Le ricorrenze, le notizie, il Rock suddiviso per anni: l'Almanacco di Rock by WildSuccedeva oggi 

L’almanacco di Rock by Wild – 18 dicembre

6 Ricorrenze per il 18 dicembre

Nasce Keith Richards

(Dartford, 18 dicembre 1943)

Compie oggi gli anni Keith Richards, chitarrista dei Rolling Stones, gruppo da lui fondato assieme al cantante Mick Jagger e Brian Jones nel 1962. Prima ancora i tre fondarono i Little Blue Boy And The Blue Boys, primo abbozzo della futura matrice rhythm ‘n’ blues che prenderà vita negli Stones.
Nel 2003, la rivista musicale Rolling Stone lo ha classificato al quarto posto nella “lista dei 100 migliori chitarristi secondo Rolling Stone”.
Il 27 aprile 2006 venne ricoverato nell’ospedale di Auckland, Nuova Zelanda, dove il chitarrista si trovava per una vacanza, a causa di una commozione cerebrale (procuratasi cercando di arrampicarsi su una palma da cocco). È stato dimesso l’11 maggio, dopo un intervento chirurgico al cervello. Il 26 ottobre del 2010 è uscita la sua autobiografia, Life.
Dotato di una personalità forte e trascinante, ha condotto una vita frenetica, caratterizzata da eccessi con droghe, alcol, donne, sigarette e da tour continui. Per il suo stile di vita sregolato e per il suo talento come chitarrista Keith Richards è la perfetta personificazione del rock ‘n’ roll. Non ha mai fatto mistero di essere stato un assiduo consumatore di droghe di ogni tipo almeno fino al 2006, quando ha dichiarato di aver smesso di farne uso, per l’ormai bassa qualità delle sostanze.
Keith Richards è sempre stato il perno attorno al quale hanno ruotato i Rolling Stones; lui dà il ritmo, improvvisa e tipicizza il suono “ruvido e sporco” degli Stones. Inoltre è lui che, insieme a Mick Jagger, dal 1964 scrive le canzoni del gruppo. Famosa è la sua frase in cui dice:

Io non ho mai avuto problemi con la droga. Ho avuto problemi con la polizia

.
Nel 2007 Keith Richards ha interpretato il ruolo del capitano Teague Sparrow, padre di Jack Sparrow (quest’ultimo interpretato dall’attore statunitense Johnny Depp) nel film Pirati dei Caraibi – Ai confini del mondo, ruolo che ha poi ripreso anche nel quarto capitolo, Pirati dei Caraibi – Oltre i confini del mare (2011): lo stesso Depp ha affermato di essersi ispirato al chitarrista per interpretare il ruolo del capitano Sparrow, oltre a non avere mai nascosto la sua passione primigenia per la musica e la sua amicizia proprio con Richards. Richards si è reso famoso, in ambito musicale, per l’utilizzo, in fase di accompagnamento, al fine di creare un suono più fluido, della cosiddetta accordatura in SOL aperto (o G TUNE), una particolare accordatura aperta, a cinque corde, ottenuta rimuovendo la sesta corda (MI basso), e abbassando di un tono la quinta (da LA a SOL) e la prima (da MI a RE). Il suo stile chitarristico è di marca blues, genere di cui è stato sempre appassionato.

Nasceva Randy Castillo

(Albuquerque, 18 dicembre 1950 – Los Angeles, 26 marzo 2002)

Oggi ricordiamo il compleanno dello scomparso batterista Randy Castillo. Randy iniziò a suonare la tromba, che lasciò a 14 anni per passare alla batteria, dopo aver ascoltato Charlie Watts dei Rolling Stones (la sua maggiore influenza musicale) e Keith Moon degli Who. Ebbe anche una grande passione per il jazz e ammirava Buddy Rich e Art Blakey. Nel 1978, per poter entrare nel grande giro della musica, Randy si trasferì a Los Angeles, dove condusse una vita difficile, dato che non aveva denaro ed era costretto a vivere in una zona malfamata e criminosa della periferia. Fortunatamente, conobbe Glenn Sherba, con il quale fondò il gruppo degli Offenders, la prima vera e propria band di Castillo: nel 1980 venne inciso il primo disco, con lo stesso nome del gruppo, grazie al quale Randy iniziò a farsi notare e, quindi, a farsi una vita migliore. Ha poi collaborato con tantissimi artisti tra cui i più famosi sono Ozzy Osbourne, Motley Crue e Lita Ford.
Gli venne diagnosticato un melanoma (più precisamente un carcinoma a cellule squamose) e, dopo un anno di battaglia contro la malattia, morì il 26 marzo 2002. Tanti resero omaggio alla sua memoria, tra cui, Ozzy Osbourne, Motley Crue, Bret Michaels, Carmine Appice, Billy Sheehan, Lita Ford, Slash, Skid Row, Ratt, Velvet Revolver e Chuck Billy, il cantante dei Testament, anche lui di origini indiane e amico fraterno di Castillo. Slash racconta nella sua autobiografia che al concerto in memoria di Castillo abbia rincontrato Duff McKagan e Matt Sorum, suoi vecchi compagni nei Guns N’ Roses, e che insieme abbiano deciso di riformare un gruppo. Da quell’idea sono poi nati i Velvet Revolver.

Nasce Ulrich Roth

(Düsseldorf, 18 dicembre 1954)

Oggi è il compleanno di Ulrich Roth, conosciuto anche come Uli Jon Roth, chitarrista tedesco noto in particolare per la sua militanza negli Scorpions nei primi anni ’70. È uno dei primi e principali contributori del metal neoclassico e può senza dubbio essere ritenuto uno dei primi shredder, cioè chitarristi dotati di notevole tecnica e velocità. Con il suo stile ha influenzato largamente diversi chitarristi moderni, tra i quali vanno ricordati Steve Vai, Eddie Van Halen, Axel Rudi Pell, Kirk Hammett, Dave Mustaine, Marty Friedman, Chris Impellitteri, Randy Rhoads, Michael Romeo e Yngwie Malmsteen.
Con gli Scorpions incise 5 album: “Fly to the Rainbow” (1974), “In Trance” (1975), “Virgin Killer” (1976), “Taken by Force” (1977) e “Tokyo Tapes” (1978 dal vivo). Con gli Electric Sun invece 3 album tra il 1979 e il 1985. Dagli anni ’80, Roth ha scritto quattro sinfonie, due concerti e numerose canzoni. Nei primi anni ’80, Roth commissionò la costruzione di alcune chitarre personalizzate con tasti aggiuntivi ad un mastro liutaio, Andreas Demetriou.
Egli aggiunse diverse specifiche alla chitarra, creando più modelli della stessa. Uli ha (o ha avuto) dunque più modelli con varie differenze tra loro. Le prime tre Sky Guitar erano così configurate: la prima aveva 36 tasti, la seconda 42 e la terza era senza tasti (quest’ultima venne utilizzata nel suo album “Beyond the Astral Skies“). In un’intervista a Guitar Player Magazine, Roth spiega come i modelli con i tasti hanno i tasti stessi scavati, la cosiddetta scalloped fingerboard introdotta nel rock da Ritchie Blackmore ed utilizzata anche da Malmsteen (che è stato influenzato in modo importante tanto da Blackmore quanto dallo stesso Roth) e di altri chitarristi di metal neoclassico. Nel 2009 la Dean ottiene i diritti per la realizzazione in numero limitato della Sky Guitar, che così vede per la prima volta una commercializzazione al pubblico.
Nel 2012 ha partecipato al prestigioso Sunflower Jam, a fianco di artisti quali Brian May, John Paul Jones, Alice Cooper e Bruce Dickinson.

Nasce Greg D’Angelo

(New York, 18 dicembre 1963)

Oggi è il compleanno di Greg D’Angelo, batterista americano di origine italiana, principalmente noto per essere stato membro dei White Lion. Egli ha anche militato negli Anthrax, tra il 1981 e il 1983; nella band di Ace Frehley dei KISS; nel gruppo di Zakk Wylde Pride & Glory ed in altri progetti.
Dopo aver lasciato gli Anthrax, si unì ai Jack Starr’s Burning Starr nel 1985, suonando nel loro album di debutto “Rock the American Way“.
La sua collaborazione più famosa rimane quella con i White Lion, ai quali si aggiunse nel periodo in cui venne pubblicato in Giappone l’album “Fight to Survive“, (nel disco verrà accreditato D’Angelo, nonostante le parti di batteria siano state registrate da Nicky Capozzi). La band ottiene grosso successo con l’album “Pride” e i singoli “Wait” e “When The Children Cry” nella seconda metà degli anni ’80. Poi, dopo un lavoro di scarso successo commerciale nel 1991, “Mane Attraction“, D’Angelo e il bassista James Lomenzo lasciando la band al termine di un breve tour britannico.
D’Angelo successivamente si unì, per pochi mesi, alla band dal vivo di Ace Frehley. Nel 1993, sia lui che Lomenzo formeranno con Zakk Wylde il breve progetto dei Pride & Glory. Terminata questa nuova avventura, verrà coinvolto nel mondo cinematografico, lavorando come produttore al film per bambini Pumpkin Hill nel 1997.
D’Angelo avrebbe dovuto sostituire Johnny Dee dei Britny Fox durante il loro tour estivo del 2007, ma si ruppe accidentalmente un piede durante le prove, quando gli cade addosso un piatto della batteria.
D’Angelo si è unito anche al progetto Greg Leon Invasion fronteggiato da Greg Leon (ex Dokken e Quiet Riot) e al progetto solista dell’ex cantante dei Ratt , Stephen Pearcy.

Nasce Mille Petrozza

(Essen, 18 dicembre 1967)

E’ il compleanno di Miland “Mille” Petrozza, chitarrista e cantante tedesco dei Kreator. Di origini italiane, e precisamente di Cutro, ha fondato nel 1982 una band chiamata Tormentor che in seguito ha rinominato Kreator. Petrozza e Jürgen Reil sono i due soli membri originali che ancora oggi fanno parte del gruppo. Nel 1994 ha suonato la chitarra nella metal band Voodoocult, con altre personalità di rilievo nel mondo dell’heavy metal quali Dave Lombardo e Chuck Schuldiner.

Esce “A Day at the Races

18 dicembre 1976: “A Day At The Races” è il quinto album della rock-band britannica Queen e venne registrato allo studio Sarm West and Wessex, Regno Unito.
Il titolo si rifà a quello dell’album immediatamente precedente, “A Night at the Opera“. Entrambi i titoli sono ispirati ai due omonimi celebri film dei fratelli Marx, noti in Italia con i titoli tradotti di Una notte all’opera (1935) e Un giorno alle corse (1937). Infatti nelle intenzioni della band, i due album dovevano inizialmente essere pubblicati insieme come album doppio (progetto a cui teneva tantissimo soprattutto il chitarrista Brian May); la casa discografica, tuttavia, ritenne più prudente pubblicare i due lavori indipendentemente per contenere i costi e ridurre il rischio economico, vista anche l’atipicità dei contenuti musicali, che non davano certezze sul successo di vendite.
L’album è stato ripubblicato prima nel 1991 negli USA dall’Hollywood Records con l’aggiunta di due bonus track, in seguito, nel 1994, dalla Parlophone Records (senza alcuna traccia bonus) ed infine nel 2011 rimasterizzato in formato digitale dalla Island/Universal e distribuito in due edizioni:
standard edition, contenente l’album originale
deluxe edition 2 CD, contenente l’album originale ed un EP bonus

Tracce

1 Tie Your Mother Down – 4:48
2 You Take My Breath Away – 5:09
3 Long Away – 3:34
4 The Millionaire Waltz – 4:54
5 You And I – 3:25
6 Somebody to Love – 4:56
7 White Man – 4:59
8 Good Old-Fashioned Lover Boy – 2:54
9 Drowse – 3:45
10 Teo Torriatte (Let Us Cling Together) – 5:50

Formazione

Freddie Mercury – voce, pianoforte
Brian May – chitarra elettrica ed acustica, cori; voce in Long Away; armonium e pianoforte in Teo Torriatte (Let Us Cling Together)
John Deacon – basso; chitarra acustica in You & I
Roger Taylor – batteria, percussioni; voce, chitarra elettrica e timpani in Drowse

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.