ClutchNews 

Clutch: l’intero concerto al Wacken Open Air 2016

I Clutch hanno reso disponibile online la registrazione ufficiale della loro esibizione al Wacken Open Air avvenuta lo scorso 6 Agosto.

Di seguito le parole del batterista Jean-Paul Gaster riguardo i progetti della band per il 2017:

“Stiamo già scrivendo qualcosa, ma torneremo presto on stage; i tour, in realtà, non finiscono mai. Di tanto in tanto ci prendiamo delle pause. Durante i primi tre mesi del nuovo anno ci prenderemo di sicuro un periodo di pausa dall’attività live e ci dedicheremo anima e corpo alla scrittura, vedremo che tipo di direzione musicale prenderà il nuovo materiale e decideremo quando iniziare le registrazioni. Probabilmente suoneremo in alcuni show in primavera durante i quali suoneremo nuove canzoni. Per me, in quanto batterista, eseguire nuovo materiale dal vivo è molto importante; si tratta di esperienze propedeutiche per valutare la bontà del materiale che si sta registrando. Durante un live show ti rendi subito conto della validità di una melodia, di un brano, puoi misurare la reazione del pubblico e valutare che presa ha il nuovo materiale. In questo modo comprendi che tipo di aggiustamenti bisogna apportare ai brani. Si tratta, quindi, di una dinamica fondamentale, cruciale per la creazione di nuove canzoni”.

Guarda qui il video dell’intero concerto al al Wacken Open Air 2016

Questa è la setlist dello show:

01. Who Wants To Rock?
02. X-Ray Visions
03. Firebirds!
04. Sea Of Destruction
05. Burning Beard
06. Son Of Virginia
07. Cypress Grove
08. Earth Rocker
09. Sucker For The Witch
10. The Regulator
11. Gravel Road
12. A Quick Death In Texas
13. Your Love Is Incarceration
14. D.C. Sound Attack!
15. A Shogun Named Marcus
16. Electric Worry / One Eye Dollar

I Clutch (originariamente chiamati Guilt Trip e derivanti dai Moral Minority) si formarono a Germantown, Maryland, nel 1990; la primissima formazione comprendeva Jean-Paul Gaster (batteria), Tim Sult (chitarra) e Roger Smalls (voce). Smalls lasciò presto il progetto e fu sostituito da Neil Fallon, già amico degli altri componenti del gruppo fin dalle scuole superiori. La band acquisì notorietà grazie alle numerose e costanti esibizioni dal vivo. La loro prima produzione a fini commerciali fu il singolo “Passive Restraints” (per la Earache), che attirò l’attenzione di altre case discografiche.
Il loro LP di debutto, “Transnational Speedway League“, fu pubblicato nel 1993. Ad oggi la band ha composto dieci album in studio, oltre a numerosi live e raccolte di inediti, e possiede anche una propria casa discografica, la Weathermaker.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.