Arch Enemy - Deceivers - Album CoverNews 

Arch Enemy: il nuovo album “Deceivers” in uscita il 29 Luglio 2022

Deceivers” è il nuovo e undicesimo album degli Arch Enemy in uscita il 29 luglio 2022 su Century Media Records. 11 brani spietatamente orecchiabili e spietatamente violenti. Il nuovo singolo “Handshake With Hell” verrà presentato la prossima settimana venerdì 4 febbraio assieme ai preorder dell’album. L’artwork è stato curato da Alex Reisfar.

Di seguito il commento del chitarrista Michael Amott:

“È sempre una sfida alzare l’asticella ogni volta, sia dal lato del songwriting che in quello della produzione, e può sembrare un po’ scoraggiante prima di entrare in studio. Ma una volta che iniziamo e ci immergiamo completamente nel processo creativo è come se non ci fosse nient’altro al mondo, siamo molto concentrati. E che ci crediate o no, per la maggior parte del tempo, ci divertiamo un sacco a fare questa musica! La stesura di “Deceivers” non è stata differente, ancora una volta abbiamo chiuso fuori il mondo esterno e ci siamo buttati al 100%. Credo che abbiamo tirato fuori alcune melodie e alcuni testi davvero interessanti questa volta, alcune cose potrebbero farvi sollevare un sopracciglio o addirittura entrambi, pur mantenendo tutti gli elementi distintivi della band. Alla fine, è Arch Enemy a tutta velocità e potenza!”.

Questa sarà a tracklist di “Deceivers”:

1. Handshake With Hell
2. Deceiver, Deceiver
3. In The Eye Of The Storm
4. The Watcher
5. Poisoned Arrow
6. Sunset Over The Empire
7. House Of Mirrors
8. Spreading Black Wings
9. Mourning Star
10. One Last Time
11. Exiled From Earth

Gli Arch Enemy vennero concepiti da Michael Amott (Carcass, ex-Carnage e Spiritual Beggars), insieme al fratello minore Christopher (entrambi alla chitarra),ai quali si aggiunsero il cantante Johan Liiva (ex-Carnage) e il batterista Daniel Erlandsson (Armageddon, Eucharist). Il primo disco, intitolato “Black Earth“, venne pubblicato dalla ora defunta Wrong Again Records nel 1996. Il disco ricevette un buon successo in Giappone ed in Europa. Il gruppo era però poco più che un progetto solista per Michael Amott, che scrisse tutte le canzoni e incise anche le parti di basso, nonostante le note del libretto indichino che le parti di basso erano state suonate da Johan Liiva. Fu lo stesso Michael Amott a rivelare in seguito che l’unico motivo era quello di non far sembrare gli Arch Enemy il suo gruppo. Dopo l’uscita di “Black Earth” il gruppo cambiò etichetta, firmando un contratto con la Century Media Records. Nel 1998 venne pubblicato il secondo disco, “Stigmata“, in cui entrarono in formazione il bassista Martin Bengtsson ed il batterista Peter Wildoer. Quest’album ottenne le attenzioni di una più ampia audience, raggiungendo una certa popolarità anche negli Stati Uniti. Questo fu anche il loro primo disco distribuito in tutto il mondo. Nel 1999 Sharlee D’Angelo divenne il nuovo bassista e Daniel Erlandsson venne reclutato per la seconda volta. Insieme, il gruppo registrò e pubblicò il terzo album “Burning Bridges“, il quale fu seguito dall’album dal vivo “Burning Japan Live” 1999, distribuito inizialmente in Giappone e successivamente nel resto del mondo. “Burning Bridges” segnò comunque una svolta nello stile degli Arch Enemy, cominciando un approccio più melodico, senza per questo dimenticare la pesantezza dei primi due dischi. “War Eternal” è il nono album studio della band pubblicato il 9 giugno 2014 da Century Media.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.