Burke ShelleyNews 

Burke Shelley: morto il cantante/bassista dei Budgie

Burke Shelley, storico bassista/cantante dei Budgie è morto all’età di 71 anni. La notizia della sua scomparsa è stata data via social dalla figlia Ela. Negli ultimi anni della sua vita soffrì della sindrome di Stickler e in due occasioni ebbe un aneurisma aortico. Shelley è morto nel sonno all’Heath Hospital il 10 gennaio 2022, all’età di 71 anni. Gli sopravvivono quattro figli: Ela (che ha dato la notizia della morte di suo padre), Osian, Dimitri e Nathaniel.

Di seguito il comunicato di Ela:

“E’ con grande tristezza che annuncio la morte di mio padre John Burke Shelley. E’ morto nel sonno questa mattina all’ospedale di Cardiff, la sua città natale. Aveva 71 anni. Vi prego di rispettare la privacy della famiglia in questo momento.
Con amore, i suoi figli Ela, Osian, Dimitri e Nathaniel“.

John Burke Shelley è stato un musicista gallese e cantautore, meglio conosciuto come il cantante e bassista dell’hard rock band Budgie. Shelley è stao spesso paragonato al bassista/cantante dei Rush Geddy Lee, poiché entrambi condividono la posizione di bassista/cantante in gruppi di power trio, entrambi hanno voci di canto acuti distintive e durante la metà degli anni ’70 avevano una sorprendente somiglianza l’uno all’altro, con lunghi capelli lisci e occhiali enormi. Entrambi i cantanti possedevano una gamma vocale alto tenore, ma a differenza di Lee, che è un fingerstylist, Shelley ha suonato il basso con un plettro per chitarra. Oltre a cantare e suonare il basso per il gruppo, Shelley ha anche suonato le tastiere nei suoi primi album, in particolare Mellotronsu “Young is a World” dal loro secondo album “Squawk“.
Shelley era un cristiano; In un’intervista del 2010 per il documentario della BBC Heavy Metal Britannia, ha espresso le sue convinzioni cristiane e ha detto di essere sempre stato a disagio con i testi a tema occulto di band come i Black Sabbath.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.