Le ricorrenze, le notizie, il Rock suddiviso per anni: l'Almanacco di Rock by WildSuccedeva oggi 

L’almanacco di Rock by Wild – 8 ottobre

Antichrist SuperstarMarilyn Manson (8 ottobre 1996)
Antichrist Superstar” è il secondo album in studio del gruppo statunitense Marilyn Manson, pubblicato dalla Nothing Records e dalla Interscope Records. Si tratta di un’opera rock sviluppata in forma di concept album, ed è il primo disco di una trilogia che comprende i successivi “Mechanical Animals” e “Holy Wood (In the Shadow of the Valley of Death)“. Dopo la pubblicazione di “Holy Wood“, Manson rivelò che la storia raccontata nella trilogia si svolge in ordine anticronologico; pertanto, “Holy Wood” inizia la storia, “Mechanical Animals” la continua e “Antichrist Superstar” la termina. L’album è stato registrato ai Nothing Studios di New Orleans e fu prodotto da Trent Reznor, frontman dei Nine Inch Nails. L’album ha venduto oltre 7 milioni di copie in tutto il mondo, di cui 1,9 milioni solo negli Stati Uniti. Furono estratti cinque singoli dall’album e questo venne accompagnato da un’autobiografia di Manson. Il gruppo supportò il disco con il controverso Dead to the World Tour. Il successo dell’album aumentò inoltre la popolarità dei Marilyn Manson e trasformò il frontman del gruppo in un’icona rock. L’album sollevò un coro di proteste da parte di gruppi religiosi e civili come la American Family Association per la presa di posizione chiaramente anti cristiana del gruppo, e per la natura trasgressiva e provocatrice delle loro canzoni, performance ed apparenza dei componenti del gruppo.

Tracce
Cycle I: The Heirophant
Irresponsible Hate Anthem – 4:17
The Beautiful People – 3:38
Dried Up, Tied and Dead to the World – 4:16
Tourniquet – 4:29

Cycle II: Inauguration of the Worm
Little Horn – 2:43
Cryptorchid – 2:44
Deformography – 4:31
Wormboy – 3:56
Mister Superstar – 5:04
Angel with the Scabbed Wings – 3:52
Kinderfeld – 4:51

Cycle III: Disintegrator Rising
Antichrist Superstar – 5:14
1996 – 4:01
Minute of Decay – 4:44
The Reflecting God – 5:36
Man That You Fear – 6:10
Track 99 – 1:39 – traccia fantasma

Formazione
Marilyn Manson – voce, chitarra, flauto di Pan
Daisy Berkowitz – chitarra solista e chitarra ritmica
Twiggy Ramirez – chitarra solista e ritmica, chitarra acustica, basso
M.W. Gacy – tastiera, loop, altri pezzi originali di informazioni audio a 16 bit
Ginger Fish – batteria, programmazione

2 Ricorrenza per l’8 ottobre

Nasceva Johnny Ramone

(Long Island, 8 ottobre 1948 – Los Angeles, 15 settembre 2004)

Buon compleanno allo scomparso chitarrista dei Ramones, John William Cummings, meglio conosciuto come Johnny Ramone, che insieme al cantante Joey Ramone, è rimasto nella band sino al 1996, anno in cui si sciolse.
Johnny Ramone nasce in una città vicino a Manhattan. Ha un’infanzia felice, anche se il periodo in cui vive non è dei più allegri. Da adolescente inizia a trasformarsi: frequenta ambienti malavitosi ed ha anche un breve incontro con l’eroina. Ne uscirà a ventanni quando un giorno, camminando in una via di New York, capisce che sta sprecando la sua vita.
In un minuto decide di doverla cambiare radicalmente, cercando di eliminare quello che non andava e di mantenere quelle poche cose buone che stava ottenendo. Comincia poi ad appassionarsi ai vari gruppi rock’n’roll, primi fra tutti gli Stooges, ed a suonare la chitarra elettrica. Più avanti suonò in una band chiamata The Tangerine Puppets e conosce Douglas Colvin, e tutti gli altri componenti dei Ramones.
Era noto per il suo stile energico e molto veloce, chiamato “The Buzzsaw style”: uno stile che ha ispirato decine di gruppi punk e post punk. La chitarra più famosa di Johnny è la Mosrite Ventures II Model bianca. Nell’agosto 1983, Johnny fu coinvolto in una rissa con Seth Macklin della band Sub Zero Construction. Johnny fu colpito alla testa e subì diverse ferite che richiesero un intervento chirurgico al cervello. Riuscì a riprendersi, e l’album successivo cui prese parte fu intitolato “Too Tough to Die” – Troppo Duro per Morire.
Il 15 settembre 2004 muore a Los Angeles nella sua abitazione dopo una lunga battaglia contro un cancro alla prostata.
All’Hollywood Forever Cemetery è stato eretto un cenotafio in suo onore, vicino a quello eretto in onore di Dee Dee Ramone. È stato realizzato dall’artista Wayne Toth e riporta le seguenti parole dello stesso Johnny:

Se un uomo può dire di aver avuto successo nella vita perché ha conosciuto ottimi amici, allora io ho avuto molto successo.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.