Le ricorrenze, le notizie, il Rock suddiviso per anni: l'Almanacco di Rock by WildSuccedeva oggi 

L’almanacco di Rock by Wild – 14 novembre

4 Ricorrenze per il 14 novembre

Nasce James Young

(14 Novembre 1949 Chicago, Illinois, Stati Uniti)

Oggi è il compleanno di James V. “JY” Young, ex cantante e chitarrista della band americana Styx.
All’età di cinque anni inizia a suonare tastiera e pianoforte, ha frequentato la Calumet Alta a Chicago e ha imparato a suonare il clarinetto e la chitarra in quegli anni. Nel 1970 si unì alla band TW4, quando era ancora uno studente all’Illinois Institute of Technology, in cui si è laureato con una laurea in ingegneria meccanica e aerospaziale. Quella band in seguito divenne la prima incarnazione degli Styx. Dopo la separazione iniziale nel 1983, ha pubblicato album solisti.
Ed è stato l’unico membro originale rimasto nella formazione degli Styx ad apparire su tutti gli album.

Nasce Frankie Banali

(14 novembre 1953 Queens, New York, Stato di New York, Stati Uniti)

Compie gli anni oggi il battersta americano Frankie Banali, famoso per essere stato membro delle heavy metal band Quiet Riot e W.A.S.P.. Ha anche suonato per Ozzy Osbourne e in alcuni album di Billy Idol. E’ anche stato batterista per alcuni tour dei Faster Pussycat e Dokken.
Si trasferisce a Los Angeles, dove trascorre quattro anni a suonare la batteria con vari gruppi, tra cui Steppenwolf con Nick St. Nicholas e Goldy McJohn. Nel 1980, ha unito le forze con Kevin DuBrow per formare i Dubrow con il chitarrista Carlos Cavazo e il bassista Chuck Wright. Dopo che Rudy Sarzo sostituì Wright, i Dubrow cambiano nome in Quiet Riot.
Dopo la morte di sua madre, nel novembre 1990, Banali formò una band chiamata Heavy Bones con il chitarrista Gary Hoey, che ha pubblicato un solo album nel 1992, prima di sciogliersi.
A metà del 2010, Banali apre una raccolta di fondi on-line tramite Kickstarter con la sua fidanzata Regina Russell per la produzione di un documentario sulla band, intitolato “Well Now You’re Here, There’s No Way Back“. L’importo finale raggiunto era di quasi 24.000 $, e tra coloro che hanno donato, c’è stata anche la madre del defunto cantante dei Quiet Riot, Kevin DuBrow. Il film è stato presentato al Newport Beach Film Festival il 29 aprile 2014.
Le influenze principali di Frankie Banali includono John Bonham, Buddy Rich, Simon Phillips, Dennis Chambers, e Vinnie Colaiuta.

Esce “Jazz

14 novembre 1978: “Jazz” è il settimo album in studio della rock-band britannica Queen, pubblicato dall’etichetta EMI Records in Europa e, prima, il 10 novembre dalla Elektra Records negli Stati Uniti. L’album alla sua uscita fu stroncato dal critico Dave Marsh su Rolling Stone; ciò nonostante, raggiunse il sesto posto nella classifica statunitense Billboard 200 e la seconda posizione nel Regno Unito.
Jazz” è l’ultimo album dei Queen dove una nota chiarisce che non è stato usato nessun tipo di sintetizzatore, e il primo dei loro LP a non essere registrato in Gran Bretagna per motivi fiscali. Con il vinile era accluso un poster che ritraeva le protagoniste del video della celebre canzone “Bicycle Race“, dove un gruppo di ragazze nude in sella ad una bici da corsa pedalavano nella pista dello stadio di Wimbledon. Il disegno della copertina frontale dell’album venne suggerito da Roger Taylor, che aveva visto in precedenza un disegno simile dipinto sul muro di Berlino.
Per promuovere l’album e il singolo “Bycicle Race/Fat Bottomed Girls” il 17 settembre 1978 allo stadio di Wimbledon a Londra venne organizzata una corsa ciclistica con 65 ragazze nude, tutte modelle appositamente scritturate da un’agenzia del settore. La foto del gruppo di donne venne inclusa come poster pieghevole all’interno delle prime copie dell’album. Negli Stati Uniti, causa censura, il poster venne sostituito da una cartolina con la quale chi fosse stato interessato avrebbe potuto richiederlo. Nelle successive ristampe del disco, e nelle riedizioni in CD, il poster, ritenuto troppo “scabroso”, non venne più incluso nella confezione. Una versione più piccola del poster venne successivamente inclusa nel box set “Crown Jewels“. A causa delle violente proteste da parte di svariate associazioni moraliste, negli Stati Uniti anche la copertina del singolo “Bycicle Race/Fat Bottomed Girls“, che mostrava in primo piano il fondoschiena di una delle ragazze in bici (la vincitrice della corsa), venne censurata con un paio di slip disegnati sulle terga della giovane. Il 31 ottobre 1978, giorno di Halloween, la band diede una grande festa per celebrare il completamento delle registrazioni dell’album. Il celebre e famigerato party, nel corso degli anni, è diventato uno dei punti più controversi nella storia della band. La festa si tenne al Fairmont Hotel di New Orleans, con circa quattrocento invitati (oltre a numerose prostitute e ballerine reclutate nei vari club del quartiere francese). Anche le dirigenze al completo della EMI e dell’Elektra furono invitate. Dopo anni non è del tutto chiaro cosa sia veramente accaduto durante lo sfrenato festeggiamento, in ogni caso, nel corso delle successive settimane, la stampa riportò che l’intrattenimento degli ospiti aveva compreso: ballerine di striptease, cameriere in topless, lavandini incendiati, incantatori di serpenti, travestiti, spogliarellisti, etc. etc. Secondo i resoconti, il divertimento costò un totale di duecentomila sterline. Nel corso degli anni, la leggenda crebbe a dismisura, e si moltiplicarono le voci che volevano la presenza anche di nani ermafroditi, ragazze in bikini che lottavano nel fango, vassoi d’argento pieni di cocaina, e che la festa si tramutò ben presto in un’orgia vera e propria. Bob Mercer della EMI negò la presenza di nani e cocaina e Roger Taylor affermò a posteriori che molte delle affermazioni erano esagerate e non veritiere, ma che molto di ciò che si racconta è realmente accaduto nel corso della festa.

Tracce

1 Mustapha – 3:01 (Freddie Mercury – Queen)
2 Fat Bottomed Girls – 4:17 (Brian May – Queen)
3 Jealousy – 3:13 (Freddie Mercury – Queen)
4 Bicycle Race – 3:03 (Freddie Mercury – Queen)
5 If You Can’t Beat Them – 4:15 (John Deacon – Queen)
6 Let Me Entertain You – 3:02 (Freddie Mercury – Queen)
7 Dead on Time – 3:23 (Brian May – Queen)
8 In Only Seven Days – 2:30 (John Deacon – Queen)
9 Dreamer’s Ball – 3:30 (Brian May – Queen)
10 Fun It – 3:29 (Roger Taylor – Queen)
11 Leaving Home Ain’t Easy – 3:15 (Brian May)
12 Don’t Stop Me Now – 3:29 (Freddie Mercury – Queen)
13 More of That Jazz – 4:16

Formazione

Freddie Mercury – voce, pianoforte
Brian May – chitarre elettriche ed acustiche, voce
John Deacon – basso, chitarra elettrica ed acustica
Roger Taylor – batteria, percussioni, chitarra elettrica, voce

Esce “Transcendence

14 novembre 1988: “Transcendence” è il secondo album in studio della band heavy metal Crimson Glory, pubblicato per la Roadrunner Records. E’ il loro capolavoro e marchio di fabbrica, definito come una delle migliori uscite heavy metal dell’epoca, caratterizzato da evidenti influenze progressive. Contiene la grande “Hit Lonely“, che fu in testa alle classifiche delle radio americane per oltre 24 settimane.
Transcendence” permise alla band di ottenere l’attenzione e il successo meritati sia negli Stati Uniti che in Europa. L’artwork è stato creato dall’artista giapponese Takashi Terada per il manifesto del film di fantascienza del 1985 Lifeforce.

Tracce

1 Lady of Winter – 3:59
2 Red Sharks – 4:48
3 Painted Skies – 5:14
4 Masque of the Red Death – 4:12
5 In Dark Places – 6:59
6 Where Dragons Rule – 5:04
7 Lonely – 5:17
8 Burning Bridges – 6:30
9 Eternal World – 3:51
10 Transcendence – 4:30

Formazione

Midnight – Voce
Jon Drenning – Chitarra solista
Ben Jackson – Chitarra ritmica
Jeff Lords – Basso
Dana Burnell – Batteria

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.