Le ricorrenze, le notizie, il Rock suddiviso per anni: l'Almanacco di Rock by WildSuccedeva oggi 

L’almanacco di Rock by Wild – 18 febbraio

4 Ricorrenze per il 18 febbraio

Nasceva Fabrizio De Andrè

(Genova, 18 febbraio 1940 – Milano, 11 gennaio 1999)

Oggi è il compleanno di Fabrizio Cristiano De André, cantautore, compositore, poeta e scrittore italiano. Considerato da parte della critica uno dei più grandi cantautori italiani di tutti i tempi, viene spesso soprannominato anche con l’appellativo “Faber”, datogli dall’amico d’infanzia Paolo Villaggio in riferimento alla sua predilezione per i pastelli e le matite della Faber-Castell (oltre che per consonanza con il suo nome). In quasi 40 anni di attività artistica, De André ha inciso tredici album in studio, più alcune canzoni pubblicate solo come singoli e poi riedite in antologie. Molti testi delle sue canzoni raccontano storie di emarginati, ribelli, prostitute e sono considerate da alcuni critici come vere e proprie poesie, tanto da essere inserite in varie antologie scolastiche di letteratura. Di simpatie anarchiche, libertarie e pacifiste, è stato anche uno degli artisti che maggiormente hanno valorizzato la lingua ligure. Ha affrontato, inoltre, in misura minore e differente, altri idiomi come il gallurese e il napoletano. Durante la sua carriera ha collaborato con personalità della cultura e importanti artisti della scena musicale, tra cui Nicola Piovani, Ivano Fossati, Mauro Pagani, Massimo Bubola, Álvaro Mutis, Fernanda Pivano e Francesco De Gregori. Insieme a Bruno Lauzi, Gino Paoli, Umberto Bindi e Luigi Tenco è uno degli esponenti della cosiddetta Scuola Genovese, un nucleo di artisti che rinnovò profondamente la musica leggera italiana. E’ l’artista con il maggior numero di riconoscimenti da parte del Club Tenco, con sei Targhe ed un Premio Tenco, a parimerito con Paolo Conte. La popolarità e l’alto livello artistico del suo canzoniere hanno spinto alcune istituzioni a dedicargli vie, piazze, parchi, biblioteche e scuole. Morì improvvisamente, all’Istituto dei tumori di Milano, dove era stato ricoverato con l’aggravarsi della malattia, (un carcinoma polmonare che lo aveva colpito nell’agosto del 1988), all’età di 58 anni.

Nasce Dennis DeYoung

(Chicago, Illinois, U.S. 18 febbraio 1947)

Compie gli anni oggi Dennis DeYoung, cantante, tastierista e uno dei membri fondatori degli Styx, con cui è stato dal 1961 fino al giugno 1999. DeYoung è stato accreditato come lo scrittore di più canzoni della band rispetto a qualsiasi altro membro. Cresciuto nella zona Roseland di Chicago, DeYoung inizia la sua carriera come cantante nel 1961, all’età di 14 anni quando collabora con Chuck e John Panozzo. Il trio aggiunse poi il chitarrista James Young e John Curulewski per formare la band Tradewinds alla fine del 1960. Il gruppo si è ribattezzato TW4 nel 1968, prima di diventare definitivamente STYX nel 1970.

Nasceva Gar Samuelson

(Dunkirk, 18 febbraio 1958 – Orange City, 22 luglio 1999)

Oggi si ricorda la nascita di Gar Samuelson, il primo batterista ufficiale del gruppo thrash metal Megadeth. Negli anni settanta suonò prevalentemente jazz in varie band di New York. Sul finire del decennio, conobbe il chitarrista Chris Poland, con cui fondò il gruppo jazz The New Yorkers. Nel 1984, sia Samuelson che Poland vennero contattati da Dave Mustaine, chitarrista cacciato dai Metallica, che formò i Megadeth. Entrambi accettarono e presero il posto del batterista Lee Rausch e del chitarrista Kerry King, dando così inizio alla carriera della band. Samuelson incise soltanto i primi due dischi dei Megadeth, “Killing Is My Business… And Business Is Good!” e “Peace Sells… But Who’s Buying?“, a causa del suo abuso di eroina che indusse Mustaine a cacciare sia lui che Poland per lo stesso motivo. Dopo il licenziamento, si ritirò a Orange City, in California, dove aprì uno studio di registrazione. Nella metà degli anni ’90, fondò un gruppo fusion/metal chiamato Fatal Opera, dove militò anche il fratello Stew alla chitarra, pubblicando l’album omonimo nel 1995 e “Eleventh Hour” nel 1997. La carriera musicale di Samuelson si interruppe inevitabilmente, a causa di una insufficienza epatica che lo uccise il 14 luglio del 1999, a 41 anni. Viene ricordato da molti come un bravo e versatile batterista in grado di passare, con facilità, da un genere all’altro.

Esce “Kiss

18 febbraio 1974: “Kiss” è il titolo del primo album dell’omonima band americana. Quasi tutte le tracce dell’album (eccetto “Cold Gin” e “Kissin Time“) sono state composte da Gene Simmons e\o Paul Stanley. L’album è stato registrato verso la fine del 1973 nei Bell Sound Studios di New York. Secondo le stime di Gene Simmons l’album è stato registrato nell’arco di tre settimane, mentre secondo il co-produttore Richie Wise, l’album è stato registrato in 13 giorni. L’album, da cui sono stati estratti i singoli “Nothin’ to Lose“, “Kissin’ Time” e “Strutter“, ha venduto circa 75,000 copie a partire dall’anno di pubblicazione, e ha vinto nel 1977 il disco d’oro. La copertina dell’album (realizzata dal fotografo Joel Brodsky) mostra un’immagine delle facce dei componenti del gruppo dietro ad uno sfondo nero. Tutti i membri del gruppo hanno utilizzato il loro trucco originale per l’album, eccezion fatta per Peter Criss, che sfoggiava un trucco lievemente diverso da quello usuale perché realizzato da un professionista. Secondo le dichiarazioni di Peter Criss, la posizione dei membri dell’album è ispirata alla copertina dell’album dei Beatles “With the Beatles“, mentre Joel Brodsky voleva originalmente fotografare il gruppo su di uno sfondo di palloncini perché pensava che fossero pagliacci.

Tracce

1 Strutter – 3:12
2 Nothin’ to Lose – 3:26
3 Firehouse – 3:18
4 Cold Gin – 4:22
5 Let Me Know – 2:59
6 Kissin’ Time – 3:53
7 Deuce – 3:05
8 Love Theme from Kiss – 2:24
9 100,000 Years – 3:23
10 Black Diamond – 5:13

Formazione

Paul Stanley: voce e chitarra ritmica
Gene Simmons: voce e basso
Ace Frehley: chitarra ritmica e solista
Peter Criss: batteria e voce

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.