Dave Lombardo's Philm @ Planet - 15 09 2015Live Report Internazionali 

Dave Lombardo’s Philm + Juggernaut @ Planet – 15 09 2015

I Philm di Dave Lombardo, trascinati dal loro ultimo album “Fire From The Evening Sun” tornano finalmente nella Capitale, dopo le date di Bologna e Pescara.
Facile pensare che nella splendida cornice del Planet Live Club, il buon Dave, star e leggenda assoluta nella storia del duro metallo per i suoi trascorsi negli Slayer, accompagnato da Pancho Tomaselli al basso e Gerry Nestler alla voce e chitarra, facessero il pienone di gente, o perlomeno questo pensavo io, ma la scelta del martedì lavorativo, la Champions League e forse la poca pubblicità su strada non ha portato i frutti sperati, quindi eccoci a parlare di una splendida serata di grande musica, purtroppo per pochi intimi (come si dice: pochi ma buoni… e rumorosi!).
Già dal mio arrivo in zona la situazione era soporifera (no, il gas dall’altro lato della strada non c’entra nulla), quindi l’inizio del concerto, fissato per le 21:00 è slittato fino alle 22:30, per dare il tempo ai ritardatari di non perdersi l’evento… un po’ di persone sono arrivate effettivamente, ma niente che potesse eliminare gli spifferi della bella sala climatizzata del locale.
Parlando del Planet, ex Alpheus per i fan di vecchia data, l’ho ritrovato notevolmente migliorato nella composizione interna degli spazi, con un rinnovato palchetto sopraelevato, ringhiera a balconcino sul lato destro in direzione del palco e poltroncine molto comode dislocate in vari punti; purtroppo non essendoci ancora un pit per i fotografi (sigh!), ho sfruttato queste comode novità nel migliore dei modi per il mio servizio fotografico.

Juggernaut

Ragazzi, ve lo dico subito, vi siete persi un gran bel live stasera!
Sono le ore 22:30, e sul palco salgono i Romani Juggernaut.
Fondati nel 2006, Andrea Carletti, Roberto Cippitelli, Matteo D’Amicis e Luigi Farina prendono velocemente tutta l’attenzione del pubblico; il loro Instrumental Post Hardcore è ipnotico, potente e minaccioso, aiutato anche da luci rosse intense che accentuano il ritmo incalzate dei loro pezzi tratti dall’album targato 2014 “Trama!“; ammetto che hanno fatto letteralmente tremare il locale… i miei complimenti, siete stati devastanti.

Dave Lombardo’s Philm

Cambio di palco, Dave e compagni sistemano minuziosamente ogni strumento, c’è molta meticolosità da parte di Dave, mentre Pancho intrattiene simpaticamente il pubblico con parole in Italiano, indicando un adesivo dell’Italia sul retro del suo basso (secondo me lo ha fatto e lo farà a tutte e 5 le date italiane 😛 ).
Tutto pronto e si inizia, Dave è incredibile: veloce, preciso e potente, ha tutta l’aria di essere rinato con questo progetto sperimentale che fonde vari generi, si passa dal trash all’hardcore. La voce di Gerry Nestler è sporca e aggressiva, e si amalgama a perfezione con il sound generale. Pancho Tomaselli carica ed incita il pubblico con pose plastiche assieme al suo fido basso.
Le luci partono con un rosso intenso e sanguigno, per poi sfociare in gradazioni di colore e temperatura più adatte ai fotografi presenti, (non molto potenti ad essere sinceri).
L’acustica è perfetta per entrambe le performance, e il pubblico presente è visibilmente soddisfatto.
Il live arriva velocemente alla fine, (quando una cosa piace sembra durare sempre troppo poco), inchini di rito e sorrisi per tutti, in attesa di foto e autografi nello stand del gruppo.

In conclusione, posso affermare che i Philm sono una splendida realtà, che mette nuovamente in mostra il talento e lo stile unico di un grandissimo musicista come Dave Lombardo, (i suoi colleghi non sono comunque da meno), per nulla vincolato al suo incredibile passato, ma proiettato verso nuovi stimoli creativi.

E, giusto per essere chiari: per chi non c’era, vi siete persi un gran bel live stasera, sapevatelo!
Un ringraziamento speciale va ad Ilaria Degl’Innocenti per avermi gentilmente passato le scalette 😉

Setlist Juggernaut:

Pietra Grezza
Ballo Excelsior
Egregoro
Crapula
V.I.T.R.I.O.L.

Setlist Philm:

Fire From The Evening Sun
Vitriolize
Fanboy
Blue Dragon
Lady of the Lake
Lion’s Pit
Omniscience
Train
We Sail at Dawn
Way Down
Sex Amp
Dome
Chalace
Mild

Galleria Fotografica a cura di Stefano Panaro
Per le foto in alta risoluzione: info@romebywild.it

Guarda anche l’intervista di Rock by Wild (allora Rome by Wild) ai Philm – 23 04 2013:

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.