Le ricorrenze, le notizie, il Rock suddiviso per anni: l'Almanacco di Rock by WildSuccedeva oggi 

L’ almanacco di Rock by Wild – 19 giugno

3 Ricorrenze per il 19 giugno

Nasce Ann Wilson

(San Diego, 19 giugno 1950)

Compie gli anni la statunitense Ann Wilson, nota soprattutto per la sua attività come cantante del gruppo rock The Heart. Insieme alla sorella Nancy, Ann è l’unico membro degli Heart a essere stato presente in tutte le formazioni del gruppo. Amante dei Beatles e dei Led Zeppelin, nei primi anni settanta si unì a un gruppo locale, i White Heart, che divennero poi Hocus Pocus e infine The Heart. Nello stesso anno il gruppo si trasferì a Vancouver, in Canada, e nel 1975 incise l’album di debutto “Dreamboat Annie” per l’etichetta canadese Mushroom Records. L’album ottenne la certificazione di disco di platino negli Stati Uniti; seguirono negli anni successivi altri album di grande successo. Wilson partecipò in quegli anni anche a numerosi altri progetti, tra cui la colonna sonora del film Footloose (col brano “Almost Paradise” in duo con Mike Reno). brano Almost Paradise in duo con Mike Reno).
Negli anni settanta, Ann Wilson fu per lungo tempo compagna di Michael Fisher, il manager della band, mentre sua sorella Nancy faceva coppia col chitarrista Roger Fisher, fratello di Michael. In pratica, queste due coppie costituivano la leadership del gruppo. Entrambe le relazioni terminarono alla fine degli anni settanta. Pur senza essersi mai sposata, la Wilson adottò una bambina, Marie, nel 1991, e un bambino, Dustin, nel 1998. La vita privata della Wilson fu in parte influenzata dal problema dell’obesità. Da piccola era sempre stata sovrappeso e ne aveva sofferto nei rapporti sociali; quando gli Heart iniziarono la loro corsa al successo, di conseguenza, la Wilson volle essere magra, e per ottenere questo scopo, come lei stessa in seguito ebbe a dichiarare, “fece la fame”. Quando il gruppo riapparve sulle scene dopo qualche anno alla metà degli anni ottanta, la Wilson era notevolmente ingrassata, e il timore che questo potesse influire sull’immagine del gruppo fece sì che l’etichetta discografica e persino gli altri membri del gruppo facessero pressione su di lei perché tornasse a dimagrire. Questo causò alla Wilson attacchi di panico e la indusse alla fine a rivolgersi a un intervento chirurgico. Oltre al problema dell’obesità, la Wilson ha dichiarato di aver avuto nella sua vita altri due grandi problemi, l’alcolismo e la dipendenza da cocaina.

Nasce Simon Wright

(Manchester, 19 giugno 1963)

Oggi è il compleanno di Simon Wright, batterista inglese che ha militato in diverse band heavy metal e hard rock di successo come AC/DC, Dio e Rhino Bucket. Inizia giovanissimo (a circa 13 anni) a suonare le percussioni da autodidatta, ascoltando maestri del genere rock, metal, jazz e blues come Buddy Rich, Cozy Powell, John Bonham, Tommy Aldridge, Carl Palmer e Keith Moon.
Alcuni anni più tardi, potenziate le sue capacità alla batteria, partecipa ad alcuni progetti musicali con il gruppo Girlschool (all’età di 16 anni), poi con gli A II Z ed i Tora Tora, (entrambi all’opera dalla seconda metà degli anni settanta), registrando anche alcuni singoli e diverso materiale audio.
Dopo la militanza in questi gruppi e con i Tytan nel 1981, nel 1983 diventa a sorpresa membro ufficiale di uno dei gruppi più famosi del mondo, gli AC/DC, dopo il ritiro dalle scene di Phil Rudd, precedente batterista del gruppo. Wright viene impiegato per il tour mondiale di “Flick of the Switch“, trovandosi fra le altre cose a suonare di fronte al grande pubblico del Monsters of Rock del 1984.
Nel 1985 finalmente Wright può partecipare alle incisioni del nuovo album “Fly on the Wall“, lavoro che però non convince appieno critici e fan. Insieme all’album esce l’omonima videocassetta VHS. Nonostante il disco contenga comunque alcune buone canzoni ed il lungo tour dal vivo si dimostri un buon successo, gli AC/DC sono, secondo molti, in un periodo di crisi creativa. Altro testimone del periodo poco produttivo è la raccolta “Who Made Who” (1986), colonna sonora del film di Stephen King, “Brivido” (Maximum Overdrive), la quale riporta meramente alcuni successi della band, il nuovo singolo “Who Made Who“, (di notevole successo), e due brani strumentali.
Ultimo album di Wright nella band è “Blow Up Your Video” (1988), lavoro anch’esso piuttosto criticato e di mediocre successo, che tuttavia introdurrà gli AC/DC negli anni novanta, periodo in cui la band tornerà alla ribalta con il nuovo batterista Chris Slade.
Nel 1989 infatti, lascia gli AC/DC e conosce l’ex cantante dei Rainbow, Ronnie James Dio, fondatore della band Dio, nella quale Wright viene innestato nel 1990. Con questo gruppo heavy metal registra subito “Lock Up The Wolves“, ma poco dopo lascia il progetto per partecipare ad altre esperienze e registrazioni con numerosi gruppi, (UFO, Mogg/Way e John Norum tra gli altri). Negli anni ’90 egli militerà anche nella band Rhino Bucket, fortemente ispirata alle tipiche sonorità degli AC/DC. Con loro pubblicherà tre album. Nel 1999 decide però di ritornare, (questa volta definitivamente), con i Dio, con i quali ha suonato fino al loro scioglimento nel 2010, a causa della morte di Ronnie James Dio.
Gli ultimi lavori in studio dei Dio sono “Killing the Dragon” (2001) e “Master of the Moon” (2004), più alcune raccolte e un album live. Nel 2006 torna nei Rhino Bucket con cui inciderà il nuovo album “The Hardest Town” nel 2008.

Duane Roland ci lasciava

(Jeffersonville, Indiana, Stati Uniti 3 dicembre 1953 – St. Augustine, Florida, Stati Uniti 19 giugno 2006)

Oggi si ricorda la morte di Duane Roland, chitarrista americano della band southern hard rock Molly Hatchet. E’stato membro della band dalla sua fondazione a metà degli anni 1970 fino alla sua partenza nel 1990. In quel periodo ha registrato sette album. Egli è accreditato con la co-scrittura di alcuni dei più grandi successi della band, tra cui “Bloody Reunion” e “Boogie No More“. Dopo aver lasciato la band ha suonato con i The Southern Rock Allstars e Gator Country, che comprendeva molti dei membri fondatori dei Molly Hatchet.
Roland è morto nella sua casa di St. Augustine, Florida di cause naturali all’età di 53 anni.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.