageratamente bassa dal cantante/chitarrista. Appena ricevuti i soldi, il manager Jay Jones spese 4.000 dollari in eroina, riducendo al limite il budget. I Megadeth riuscirono ad ottenere altri 4.000 dollari per la produzione, cifra ritenuta comunque insoddisfacente da Jones e Mustaine. A causa della bassa disponibilità economica, la produzione del disco non fu quella sperata. Sempre nel suo libro, Dave Mustaine dichiara di avere disegnato lui stesso la copertina del disco, modificata tuttavia dalla casa discografica senza il suo permesso. La nuova copertina non piacque per niente a Mustaine, che dovette attendere il 2011 per rimasterizzare il disco ed inserire l’immagine originaria. Nonostante questi problemi, “Killing Is My Business… And Business Is Good!” vendette bene e fu ben accolto dalla critica, permettendo al gruppo di acquisire una sostanziosa schiera di fan.

Tracce

1 Last Rites/Loved to Death – 4:38
2 Killing Is My Business… And Business Is Good! – 3:02
3 The Skull Beneath the Skin – 3:42
4 These Boots – 3:39 (testo: Lee Hazlewood, Dave Mustaine)
5 Rattlehead – 3:39
6 Chosen Ones – 2:50
7 Looking Down the Cross – 4:58
8 Mechanix – 4:20

Formazione

Dave Mustaine – voce, chitarra, pianoforte
Chris Poland – chitarra
David Ellefson – basso, cori
Gar Samuelson – batteria; timpani in Rattlehead

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.