Le ricorrenze, le notizie, il Rock suddiviso per anni: l'Almanacco di Rock by WildSuccedeva oggi 

L’almanacco di Rock by Wild – 9 novembre

3 Ricorrenze per il 9 novembre

Esce “Come Out and Play

9 novembre 1985: “Come Out and Play” è il quarto album in studio della heavy metal band statunitense Twisted Sister pubblicato per l’Etichetta discografica Atlantic Records.
Il disco fu uno dei primi ad apparire in formato CD e debuttò al #53 nella classifica di Billboard, divenendo disco d’oro per le circa 500’000 copie vendute negli U.S.A.
Dopo il successo del precedente album in studio, “Stay Hungry“, il gruppo decise sul da farsi riguardo alla direzione musicale da prendere e optò per un approccio simile a quello dell’album precedente, sebbene un po’ più commerciale, con il produttore degli Scorpions, Dieter Dierks alla consolle. La formula non si rivelò all’altezza delle aspettative e lo stesso tour di supporto al disco fu quasi un fiasco, con numerose date cancellate.
Nel 2007 i Twisted Sister hanno venduto un’edizione limitata per gli Stati Uniti di una ventina di copie di questo album, con copertina firmata dai 5 membri della band.
L’album vedeva anche la partecipazione straordinaria di artisti come Alice Cooper, Alan St. John, Brian Setzer, Billy Joel, Clarence Clemons e Don Dokken.

Tracce

1 Come Out and Play 4:51
2 Leader of the Pack 3:48
3 You Want What We Got 3:45
4 I Believe in Rock’n’Roll 4:03
5 The Fire Still Burns 3:34
6 Be Chrool to Your Scuel 3:53
7 I Believe in You 5:23
8 Out on the Streets 4:27
9 Lookin’ Out for #1 3:07
10 Kill or Be Killed 2:47

Formazione

Dee Snider – Voce
Jay Jay French – Chitarra
Eddie “Fingers” Ojeda Chitarra
Mark “The Animal” Mendoza – Basso
A.J. Pero (Anthony Jude Pero) – Batteria

Altri musicisti

Alice Cooper – Voce nella traccia 6
Alan St. John – Tastiere
Brian Setzer – Chitarra
Billy Joel – Piano
Clarence Clemons – Sassofono
Don Dokken – Cori
Gary Holland – Cori
Maxine Waters – Cori
Julia Waters – Cori
The Uptown Horns – Corni

Esce “The Last Command

9 novembre 1985: “The Last Command” è il secondo album della band heavy metal W.A.S.P., pubblicato dalla Capitol Records.
La traccia “Running Wild in the Streets” era stata in origine composta dai Kick Axe, ma il loro produttore Spencer Proffer tentò di proporla ai Black Sabbath che rifiutarono. Verrà quindi inserita nel disco dei W.A.S.P., re-accreditata come composta da Lawless.
Il brano “Wild Child” invece originariamente era stato presentato a Nikki Sixx per i suoi Motley Crue, ma l’artista lo escluse perché non in linea con la voce del cantante Vince Neil.
Il lavoro dei W.A.S.P. non bissò il risultato commerciale del precedente omonimo album, nonostante la certificazione di disco d’oro.

Live Report W.A.S.P. live – 04 11 2015

Tracce

1 Wild child – 5:12
2 Ballcrusher – 3:27
3 Fistful of diamonds – 4:13
4 Jack Action – 4:16
5 Widowmaker – 5:17
6 Blind in Texas – 4:21
7 Cries in the night – 3:41
8 The last command – 4:10
9 Running wild in the streets – 3:30
10 Sex drive – 3:12

Formazione

Blackie Lawless – Voce / Basso
Chris Holmes – Chitarra
Randy Piper – Chitarra / Coro
Steve Riley – Batteria

Esce “Fight to Survive

9 novembre 1985: “Fight to Survive” è il primo album dei White Lion, uscito per l’etichetta discografica Elektra Records nel solo Giappone, mentre negli U.S.A. venne pubblicato 7 mesi più tardi, nel giugno del 1986, per la Asylum Records. L’Elektra Records, infatti, per la quale il gruppo aveva firmato un contratto, accantonò l’album senza alcuna intenzione di distribuirlo negli Stati Uniti. Fu l’etichetta indipendente Grand Slamm Records che successivamente comprò i diritti dalla Elektra e pubblicò il disco in Nord America nel 1986.
Il cantante Mike Tramp ha spiegato come, una volta sciolto il contratto che legava i White Lion alla Elektra, il loro manager sia riuscito ad ottenere il diritto di concedere in licenza l’album e pubblicarlo in Giappone.
Tramp stesso ha ha affermato di andare molto orgoglioso di brani come “All the Fallen Men” e “Kid of 1000 Faces“, da egli ritenuti come i più oscuri che abbia mai scritto.
L’album è entrato in classifica solamente nel 1988, in seguito al successo ottenuto dal gruppo con il successivo “Pride“, raggiungendo la posizione numero 151 della Billboard 200 negli Stati Uniti.
La canzone “Broken Heart” è stata pubblicata come singolo di debutto della band ed è stata accompagnata da un video musicale. Il brano è stato poi nuovamente registrato per l’album “Mane Attraction” nel 1991.

Tracce

1 Broken Heart (Bratta, Tramp) 3:33
2 Cherokee (Bratta, Tramp) 4:56
3 Fight to Survive (Bratta, Capozzi, Tramp) 5:13
4 Where Do We Run (Bratta, Robinson, Tramp) 3:29
5 In the City (Bratta, Capozzi, Robinson, Tramp) 4:39
6 All the Fallen Men (Bratta, Tramp) 4:53
7 All Burn in Hell (Bratta, Capozzi, Tramp) 4:21
8 Kid of 1000 Faces (Bratta, Capozzi, Robinson, Tramp) 4:02
9 El Salvador (Bratta, Tramp) 4:49
10 The Road to Valhalla (Bratta, Tramp) 4:30

Formazione

Mike Tramp – voce
Vito Bratta – chitarre
Felix Robinson – basso (non accreditato)
Nicki Capozzi – batteria (non accreditato)
James Lomenzo – basso (solo accreditato, non suonò nel disco)
Greg D’Angelo – batteria (solo accreditato, non suonò nel disco)

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.