Le ricorrenze, le notizie, il Rock suddiviso per anni: l'Almanacco di Rock by WildSuccedeva oggi 

L’ almanacco di Rock by Wild – 2 agosto

4 Ricorrenze per il 2 agosto

Nasceva Jim Capaldi

(Evesham, 2 agosto 1944 – Londra, 28 gennaio 2005)

Si ricorda in questo giorno il compleanno di Nicola James “Jim” Capaldi, batterista e cantante britannico, membro dei Traffic. Ha composto alcuni pezzi musicali del gruppo fra cui “Paper Sun“, inoltre ha scritto la maggior parte dei testi delle canzoni della band. Ha costruito anche una solida carriera solista, arrivata all’apice con il disco del 1988, “Some Come Running“, che conteneva l’hit-single “Something So Strong“, famosa per essere inclusa nella colonna sonora del film “Best of the Best” del 1989 con Eric Roberts. Nel 1975 sposò la brasiliana Aninha (Anna) Campos, da cui ebbe due figlie, Tabitha e Tallulah. Un tumore allo stomaco stronca il batterista il 28 gennaio del 2005.

Nasce Joe Lynn Turner

(Hackensack, 2 agosto 1951)

Oggi è il compleanno del cantante americano Joe Lynn Turner. La sua lunga carriera vanta, tra le collaborazioni più importanti, Deep Purple, Rainbow, Yngwie Malmsteen, Glenn Hughes, Bonnie Tyler, Cher, Lee Aaron, Riot, TNT, Nikolo Kotzev, Brazen Abbot. Durante i suoi esordi con i Fandango viene notato da Ritchie Blackmore, il quale lo vuole come sostituto di Graham Bonnet nei Rainbow nel 1980. Con i Rainbow inciderà tre dischi di gran successo: “Difficult to Cure“, “Straight Between the Eyes” e “Bent Out of Shape“.
Con la reunion dei Deep Purple nel 1983, i Rainbow si sciolgono e Turner inizia la sua carriera solista circondato da session man importanti come Bobby Messano. Il primo disco solista si intitola “Rescue You” ed è un classico album di AOR classico e dalle ricche melodie.
Fra il 1984 e il 1988 si dedica al tour solista e alla stesura di nuovi pezzi che vedranno la luce solo nel disco “Sunstorm” del 2006.
Nel 1987 inizia il suo rapporto di lavoro con il virtuoso chitarrista svedese Yngwie J. Malmsteen con il quale canterà sul best-seller “Odyssey” e sul live “Trial by Fire – Live in Leningrad“.
Nel 1988, dopo l’ennesimo litigio con Blackmore, Ian Gillan lascia i Deep Purple e Turner viene invitato dal chitarrista ad unirsi al gruppo, il risultato è “Slaves & Masters“, un album dal suono ibrido, a metà tra i Deep Purple d’annata e i Rainbow più AOReggianti del periodo Turner, un lavoro di ottima fattura, che tuttavia raccolse molte critiche e pareri negativi, soprattutto da parte dei fan più oltranzisti della band, ancorati al sound di album come “Fireball” e “Machine Head” e piuttosto restii all’idea di trovare un’ugola diversa da quella di Gillan dietro il microfono.
Nel 1992 Turner venne dunque allontanato su pressione del resto del gruppo (e dei fan) che rivolevano Gillan; Turner diede dunque un seguito alle sue prime esperienze da solista e prese parte ad un gran numero di collaborazioni con musicisti e band del calibro di Glenn Hughes, (nello Hughes-Turner Project (HTP)), Nikolo Kotzev, (sia da solista che con i Brazen Abbot), Jim Peterik, (con i Sunstorm), e Akira Kajiyama.

Esce “Look What the Cat Dragged in

2 agosto 1986: “Look What the Cat Dragged in” è il primo album dei Poison, per l’etichetta discografica Capitol Records.
Includeva famose hits come “Talk Dirty to Me“, “I Want Action” e “I Won’t Forget You“.
Le vendite dell’album sfiorarono i 2.000.000 di copie.
La band svedese Easy Action, del chitarrista Kee Marcello, futuro Europe, fece causa ai Poison, accusandoli di aver copiato “I Want Action” dal loro brano “We Go Rockin’”. Infine gli Easy Action vinsero la causa venendo risarciti.
Nel 2006, in occasione del 20º anniversario, l’album è stato rimasterizzato dalla Capitol Records con l’aggiunta di due tracce in versione single e una cover di “You Don’t Mess Around with Jim” di Jim Croce.

Tracce

1 Cry Tough – 3:35
2 I Want Action – 3:04
3 I Won’t Forget You – 3:34
4 Play Dirty – 4:06
5 Look What the Cat Dragged In – 3:11
6 Talk Dirty to Me – 3:43
7 Want Some, Need Some – 3:38
8 Blame it on You – 2:31
9 No. 1 Bad Boy – 3:14
10 Let Me Go to the Show – 2:45

Bonus track 20º anniversario

11 I Want Action (single version)
12 I Won’t Forget You (single version)
13 You Don’t Mess Around With Jim (Jim Croce)

Formazione

Bret Michaels – voce
C.C. DeVille – chitarra
Bobby Dall – basso
Rikki Rockett – batteria

Esce “Night Songs

2 agosto 1986: “Night Songs” è il primo album in studio della band statunitense Cinderella, pubblicato dalla Mercury Records.
L’album è stato prodotto da Andy Johns, già collaboratore di Rolling Stones e Led Zeppelin. Tutte le parti della batteria sono state registrate da Jody Cortez, ex membro degli Stone Fury.
Hanno partecipato alle registrazioni anche altri musicisti tra cui Jon Bon Jovi, che ha eseguito i cori presenti in “Nothin’ for Nothin’” e “In From the Outside“, e Barry Benedetta, ex chitarrista dei Waysted.
Night Songs” ha venduto oltre 3 milioni di copie grazie principalmente al singolo di successo “Nobody’s Fool” e al forte airplay ricevuto su MTV. L’album raggiunse il terzo posto della Billboard 200 il 7 febbraio 1987 ed è stato certificato triplo disco di platino per le vendite negli Stati Uniti.
Il singolo di lancio “Shake Me” fallì il successo in classifica, ma “Nobody’s Fool” riuscì ad entrare nella top 20, raggiungendo il tredicesimo posto della Billboard Hot 100. Il terzo singolo “Somebody Save Me” arrivò alla posizione numero 66. Tutti e tre furono accompagnati da video musicali che ricevettero enorme successo, in cui era raccontata la storia di una moderna Cenerentola, perseguitata dalla sorelle cattive, che veniva magicamente trasportata al concerto della sua band preferita: i Cinderella.
L’album registrò vendite incredibili per tutto il 1987, risultando tra i dieci dischi più venduti in assoluto durante l’anno.
Secondo alcuni critici rock/metal, “Night Songs” è considerato un album heavy metal. Tuttavia, già dal loro lavoro successivo, “Long Cold Winter“, i Cinderella si sposteranno in direzioni musicali più vicine all’hard rock/blues, facendo emergere uno stile più personale.

Tracce

1 Night Songs – 4:03
2 Shake Me – 3:44
3 Nobody’s Fool – 4:48
4 Nothin’ for Nothin’ – 3:33
5 Once Around the Ride – 3:22
6 Hell on Wheels – 2:49
7 Somebody Save Me – 3:16
8 In from the Outside – 4:07
9 Push, Push – 2:52
10 Back Home Again – 3:30

Formazione Cinderella

Tom Keifer – voce, chitarra, pianoforte
Jeff LaBar – chitarra solista
Eric Brittingham – basso
Fred Coury – batteria, percussioni

Turnisti in studio

Jim Drnec – batteria (nelle prime sessioni di registrazione)[6]
Jody Cortez – batteria

Altri musicisti

Barry Bennedetta – chitarra in Nothing for Nothin, Push, Push e Back Home Again
Jeff Paris – tastiere
Tony Mills – cori
Jon Bon Jovi – cori in Nothing for Nothin’ e In From the Outside

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.