Le ricorrenze, le notizie, il Rock suddiviso per anni: l'Almanacco di Rock by WildSuccedeva oggi 

L’almanacco di Rock by Wild – 3 novembre

Keep The FaithBon Jovi (3 Novembre 1992)
Keep The Faith” è il quinto album in studio dei Bon Jovi, pubblicato dalla Mercury Records. È ricordato da molti per aver rappresentato “l’inizio di un nuovo capitolo nella storia dei Bon Jovi“. Il disco, infatti, si allontanò molto dal classico stile glam pesante del gruppo, introducendo un nuovo sound più maturo. Questa nuova via musicale, sarebbe continuata in misura ancora maggiore con il successivo album “These Days” del 1995. L’uscita del disco fu supportata da due registrazioni home video: “Keep the Faith: An Evening with Bon Jovi” (concerto registrato dal gruppo per conto di MTV) e “Keep the Faith: The Videos” (una raccolta dei videoclip promozionali estratti dall’album). “Keep the Faith” è il disco dei Bon Jovi con il maggior numero di singoli. Infatti, dall’album ne furono estratti sei: l’omonimo “Keep the Faith“, “Bed of Roses“, “In These Arms“, “I’ll Sleep When I’m Dead“, “I Believe“, e “Dry County“.

Tracce
1.I Believe – 5:49 (Jon Bon Jovi)
2.Keep the Faith – 5:46 (Jon Bon Jovi, Richie Sambora, Desmond Child)
3.I’ll Sleep When I’m Dead – 4:43 (Jon Bon Jovi, Richie Sambora, Desmond Child)
4.In These Arms – 5:20 (Jon Bon Jovi, Richie Sambora, David Bryan)
5.Bed of Roses – 6:34 (Jon Bon Jovi)
6.If I Was Your Mother – 4:27 (Jon Bon Jovi, Richie Sambora)
7.Dry County – 9:52 (Jon Bon Jovi)
8.Woman in Love – 3:48 (Jon Bon Jovi)
9.Fear – 3:07 (Jon Bon Jovi)
10.I Want You – 5:46 (Jon Bon Jovi)
11.Blame it on the Love of Rock & Roll – 4:24 (Jon Bon Jovi, Richie Sambora)
12.Little Bit of Soul – 5:44 (Jon Bon Jovi, Richie Sambora)

Formazione
Bon Jovi
Jon Bon Jovi – voce, chitarra, acustica, songwriting
Richie Sambora – chitarra solista, cori, songwriting
Alec John Such – basso, cori
David Bryan – tastiere, piano, cori, songwriting
Tico Torres – batteria, percussioni

4 Ricorrenze per il 3 novembre

Nasce Nick Simper

(Norwood Green, 3 novembre 1945)

Oggi compie gli anni Nicholas “Nick” Simper, noto come Nick Simper, primo bassista dei Deep Purple, nonché uno dei fondatori della band. Prima però, Simper suonò con molte band, come i Lord Sutch’s Savages, dove incontrò Ritchie Blackmore e i The Flower Pot Men, dove al piano vi era Jon Lord. Con i Deep Purple ha realizzato i primi tre album, prima di essere sostituito da Roger Glover nel 1969.
Dopo essere stato licenziato dai Deep Purple, Simper lavorò con Marsha Hunt e con le seguenti band: Warhorse, Nick Simper’s Dynamite, Flying Fox, Nick Simper’s Fandango, Quatermass II e The Good Old Boys.

Nasce Steven Wilson

(Hemel Hempstead, 3 novembre 1967)

Compie gli anni oggi Steven Wilson, musicista inglese, conosciuto per essere il fondatore e frontman del gruppo rock progressivo Porcupine Tree. Nel corso della sua carriera ha avuto all’attivo numerosi side-project, tra cui i Blackfield (con il cantautore israeliano Aviv Geffen), gli Storm Corrosion (con Mikael Åkerfeldt degli Opeth), Bass Communion, gli I.E.M. e i No-Man. Cominciò a suonare a 11 anni con una chitarra classica e negli anni successivi formò vari gruppi a scuola che gli fecero conoscere l’ambito live, e di queste esperienze fece tesoro: infatti, con i Porcupine Tree si può notare la sua scioltezza sul palco, con una precisione quasi maniacale nel riproporre le canzoni il più fedelmente possibile alle registrazioni e il loro creare un percorso musicale ben strutturato. Rimane il fatto che però preferiva e preferisce tuttora registrare i suoi pezzi in sala piuttosto che suonarli dal vivo (ed egli stesso ammette che sono stati i Porcupine Tree a fargli scoprire il piacere di suonare davanti a un pubblico. Steven suona sul palco senza scarpe e calzini, completamente a piedi nudi, perché, a suo dire, gli permetterebbe di azionare con più disinvoltura la pedaliera degli effetti). Parallelamente all’attività con gli altri suoi gruppi musicali, Wilson ha realizzato diverso materiale da solista.

Esce “Rock and Roll Machine

3 novembre 1977: “Rock and Roll Machine” è il secondo album del gruppo hard rock canadese Triumph. Il disco ricevette qualche passaggio radio, specie grazie alla reinterpretazione del brano “Rocky Mountain Way” di Joe Walsh ed uscì con copertine differenti.

Tracce

1. “Takes Time” – 3:48
2. “Bringing it on Home” – 4:38
3. “Rocky Mountain Way” – 4:07
4. “Street Fighter Man” – 3:28
5. “Street Fighter Man (Reprise)” – 3:03
6. “24 Hours A Day” – 4:28
7. “Blinding Light Show, Moonchild” – 8:44
8. “Rock And Roll Machine” – 6:58

Formazione

Gil Moore – batterista, cantante
Mike Levine – bassista, tastierista, corista
Rik Emmett – chitarrista, cantante

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.