Le ricorrenze, le notizie, il Rock suddiviso per anni: l'Almanacco di Rock by WildSuccedeva oggi 

L’ almanacco di Rock by Wild – 21 giugno

4 Ricorrenze per il 21 giugno

Nasce Don Airey

(Sunderland, 21 giugno 1948)

Oggi è il compleanno di Don Airey, tastierista e compositore britannico, uno dei più dotati di sempre nell’hard & heavy e uno degli ispiratori di tutta la generazione di tastieristi heavy metal. Dal 2002 è il tastierista dei Deep Purple, da poco suona l’organo Hammond anche con loro.
Inizia a studiare musica da giovanissimo alla Royal Northern College of Music e si laurea in musica e pianoforte alla Nottingham University. Interessato a jazz e rock inizia a suonare l’organo Hammond nei cabaret e poi sulle navi crociera in giro per il mondo, già dal 1972.
Ha suonato con molti dei più importanti gruppi hard rock e heavy metal dagli inizi degli anni settanta fino a oggi. Ha collaborato per le parti di tastiera in oltre 200 album spesso senza apparire nella formazione delle band e talvolta rimanendo addirittura nell’ombra durante le prestazioni dal vivo.
Ogni gruppo che mancava di un tastierista stabile ha usato i suoi servigi in studio o dal vivo; più che un semplice turnista Don Airey, ha reso più armonici e completi gli arrangiamenti di moltissimi gruppi lungo oltre 30 anni di carriera suonando e contribuendo proattivamente a moltissimi dei successi di Black Sabbath, Jethro Tull, Ozzy Osbourne, Rainbow, Whitesnake, Judas Priest, Thin Lizzy, Gary Moore, Fastway, Andrew Lloyd Webber, Cozy Powell, Graham Bonnet, Brian May, UFO, Helix, Bernie Marsden, Colosseum, Babe Ruth, Anthem, Colin Blunstom, Michael Schenker Group, Tigertailz, Jagged Edge, Perfect Crime, Slave Raider, Sinner, Phenomena, Jim Rafferty, Strife, Barbara Thompson, Alaska, Royal Philharmonic Orchestra, Ten, Katrina and the Waves e molti altri.

Nasce Joey Kramer

(New York, 21 giugno 1950)

Compie gli anni oggi Joey Kramer, all’anagrafe Joseph Micheal Kramer, batterista statunitense, membro degli Aerosmith. Joey è nato nel Bronx ed ha frequentato la Thornton Donovan School. È il primogenito maschio di Mick Kramer, un soldato, e Doris Schwartz, un’infermiera, ed ha ben tre sorelle più piccole, Annabelle, Suzy e Amy. Attualmente ha appena divorziato da sua moglie April e ha due figli, Jesse (1974) e Asia (1981). La sua avventura musicale iniziò intorno ai 13 anni, quando ebbe un incidente in bici. La vendette e si comprò le prime parti di un set da batteria.
Formò una band, gli Strawberry Ripple e uno dei nomi scartati fu proprio Aerosmith. Alla Roosvelt High-School incontrò Steven Tyler e Ray Tabano. Entrò subito come batterista al posto di Steven Tyler, che poté finalmente dedicarsi solo al canto.
È stato lui a dare il nome agli Aerosmith nel 1973. Il nome lo scrisse per la prima volta quando era ancora a scuola, sul suo block-notes. Quando la band dovette scegliere un nome, si ricordò dell’appunto e lo propose. In un’intervista gli si chiese il perché di quel nome e lui rispose: [blockquote]Aerosmith è dedicato ad una mia compagna alla high-school. Quel nome lo scrissi praticamente su tutti i miei libri scolastici.[/blockquote]
Ha suonato in tutti gli album della band. Uno dei suoi soprannomi è Kram-Dog.

Esce “Theatre of Pain”

21 giugno 1985: “Theatre of Pain” è il terzo album dei Mötley Crüe, uscito per l’etichetta discografica Elektra Records. Il disco è uscito poco dopo il rilascio di Vince Neil per omicidio colposo ed ha segnato il cambiamento di stile musicale e di “look” della band rispetto a “Shout at the Devil“, passando dal tradizionale heavy metal all’hair metal. “Theatre of Pain” contiene le hit “Smoking in the Boys Room“, (cover dei Brownsville Station), e la power ballad “Home Sweet Home“. L’album è dedicato alla memoria del batterista degli Hanoi Rocks, Nicholas “Razzle” Dingley, che rimase ucciso nell’incidente d’auto del 1984 in cui fu arrestato proprio Vince Neil, che era alla guida. La canzone “Save Our Souls” è contenuta nella colonna sonora del film prodotto da Dario Argento, “Dèmoni” (film). Il disco raggiunse la 6ª posizione nella Top 200 Billboard americana e la 36ª posizione nella classifica inglese.

Tracce

1″City Boy Blues”
2″Smokin’ in the Boys Room” (Koda, Lutz) (Brownsville Station Cover)
3″Louder than Hell”
4″Keep your Eye on the Money”
5″Home Sweet Home”
6″Tonight” (We Need A Lover)
7″Use it or Lose it”
8″Save Our Souls”
9″Raise your Hands to Rock”
10″Fight for your Rights”

Formazione

Vince Neil – Voce
Mick Mars – Chitarra
Nikki Sixx – Basso
Tommy Lee – Batteria

Esce “Pride”

21 giugno 1987: “Pride” è il secondo album in studio della hard rock band statunitense White Lion, pubblicato dalla Atlantic Records.
Ha raggiunto la posizione numero 11 della Billboard 200 negli Stati Uniti ed è rimasto in classifica per un anno intero, vendendo 2 milioni di copie nei soli Stati Uniti.
Dall’album sono stati estratti i singoli di successo “Wait” e “When the Children Cry“, entrambi entrati nella top 10 in classifica.
Pride” è stato il primo disco dei White Lion pubblicato sotto l’Atlantic Records. Secondo quanto affermato da Mike Tramp in un’intervista, il processo di registrazione dell’album richiese sei settimane di lavoro in studio con il produttore Michael Wagener. Il primo singolo, “Wait“, venne pubblicato il 1º giugno del 1987, ma non ebbe molto successo fino a quando MTV non cominciò a trasmettere il relativo video musicale nel gennaio del 1988, ben sette mesi dopo la sua pubblicazione, spingendo il singolo all’ottavo posto della Billboard Hot 100. Nell’agosto del 1988, a più di un anno di distanza dalla pubblicazione dell’album, venne estratto il secondo singolo “Tell Me“, anch’esso accompagnato da un video musicale. Il terzo singolo, una delicata ballata acustica intitolata “When the Children Cry“, arrivò fino al terzo posto in classifica, anche in questo caso grazie alla forte rotazione del relativo video musicale su MTV, facendo di “Pride” uno dei pochi album hard rock di sempre ad avere avuto più di una hit nella top 10.
Il successo di “When the Children Cry” spinse l’album a vendere più di 2 milioni di copie nei soli Stati Uniti, ottenendo la certificazione di doppio disco di platino. In aggiunta, Vito Bratta venne premiato come miglior chitarrista esordiente dalla rivista specializzata Guitar World.
All You Need Is Rock ‘n’ Roll” fu il quarto ed ultimo singolo estratto dall’album.
Mike Tramp considera “Pride” come il miglior album dei White Lion, sostenendo: [blockquote]a quel tempo eravamo una band e ci piaceva stare insieme. Dopo quel disco ci siamo allontanati l’uno dall’altro e ci siamo dimenticati cosa avremmo dovuto fare.[/blockquote]

Tracce

1 Hungry – 3:55
2 Lonely Nights – 4:11
3 Don’t Give Up – 3:15
4 Sweet Little Loving – 4:02
5 Lady of the Valley – 6:36
6 Wait – 4:01
7 All You Need Is Rock ‘n’ Roll – 5:14
8 Tell Me – 4:29
9 All Join Our Hands – 4:12
10 When the Children Cry – 4:19

Formazione

Mike Tramp – voce
Vito Bratta – chitarre
James Lomenzo – basso
Greg D’Angelo – batteria

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.