Le ricorrenze, le notizie, il Rock suddiviso per anni: l'Almanacco di Rock by WildSuccedeva oggi 

L’ almanacco di Rock by Wild – 26 luglio

5 Ricorrenze per il 26 luglio

Nasce Mick Jagger

(Dartford, 26 luglio 1943)

Oggi è il compleanno di Sir Michael Phillip “Mick” Jagger, abbreviato in Mick Jagger, componente e storico frontman dei Rolling Stones, oltre che una delle più grandi personalità della musica di tutti i tempi. Nasce da una famiglia medio-borghese presso il Livingstone Hospital di Dartford (Kent), a circa 30 km ad est di Londra, in Inghilterra. Mick cantava già da piccolo; nel 1950, alle scuole elementari di Dartford, conosce Keith Richards, futuro amico e co-leader della band.
Nel 1956 inizia a suonare per diletto con due compagni di scuola, ma senza ancora esibirsi. Nell’estate del 1960 appare per la prima volta in pubblico nella sala parrocchiale di Dartford, con una canzone di Buddy Holly. Intraprende quindi scuole diverse. Keith e Mick si incontreranno nuovamente soltanto nel 1961 e, con grande sorpresa, scopriranno d’aver coltivato una comune passione per il rhythm and blues. Nel 1962 Jagger si trasferisce in Edith Grove (quartiere Chelsea) a Londra, per studiare Economia e diventare giornalista, oppure politico come sua madre, ma il suo amico Keith lo esorta invece a continuare a cantare e a fondare con lui una band musicale, provando vari brani rock presso uno scantinato di Ealing Broadway (in seguito chiamato il Ferry Club). Nel 1962 si aggiungono anche i musicisti Brian Jones, Bill Wyman e Charlie Watts, un sodalizio che fa nascere una delle band più importanti nella storia della musica rock, i Rolling Stones, nome ispirato da un brano di Muddy Waters, (e non, come erroneamente si pensa, alla canzone “Like a Rolling Stone” di Bob Dylan, composta soltanto 3 anni dopo, nel 1965). La coppia Jagger-Richards diventa quindi il cuore del gruppo: il secondo compone la musica mentre il primo scrive i testi delle canzoni. Jagger, intanto, coltiva e sviluppa il suo talento da front-man, rivelandosi un vero e proprio “animale” da palcoscenico, oggi diventato una vera leggenda del rock mondiale grazie al carisma, alla sensualità e al genio. La prima apparizione dei Rollin’ fu al celebre Marquee Club di Londra il 12 luglio 1962. L’anno dopo, Mick Jagger abbandona gli studi in favore della carriera di cantante. La sua tipica vocalizzazione sensuale passa da cover di Chuck Berry e Bo Diddley a canzoni proprie. La loro musica e la loro fama crescono, sull’onda del connubio sesso droga e rock ‘roll. Nel 1967 Jagger e Richards vengono arrestati per detenzione di stupefacenti, e condannati a tre mesi di reclusione, pena poi commutata in libertà condizionale. Dopo la morte del chitarrista solista Brian Jones nel 1969, Mick Jagger decide di dare una svolta alla band, diventandone lui stesso il manager, cambiando stile alla loro musica e organizzando una tournée negli Stati Uniti, cosa che avverrà solo nel 1972, quando suoneranno a New York City con un tipico look aggressivo e glamour. Gli anni settanta diventano per Mick Jagger un fiorente decennio di produzione di musica della band più longeva del rock.
Nel 1980, nonostante l’onda continua di successo, Mick Jagger tenta una carriera da solista. Nel 1985 esce “She’s the Boss“, di discreto successo, in cui spicca il brano “Just Another Night“. Due anni dopo tenta un secondo album solista, “Primitive Cool“, che ottiene buona critica, ma realizza un minor numero di copie vendute. “Wandering Spirit” è il suo terzo album, che esce solo nel 1993, con un lancio accompagnato anche da un mini-tour. Ricucite le divergenze all’interno dei Rolling Stones, Mick Jagger ritorna a tempo pieno a scrivere testi e ristrutturare la band con un sound più pulito, moderno e armonioso, accompagnando i nuovi album con dei tour mondiali. Nel 1997 esce l’album “Bridges to Babylon“, in cui spicca il brano “Anybody Seen My Baby?“. I Rolling Stones sono di nuovo sulle vette delle classifiche, a cui seguiranno altri anni di celebrità e di concerti. Nel 2002 esce la raccolta “Forty Licks“, mentre due anni dopo Jagger compone le musiche per il film Alfie insieme a Dave Stewart, (ex Eurythmics). Nel 2005, dopo la pubblicazione dell’album “A Bigger Bang“, inizia un tour mondiale.
Nel 2003, ripulito anche dalle droghe e dagli eccessi, viene anche insignito del titolo inglese di baronetto (Sir), come già successo a Paul McCartney nel 1997. Dal 2011 Mick Jagger è un componente del supergruppo SuperHeavy.
Christina Aguilera e Adam Levine si ispirano a lui per scrivere la hit “Moves Like Jagger“, che viene presentata per la prima volta il 22 giugno 2011 durante il programma televisivo The Voice USA. Ha partecipato anche come attore in alcuni film, tra cui si ricordano I fratelli Kelly, Sadismo, Freejack e L’ultimo gigolò.

Nasce Roger Taylor

(King’s Lynn, 26 luglio 1949)

Oggi è il compleanno di Roger Meddows-Taylor, meglio conosciuto come Roger Taylor, noto per essere il batterista della rock band Queen. Fu grande amico del suo compagno di gruppo Freddie Mercury, conosciuto fin dai tempi della scuola. Laureatosi in biologia, si avvicinò al mondo della musica durante l’adolescenza trascorsa a Truro, cantando nel coro della chiesa. Poi un giorno vede un suo cugino fare alcuni accordi con una chitarra e decide di voler imparare a suonare questo strumento musicale. Inizialmente impara alcuni accordi di base con un ukulele, poi forma una sorta di gruppo a soli otto anni chiamato Cousin Jack, dove suona la chitarra, ma questo gruppo dura pochissimo e Roger capisce di essere molto più adatto a suonare la batteria, così nel Natale dello stesso anno riceve in regalo da suo padre la sua prima batteria e inizia a suonare in alcuni gruppi del luogo. Nel 1967 un amico di Taylor legge su una bacheca un annuncio che diceva – all’incirca – che si cercava un batterista stile Ginger Baker/Mitch Mitchell. L’amico avvisò Roger che trovò il numero da chiamare sopra l’annuncio e alla chiamata rispose Brian May. Si unì così (come batterista) a Brian May e Tim Staffell per creare il gruppo Smile. Nella primavera del 1970, Tim Staffell lasciò il gruppo decretandone la fine. Nello stesso anno, Brian e Roger trovarono in Freddie Mercury il partner adatto per sfondare nel mondo del rock e fondarono il gruppo dei Queen, (nome scelto dallo stesso Mercury), al quale nel febbraio del 1971 si unì anche il bassista John Deacon.
Oltre alla sua parte di batterista, Roger ha scritto e interpretato svariate canzoni come “I’m in Love with My Car” (cantata da lui), “Radio Ga Ga“, “A Kind of Magic“, “These Are the Days of Our Lives, The Loser in the End” provengono dal suo notevole estro.
Come solista esordisce con un singolo, nel 1977, riproponendo una vecchia canzone dei the Parliaments, “I Wanna Testify“, con arrangiamento e parte del testo originale. Il lato B invece è una canzone rock totalmente di propria concezione dal titolo “Turn on the TV“.
Pubblica in seguito i seguenti LP:
Fun in Space” (aprile 1981).
Strange Frontier” (luglio 1984).
Happiness?” (settembre 1994), dai contenuti molto sociali e critici. Una delle canzoni più critiche è “Nazis” 1994, traccia di apertura. Censurata da diverse radio inglesi per via precauzionale, a causa dei contenuti critici ed offensivi nei confronti dei neonazisti.
Electric Fire” (settembre 1998).
Parallelamente all’esperienza con i Queen, nel 1987 Roger ha creato un altro gruppo musicale, The Cross, di cui è chitarrista ritmico e cantante solista, e ha realizzato quattro album da solista. In tutti gli album dei Cross, ad eccezione di “Shove It“, Roger non suona mai il suo strumento, la batteria.
Nel 2009 ha pubblicato il singolo “The Unblinking Eye” con il quale protesta formalmente contro il governo inglese per via della permanenza delle truppe (anche non anglosassoni) in conflitti come quello in corso nell’Afghanistan.
Il 3 ottobre 2010 Roger Taylor ha sposato Sarina Potgieter, già sua compagna da sei anni, con una cerimonia tenuta nel giardino della loro casa nel Surrey.
Il 12 agosto 2012 ha partecipato alla cerimonia di chiusura dei Giochi della XXX Olimpiade, suonando “Brighton Rock” ed esibendosi in “We Will Rock You” con Brian May e Jessie J.
Il 2013, invece, vede la pubblicazione sia dell’album in studio “Fun on Earth” che del box antologico “The Lot” contenente tutti gli album della carriera da solista di Roger e gli album ormai fuori catalogo registrati con i The Cross. Assieme a John Deacon, bassista dei Queen, agli esordi era definito The Sonic Volcano (“il vulcano del suono”). Insieme fornivano una base ritmica estremamente solida su cui costruire qualsiasi pezzo. Uno dei tratti distintivi del musicista, infatti, è un’accentuazione del colpo di rullante nel secondo e nel quarto quarto della misura, effettuato aprendo e chiudendo l’hihat in maniera rapida. Questo espediente permette di rafforzare la potenza dell’effetto del rullante.
Da sempre endorser della Ludwig, dal 1988 utilizza ancora oggi un set della Ludwig di color acero naturale laccato; unico pezzo “non-Ludwig” nel kit odierno è la grancassa, (una Sleishman, azienda artigianale australiana; Roger ha usato una intera batteria di questa marca nell’album “Made in Heaven“). Ancora, nel kit di oggi è accostato un set di tre rototoms della Remo, posti sopra i due timpani più gravi. Come piatti, ha usato principalmente Zildjian (che usa ancora oggi) e qualche Paiste. Alle volte utilizza, come nella tournée del 2004-2005-2006 con Paul Rodgers, il doppio pedale DW 9002. Nelle recenti apparizioni, (ad esempio nella manifestazione 46664, avvenuta il 27 giugno 2008), Roger ha usato una batteria DW di colore Green Sparkle, mantenendo invariati nel drumset i piatti e la grancassa, la solita Sleishman.
Curioso è il fatto che Roger Taylor spesso suona con le bacchette al contrario, prendendole dalla parte della punta.

Nasce Gary Cherone

(Malden, 26 luglio 1961)

Oggi compie gli anni Gary Francis Caine Cherone, cantante degli Extreme (di cui ha scritto molti testi musicali), gruppo americano che ha raggiunto la popolarità attorno agli anni novanta grazie ad una buona dose di originalità, al virtuosismo del chitarrista Nuno Bettencourt ed appunto la voce di Cherone. Ha subito una forte influenza da parte dei gruppi rock più famosi tra i quali si citano Aerosmith, Queen, The Who.
Nel 1998 entrò a far parte dei Van Halen con i quali incise un solo album, “Van Halen III“, che non ebbe però molto successo forse a causa del temperamento del vocalist, troppo differente dal resto della band. Per questo motivo e a causa di motivi di salute di Eddie Van Halen, dovuti alla cocaina e ad un tumore alla lingua, il gruppo mandò via Gary abbandonando il progetto di un nuovo disco.
Con la riunione degli Extreme, Cherone è tornato a far parte della sua vecchia band, che si era sciolta nel 1995.

Nasce Andy Timmons

(Evansville, 26 luglio 1963)

Compie gli anni oggi il chitarrista americano Andy Timmons. Chitarrista molto versatile e tecnico, in grado di spaziare dal jazz all’heavy metal. La sua migliore e forse più conosciuta canzone è la ottima ballata “Cry for You“. È stato inserito da una rivista rock giapponese nei migliori 20 chitarristi del mondo.
Cominciò a suonare all’età di 13 anni e presto fondò la sua prima band, chiamata Taylor Bay. Egli si fece notare dal grande pubblico nel periodo di militanza nei Danger Danger. Con questa band ha pubblicato tre album in studio.
Autore di varie jam-session con vari artisti, ha suonato anche con alcuni dei suoi “eroi” della sei corde, quali: Joe Satriani, Steve Vai, Eric Johnson, Steve Morse, Ted Nugent ed Ace Frehley.
Andy Timmons ha suonato, dalla seconda metà degli anni novanta ad oggi, con: Olivia Newton-John, i Beach Boys, Alice Cooper e molti altri, tra i quali il grande batterista Simon Phillips, con il quale ha lavorato sul disco “Another Lifetime” del 1997.
Il 24 ottobre 2011 è uscito il nuovo album di Timmons, intitolato “Andy Timmons Band plays Sgt. Pepper“, nel quale ha rivisitato alcune delle canzoni del famoso album dei Beatles col solo ausilio di chitarra, basso e batteria. Andy Timmons ha utilizzato esclusivamente chitarre Ibanez dal 1987 al 2008, anno da cui invece ha incluso anche delle Fender Telecaster tra la sua strumentazione. Nel 2004 Ibanez realizza due modelli signature, la AT300 Andy Timmons model e la AT200 (versione economica dell’AT300). Prima di allora esisteva solo un modello a edizione limitata, la AT100, realizzata dal Custom Shop Ibanez. Le sue chitarre montano pickups DiMarzio: Cruiser al manico e al centro, DiMarzio AT1 Custom al ponte. La produzione della AT300 e della AT200 termina nel 2008, ma nel 2009 Ibanez realizza il nuovo modello signature, la AT100CL-SB, riedizione identica della vecchia AT100.
Durante la sua carriera, Timmons ha utilizzato per lo più amplificatori valvolari Laney e Marshall. Inoltre, la Xotic ha prodotto per lui una serie limitata di BB Preamp signature.
Andy Timmons passa spesso per Roma e proprio in una di queste occasioni Rock by Wild ha incontrato questo incredibile artista per un’intervista.

Nasceva Derek Frigo

(Chicago, 26 luglio 1966 – Beverly Hills, 28 maggio 2004)

Oggi si ricorda il compleanno di Derek Frigo, chitarrista statunitense, noto per aver militato nella band Enuff Z’Nuff. Figlio del violinista Johnny Frigo, aveva suonato la chitarra in varie band, incidendo anche due dischi con i Le Mans. Nel 1988 si unisce agli Enuff Z’Nuff. Nel 1992 lascia la band, ma rientra nel 2004 per la realizzazione di altri dischi con la stessa band. Negli ultimi anni della sua vita tenta la disintossicazione da alcool e droghe, muore però il 28 maggio 2004 in un appartamento di Beverly Hills, apparentemente per overdose.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.