Le ricorrenze, le notizie, il Rock suddiviso per anni: l'Almanacco di Rock by WildSuccedeva oggi 

L’almanacco di Rock by Wild – 27 aprile

Gordon Haskell (nato Gordon Hionidies; (Verwood, 27 aprile 1946 – 18 ottobre 2020)
Si ricorda oggi la nascita del bassista e cantautore britannico Gordon Haskell. La sua fama è dovuta per lo più alla permanenza nei King Crimson all’inizio degli anni settanta. Col gruppo di Robert Fripp, Haskell contribuì come seconda voce solista del brano “Cadence and Cascade“, nell’album “In the Wake of Poseidon“, e come bassista e cantante solista in “Lizard“, entrambi pubblicati nel 1970. Prima di entrare nei King Crimson, aveva collaborato con Fripp in una versione embrionale della League of Gentlemen, ma ne era uscito per via di discordanze sull’orientamento musicale del progetto.
In seguito portò avanti un’apprezzata carriera solista, maggiormente legata alla musica folk rispetto alle sue precedenti esperienze. Un suo singolo, “How Wonderful You Are“, dall’album “Look Out“, divenne la canzone più richiesta nella storia della BBC Radio 2, oltre a vendere 400.000 copie.

2 Ricorrenze per il 27 aprile

Nasce Ace Frehley

(Bronx, 27 aprile 1951)

Oggi è il compleanno di Paul Daniel Frehley, conosciuto come Ace Frehley, chitarrista originale dei Kiss, in cui usava il personaggio di The Spaceman. Il soprannome “Ace” (“asso”) è un riferimento, (come da lui stesso sempre affermato), alla sua abilità con le donne. Frehley all’inizio non venne toccato dalla musica e cresce frequentando le gangs di strada. A 13 anni, i genitori gli donarono una chitarra, cercando in tutti i modi di toglierlo dalla delinquenza, avvicinandosi ai 20 anni abbandona definitivamente quello stile di vita ed inizia a suonare seriamente il suo strumento, (ringrazierà sempre la musica per aver contribuito ad allontanarlo dalla vita di strada), ascoltando chitarristi come Eric Clapton, Pete Townshend, Jeff Beck e Jimmy Page. Preso il diploma, inizia a fare lavoretti per raggranellare i soldi necessari all’acquisto della strumentazione e suona in band minori come Magic People, The Muff Divers, Four Roses e Molimo, migliorando in tecnica e in esperienza. Verso la fine del 1972 lesse un annuncio su un giornale riguardante un gruppo che cercava un chitarrista solista ed Ace si presentò all’audizione. Paul Stanley, leader insieme a Gene Simmons di questo gruppo, accettò Frehley non solo per la sua bravura, ma anche per la sua stravaganza, (la leggenda narra che si presentò con una scarpa arancione ed una rossa), una caratteristica a cui Stanley teneva molto. Nacque così una band che entrerà a far parte della storia della musica, i Kiss. La formazione, ora completa, comprendeva Paul Stanley alla voce e chitarra, Gene Simmons alla voce e basso, Peter Criss alla batteria e Ace Frehley alla chitarra solista; con questa formazione venne realizzato il primo album omonimo “Kiss” (1974). Sulla copertina dell’album e durante le loro esibizioni, i Kiss si presentavano con il volto truccato ed indossando dei costumi. Il personaggio impersonato da Ace Frehley era l’uomo dello spazio (SpaceMan), con il trucco facciale costituito da stelle argentate bordate di nero. Oltre al trucco e al costume, Frehley aggiunse alla sua Gibson Les Paul alcuni effetti speciali costituiti da un fumogeno al posto del pick-up e dei razzi posti nella paletta della chitarra, collegandoli ai componenti elettrici dei volumi e dei toni. “Cold Gin“, brano del disco scritto da Ace, diventerà uno dei cavalli di battaglia dei Kiss e sarà oggetto di cover da parte di tantissimi gruppi. I Kiss entreranno nella storia del rock grazie a dischi di valore come il disco dal vivo “Alive!“, (definito dalla critica uno dei migliori live della storia), “Dressed to Kill” (1975) e “Destroyer” (1976). Ma il successo del quartetto portò eccessi e diverbi che portarono i Kiss verso l’instabilità. Nel 1982 Ace Frehley, dopo un’accesa discussione con i due membri fondatori Stanley e Simmons, lascia improvvisamente il gruppo. Alcuni dei motivi furono il disaccordo musicale, (Ace non apprezzò le svolte di “Dynasty“, “Unmasked” e “Music from The Elder“), e il poco spazio compositivo che i due membri fondatori lasciavano al chitarrista durante la produzione dei brani. Inoltre poco prima del previsto tour di “The Elder“, che non fu mai effettuato, Ace ebbe un grave incidente automobilistico con la sua DeLorean, da cui poi scrisse il brano “Rock Soldiers” con i Frehley’s Comet. Tuttavia, negli album successivi, ovvero “Killers” e “Creatures of the Night“, Frehley continuò ad apparire nella copertina e ad essere indicato nei crediti come chitarrista solista, pur non avendo mai partecipato neanche alla composizione dei brani, anche se compare nei video. Nelle registrazioni degli album fu sostituito da Bob Kulick, Adam Mitchell, Steve Farris e Vinnie Vincent, che prenderà ufficialmente, a partire dal dicembre del 1982, il posto di Frehley. Dopo aver lasciato i Kiss, Ace fonda la propria band: i Frehley’s Comet e pubblica il primo album omonimo della formazione nel 1987. Il chitarrista viene accompagnato dal batterista Anton Fig, (che suonò anche con i Kiss in “Dynasty” e “Unmasked“, per sostituire Peter Criss, e nell’album solista di Ace durante il periodo del suo ex gruppo), dal cantante/chitarrista Tod Howarth e dal bassista John Regan. Nel 1988 esce il mini-album dal vivo intitolato “Live + 1” e il successivo disco in studio “Second Sighting” dove il posto di batterista viene preso, temporaneamente, da Jamie Oldaker. Mentre Anton Fig torna, il cantante Howarth se ne va e il gruppo incide un nuovo album a nome di Ace Frehley, chiamato “Trouble Walkin” (1989). Alla voce c’è lo stesso Frehley e vengono chiamati vari ospiti come Sebastian Bach, Dave Sabo e Peter Criss, dopodiché il gruppo si scioglierà. Arriva una notizia positiva per i fan dei Kiss. Dopo un bel po’ di anni di assenza dal mondo della musica, nel 1995 Ace torna temporaneamente con i compagni di un tempo, prendendo il posto di Bruce Kulick, (chitarrista solista dei Kiss per circa un decennio), e incidono il disco live acustico “Kiss Unplugged“. Nel gruppo torna anche Peter Criss e dopo il tour di riunione del 1996/1997, la formazione originale pubblica “Psycho Circus” (1998) dove Frehley canta in due brani: “Into the Void” e “In Your Face“, (brano contenuto nella versione giapponese del disco). Nel 2000 i Kiss intraprendono il tour di addio: The Farewell Tour, ma tornano nel 2002, e  ai membri originali Stanley e Simmons si aggregano il nuovo chitarrista Tommy Thayer e il batterista Eric Singer, (che già suonò con loro in “Revenge“, “Alive III“, “Carnival of Souls” e nel tour di Stanley solista nel 1989), con questa nuova line up, a sorpresa, i Kiss pubblicano nel 2009 il nuovo album “Sonic Boom“. Intanto, Ace si dà a una piccola parentesi cinematografica e recita in un film chiamato Remedy (2005) e torna alla sua carriera solista pubblicando nel 2009 il suo quinto album, intitolato “Anomaly“. Nel 2006 ha partecipato ai Rock Honors, suonando la canzone dei Kiss, “God of Thunder” insieme a Slash, Rob Zombie, Tommy Lee, Gilby Clarke e Scott Ian. Nel 2011 esce la sua autobiografia No Regrets e nel 2014 il nuovo album solista dal titolo “Space Invader“. Moltissimi sono i chitarristi che si sono ispirati al sound di Frehley e tra questi ci sono Slash, Dimebag Darrell, Chuck Schuldiner, Marty Friedman, Dave Sabo, Alex Skolnick, Scott Ian, Mick Mars.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.