Le ricorrenze, le notizie, il Rock suddiviso per anni: l'Almanacco di Rock by WildSuccedeva oggi 

L’almanacco di Rock by Wild – 5 dicembre

4 Ricorrenze per il 5 dicembre

Nasce Little Richard

(Macon, 5 dicembre 1932)

Compie oggi gli anni Little Richard, nome d’arte di Richard Wayne Penniman. Il cantautore americano, figura di grande influenza sulla storia della musica e sulla cultura popolare del XX secolo, fu uno dei musicisti che aiutò il genere del rock and roll a nascere e a diffondersi, diventando uno dei primi rocker a impersonare lo stile trasgressivo e oltraggioso del genere. I suoi lavori più celebrati appartengono soprattutto agli anni ’50, grazie ad un sound ritmato e veloce, unito a una interpretazione vocale innovativa e a un look decadente. La sua musica ha avuto un profondo impatto su generi come il soul e il funk e influenzò numerosi cantanti e musicisti dall’epoca rock al rap. Questa importanza ha portato Little Richard a essere stato più volte onorato da varie istituzioni: è stato inserito nella Rock and Roll Hall of Fame, nella Songwriter Hall of Fame e ha ottenuto svariati riconoscimenti. La sua canzone “Tutti Frutti” fu inserita nel 2010 nella Biblioteca del Congresso per il suo “sound ritmato e irresistibile, sposato a un’interpretazione vocale unica, che annunciò una nuova era per la storia della musica”.

Nasce Mark Boals

(Ohio, 5 dicembre 1958)

Oggi è il compleanno di Mark Boals. Il cantante americano inizia la sua carriera nel 1984 come bassista session-live per Ted Nugent. Due anni dopo diventa cantante per Yngwie Malmsteen e incide le parti vocali di “Trilogy“. Segue un tour americano e asiatico, ma Mark Boals non farà tutte le date: per l’ultima parte del tour verrà richiamato nei Rising Force. Dopo quasi sei anni di silenzio, torna con una nuova band, i Billionaire Boys Club – un supergruppo di hard rock melodico formato con Jörg Fischer (ex-Accept).
Nel 1996 è ancora con Yngwie Malmsteen nel tour mondiale dell’album “Inspiration“.
Nel 1998 inizia una carriera solista: incide il disco “Ignition” con l’ausilio alla chitarra di Doug Aldrich. A fine 1999 è nuovamente, ma per l’ultima volta, con Yngwie Malmsteen per registrare due dischi: “Alchemy” e “War to End All Wars“. Forma quindi i Ring of Fire con Tony MacAlpine e Vitalij Kuprij.
Nel dicembre 2007 entra a far parte dei Royal Hunt. Partecipa a due canzoni del disco di Uli Jon RothUnder a Dark Sky“.
Nel settembre 2014 entra a far parte come cantante del gruppo Labyrinth.

Esce “Balls to the Wall

5 dicembre 1983: “Balls to the Wall” è il titolo del quinto album della band heavy metal tedesca Accept. Esso è stato registrato tra luglio e agosto 1983.
Per la prima volta nella storia, il disco trattò argomenti quali la politica, la sessualità, la chiesa, la coscienza, la responsabilità, la ribellione e la guerra.
L’album è considerato tra i migliori della discografia degli Accept, vendendo 2 milioni di copie.
Per questo lavoro Hermann Frank prende il posto di seconda chitarra.

Tracce

1 Balls to the Wall – 5:50
2 London Leatherboys – 3:57
3 Fight It Back – 3:30
4 Head Over Heels – 4:19
5 Losing More Than You’ve Ever Had – 5:04
6 Love Child – 3:35
7 Turn Me On – 5:12
8 Losers and Winners – 4:19
9 Guardian of the Night – 4:25
10 Winter Dreams – 4:45

Formazione

Udo Dirkschneider: voce
Herman Frank: chitarra
Wolf Hoffmann: chitarra
Peter Baltes: basso
Stefan Kaufmann: batteria

Adam Sagan ci lasciava

(21 novembre 1980 Fountain City, Wisconsin, Stati Uniti – 5 dicembre 2016)

Ricorre il giorno della morte di Adam Sagan, batterista dei Circle II Circle, White Empress, Into Eternity e Witherfall è deceduto dopo una battaglia contro un linfoma linfoblastico T, un cancro del sangue.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.