Enuff Z' NuffNews 

Enuff Z’Nuff : il video di “Dog On A Bone”

Dog On A Bone” è il nuovo videoclip ufficiale degli Enuff Z’Nuff disponibile online. Il brano è estratto dal nuovo album della band americana, intitolato “Clowns Lounge“, in uscita il prossimo 2 dicembre per Frontiers Music. Il disco contiene materiale raro e inedito e di demo che arrivano dagli anni d’esordio della band. Il tutto è stato rivisto e ri-registrato dagli Enuff Z’Nuff e vanta la presenza del compianto cantante Jani Lane dei Warrant e di James Young degli Styx.

Guarda qui il video di “Dog On A Bone

Questa sarà la tracklist di “Clowns Lounge”:

01. Dog On A Bone
02. Runaway
03. Back In Time
04. She Makes It Harder
05. Rockabye Dreamland
06. The Devil Of Shakespeare (feat. Jani Lane and James Young)
07. Radio
08. Good Luv
09. Round And Round
10. Nothing
11. Backstreet Kids
12. One More Hit

Gli Enuff Z’nuff sono un gruppo hair metal fondato a Blue Island (Illinois), vicino a Chicago nel 1983, dagli allora entrambi quindicenni, il bassista Chip Z’Nuff e il cantante Donnie Vie. Il gruppo inizialmente prende il nome Enough Z’Nuff, e la prima formazione comprendeva il chitarrista Gino Martino e il batterista B.W. Boeski.
Nel 1985 pubblicano il primo demo “Hollywood Squares“, assumendo il nome attuale della band. Poco dopo Martino e Boeski lasciano il gruppo, e vengono immediatamente sostituiti dal batterista Vik Foxx e l’ex-chitarrista dei Le Mans, Derek Frigo. Con questa formazione registrano nel 1986 “Fingers on It” per la colonna sonora del film Henry, pioggia di sangue.
A distanza di quattro anni, nei quali il gruppo si esibisce in diversi bar dell’Illinois, gli Enuff Z’Nuff accettano un contratto offerto dall’Atco (ma ricevono anche offerte da Capitol, Chrysalis e Warner Brothers).
Nel 1989 esce l’album di debutto “Enuff Z’nuff“, da cui vengono estratti i singoli “New Thing” e “Fly High Michelle“, accompagnati da videoclip mandati in rotazione su MTV.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.