Le ricorrenze, le notizie, il Rock suddiviso per anni: l'Almanacco di Rock by WildSuccedeva oggi 

L’ almanacco di Rock by Wild – 23 giugno

3 Ricorrenze per il 23 giugno

Nasce Glenn Danzig

(Lodi, 23 giugno 1955)

Oggi è il compleanno di Glenn Danzig, all’anagrafe Glenn Allen Anzalone, cantante statunitense noto per essere stato il cofondatore della Horror punk band Misfits e per aver poi fondato un gruppo heavy metal dal nome Danzig. Diplomatosi alla Lodi High School (1973) fondò prima i Talus ed in seguito i Wodat And Bojang, due cover band nelle quali cantava.
Divenne famoso solo nel 1977, quando con l’aiuto del suo amico Gerald Caiafa (Jerry Only), diede vita al gruppo punk rock Misfits.
Nell’agosto del 1978 fondò la Blank Records (in seguito Plan 9 Records).
Alcune voci associano a Glenn Danzig un carattere piuttosto difficile ed arrogante, tant’è che nella breve storia dei Misfits venne spesso arrestato costringendo più di una volta la formazione a sciogliersi.
Nel 1983, alla fine del concerto di Halloween, annunciò di lasciare definitivamente la band congedandosi così:
[blockquote]Ho dato molto al Punk, cambio genere[/blockquote]
Qualche anno dopo iniziò una carriera da solista con i Samhain, (in seguito rinominati Danzig), concedendosi ad un sound proprio del metal, mantenendo comunque i temi ed i ritmi che lo resero famoso con i Misfits.
Una delle caratteristiche degli album dei Danzig è il fatto che siano numerati, (almeno sino a “I Luciferi” del 2002). L’eterna lotta tra bene e male, sesso, violenza, misti ad una certa misoginia sono i temi dominanti dei testi di Glenn. Il primo album è del 1988 ed è omonimo. Nel 1990 pubblicano il secondo album “Lucifuge“. Nel 1992 “How the Gods Kill“. Nel 1994 “4“. Tutti questi album hanno evidenti influenze rock-blues, così come la stessa formazione. Nel 1996 viene pubblicato il quinto album “BlackAcidEvil” e nel 1999 “666 Satan’s Child“, entrambi fortemente debitori verso sonorità industrial.
Parallelamente ai Danzig, ha avviato una carriera solista, pubblicando i due album “Black Aria” del 1993 e “Black Aria II” del 2006.

Nasce Chris Holmes

(Glendale, 23 giugno 1958)

Oggi compie gli anni Chris Holmes, chitarrista heavy metal statunitense.
Cresciuto a La Cañada, in California, insieme a Blackie Lawless è stato il fondatore della band heavy metal W.A.S.P.. Chris Holmes suonò in band come Buster Savage, LAX e Slave prima di incontrare Blackie Lawless, grazie ad un inserto nella rivista Hustler Magazine e suonare con i Sister. Entrato negli W.A.S.P. nel 1983, Chris si esibì con tale band fino al 1990. Lasciati gli W.A.S.P. fondò i Psycho Squad e si sposò con Lita Ford.
Holmes rientrò negli W.A.S.P. nel 1996 e vi rimase fino al 2001. È stato anche chitarrista degli L.A. Guns per le esibizioni live. Nel 2002 ritornò con Randy Piper nella band Animal. Nel periodo in cui suonava ancora nei W.A.S.P., partecipò alle riprese del documentario rock “The Decline of Western Civilization Part II: The Metal Years“. Questo “rockumentario” comprendeva interviste con membri di diverse band famose, come Motörhead, Aerosmith, Poison, Kiss, Megadeth e altri, che parlano del loro stile di vita e della scena metal sviluppatasi a Los Angeles negli anni ottanta. Holmes è tristemente ricordato per il suo contributo a tale documentario, per il quale venne intervistato mentre galleggiava in una piscina su una sedia gonfiabile, completamente vestito e visibilmente ubriaco.

Questa intervista era in netto contrasto con le interviste più scanzonati e divertenti condotte dalla regista Penelope Spheeris alle altre personalità del metal, che rappresentavano in gran parte la figura del rockers come bonario, anche se spesso stupido illuso, animalesco o di partito. Durante l’intervista, Holmes sorrise ubriaco alla telecamera, ritenendo se stesso “un vero e proprio alcolizzato” e “un pezzo di merda”, nonostante il successo della sua band, buttandosi più volte in faccia e in bocca della vodka, (arrivò addirittura a consumarne tre bottiglie). Alla fine del colloquio, Holmes rovesciò una bottiglia piena di Smirnoff sopra la sua testa, rotolando nel frattempo dalla sedia gonfiabile e finendo in acqua. Durante l’intervista era presente anche la madre di Holmes, Sandy, seduta a bordo piscina, che cerca di ignorare le provocazioni del figlio.

Nasce Chuck Billy

(Oakland, California, Stati Uniti 23 giugno 1962)

Oggi festeggia il compleanno Chuck Billy, cantante statunitense, membro del gruppo thrash metal Testament dal 1986. Nativo americano, appartenente al popolo Pomo, proveniente dal nord della California, assieme al chitarrista e leader del gruppo Eric Peterson, è l’unico membro originario rimasto, dall’uscita del primo disco, “The Legacy” (1987).
Dotato di una voce molto potente ed aggressiva, il suo stile ha subito un radicale cambiamento negli anni. Negli anni ottanta, (considerati “epoca d’oro” dei Testament), aveva una voce rauca, ma più incentrata sugli acuti e anche una timbrica pulita, (specie in brani come “The Legacy” e “Return To Serenity“), mentre col passare degli anni, a partire da “Low“, (album pubblicato nel 1994), la band ha incorporato elementi death metal nel suo stile e Chuck ha diversificato il suo canto con toni growl.
Chuck ha sempre sostenuto la causa dell’integrazione degli indiani d’America nella società ed è fiero delle sue origini nativo-americane, (due brani dei Testament, “Trail of Tears” e “Allegiance“, sono un tributo di Chuck al suo popolo). Prima di far parte dei Testament ha militato in diversi gruppi heavy metal della bassa California.
Dopo il tour mondiale “Riding The Snake” per promuovere l’album “The Gathering“, subì un intervento e una lunga degenza per seminoma: una forma di tumore maligno che normalmente colpisce le cellule germinali del testicolo e più raramente quelle del mediastino, come nel caso di Billy. Il suo tumore riguardò infatti i polmoni ed il cuore.
Ciò ha costretto la band a un lungo periodo di pausa, spezzato solo nel 2001 dalla pubblicazione di “First Strike Still Deadly“, album di pezzi ri-registrati provenienti dai primi due dischi, che ha visto il ritorno momentaneo di Alex Skolnick alla chitarra e di John Tempesta alla batteria.
Il suo cancro è stato curato con successo. Nell’agosto del 2001, gli amici di Billy organizzarono un concerto di beneficenza in suo onore per aiutarlo nelle spese mediche. Fu intitolato Thrash of the Titans e vi presero parte gruppi Thrash provenienti dalla Bay Area tra cui i Vio-lence, i Death Angel, gli Exodus, gli Heathen ed altri. Lo show è stato anche una riunione dei Legacy, con Steve Souza alla voce e l’ex chitarrista Alex Skolnick, che non aveva più suonato con la band dal 1992, e Greg Christian.
Oltre ai Testament, Chuck ha cantato dei brani nei due album solisti del chitarrista James Murphy ed ha partecipato ad un tour con gli Exodus. Nel 2006 ha dato la sua voce per la canzone “Crazy” dei Sadus e, insieme ad altri musicisti, ha cantato la cover di “Fear of the Dark” degli Iron Maiden per l’album di tributo “Numbers from the Beast“.
Ha un fratello, Eddie, che suonò il basso nella thrash metal band (ormai sciolta) dei Vio-Lence. Con questo, e con il cugino Andy Billy, nel 2007 ha inciso un disco con i Dublin Death Patrol, che ha la “particolarità” di avere come cantante oltre al già citato Chuck, il primo cantante dei Testament e poi più noto come singer degli Exodus, Steve “Zetro” Souza.
Nel 2008, ha partecipato insieme ad altri artisti dei generi hard rock e metal alla produzione dell’album “We wish you a metal xmas and a headbanging new year“, composto da brani incentrati sul natale, riscritti in chiave metal.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.