Le ricorrenze, le notizie, il Rock suddiviso per anni: l'Almanacco di Rock by WildSuccedeva oggi 

L’almanacco di Rock by Wild – 15 aprile

3 Ricorrenze per il 15 aprile

Nasce Phil Mogg

(Wood Green, Nord di Londra, 15 aprile 1948)

Oggi festeggia il compleanno Phillip John Mogg, cantante britannico degli UFO. E’ stato un campione di boxe juniores nella zona nord di Londra prima di diventare professionista nella musica. Mogg è tuttora l’unico membro ad essere presente in tutti gli album della band. Fu fondatore nel 1969 insieme al bassista Pete Way e al batterista Andy Parker degli Hocus Pocus, nome cambiato quasi immediatamente in UFO, in onore del locale londinese in cui vennero notati per la prima volta, grazie alla quale ottennero il loro primo contratto. Mogg ha scritto la maggior parte dei testi della band. Mogg e Way ebbero anche un progetto sotto il moniker Mogg / Way e, mentre gli UFO erano in un periodo di pausa, Phil formò anche un altro progetto chiamato $ign of 4. Egli è lo zio di Nigel Mogg, ex bassista dei Quireboys.

Joey Ramone ci lasciava

(New York, 19 maggio 1951 – New York, 15 aprile 2001)

Oggi si ricorda la morte di Joey Ramone, pseudonimo di Jeffrey Ross Hyman, ricordato per essere stato il cantante della storica punk rock band americana dei Ramones. Joey ha sofferto fin da piccolo di un disturbo ossessivo-compulsivo che lo portava a dover compiere ripetutamente determinate azioni per neutralizzare l’ossessione. Prima dell’esperienza nei Ramones, suonò negli Snipers. Portava stivali rosa, maglia nera, guanti fino al gomito, capelli lunghi e occhiali rotondi. Ammirava gli Who, i Beatles, ma in particolare gli Stooges e Iggy Pop, suo artista preferito. Nel Queens, a Forest Hills conobbe altri due ragazzi, Douglas Glenn Colvin e John Cummings, rispettivamente i futuri Dee Dee Ramone e Johnny Ramone, il nucleo storico dei Ramones. Joey cominciò come batterista, diventò cantante in seguito per sopperire alla mancanza di voce di Dee Dee, il quale faceva fatica a suonare il basso e a cantare contemporaneamente. Gli anni nella band furono costellati di successi ed eccessi, ma anche di problemi e cambi di formazione. L’ultimo concerto dei Ramones, e di Joey con questa band, fu quello del 6 agosto 1996 a Los Angeles, immortalato nell’album “We’re Outta Here!“, registrato dal vivo. Dopo lo scioglimento dei Ramones, Joey intraprese la carriera solista, registrando sia l’album “Don’t Worry About Me“, sia l’EP “Christmas Spirit…In My House“. Ma non vide mai l’uscita del suo album studio: morì il 15 aprile 2001 in un ospedale di New York a causa di un tumore al sistema linfatico, poco prima di compiere cinquant’anni, mentre stava ascoltando il brano “In a Little While” degli U2. Il 19 maggio, il giorno che avrebbe dovuto essere il suo 50esimo compleanno, viene proclamato “Joey Ramone Day”, in suo onore. Dal 2001 si tiene annualmente il Joey Ramone Birthday Bash dove, per l’occasione, vengono suonati dei classici dei Ramones. Il 30 novembre 2003 a New York gli fu dedicato il Joey Ramone Place, dove fu scattata la copertina del primo album dei Ramones e dove Joey e Dee Dee condivisero un appartamento. Nel settembre 2010 l’Associated Press riportò una notizia secondo cui la targa indicante il Joey Ramone Place era la targa più rubata nell’intera città di New York. Il 27 settembre, appena qualche giorno dopo, la targa fu spostata ad un’altezza di 6 metri.

MTV a proposito di Joey affermò:

[blockquote]I suoi marchi di fabbrica come la giacca di pelle nera, i capelli lunghi fino alle spalle, i jeans strappati e la sua voce semplicemente stupenda fanno di Joey Ramone il padrino del punk.[/blockquote]
(MTV)

Il 10 settembre 2014 gli U2 dedicano un brano a lui, chiamato “The miracle (of Joey Ramone)”, dove non viene mai menzionato esplicitamente Ramone, ma gli U2 raccontano della prima volta che hanno visto i Ramones a Dublino, e di quanto quel concerto abbia influenzato la loro carriera musicale in positivo.

Matt Holt ci lasciava

(28 maggio 1977 – Frederick, Maryland, 15 aprile 2017)

Si ricorda la morte di Matthew Francis Holt, cantante americano dell’alternative metal band Nothingface e Kingdom of Snakes.
Matt Holt è cresciuto nei sobborghi di Gaithersburg, nel Maryland, e Germantown, nel Maryland, a nord di Washington, DC. Durante le scuole superiori ha incontrato Tommy Sickles attraverso amici comuni. Holt, Sickles e altri due amici formarono la band Ingredient 17, in cui suonava la chitarra e cantava. Dopo aver suonato uno spettacolo con una band conosciuta come Nothingface, le due band si sono familiarizzate l’una con l’altra. Gli Ingredient 17 in seguito registrarono nello studio del bassista dei Nothingface, Bill Gaal, quando il vocalist dei Nothingface, David Gabbard, lasciò la band. Un giorno Holt registra una canzone per gli “Ingredient 17“, e ai membri del gruppo dei Nothingface piacque la sua voce, così lo presero dalla sua band e ottennero il loro nuovo cantante, Holt. Poco dopo, Holt si unì a un gruppo chiamato Kingdom of Snakes, formato da Bill Gaal, ex bassista dei Nothingface. In seguito Holt lasciò la band per seguire altri percorsi musicali. Holt è morto a Frederick, nel Maryland, a casa il 15 aprile 2017, all’età di 39 anni, dopo anni di lotta contro una malattia degenerativa non rivelata.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment