Orquesta Del Desierto - DOS - Album CoverNews 

Orquesta del Desierto: la ristampa dell’album “Dos” il 17 Febbraio 2017

Dos“, a 12 anni dall’uscita in cd, la Spin On Black ristampa il capolavoro degli americani Orquesta del Desiertoa affidandone la nuova veste grafica a Luca “Solo Macello” Martinotti. La trasposizione in vinile, remixato e remasterizzato da Harper Hugg al Thunder Underground Studio, Palm Springs, sarà disponibile il 17 febbraio in 500 copie numerate, 180 gr. gatefold.
Questa particolare versione conterrà “Rope” e “Reaching Out” inedite in Europa e “El Diablo un Patronounreleased negli Stati Uniti. “Dos” vi consegnerà le chiavi per assaporare il romanticismo del deserto come non lo avete mai sentito prima.
Se l’esordio degli Orquesta del Desierto mostrava tutti i segni di un songwriting scritto a quattro mani, “Dos” invece vanta l’ampia varietà d’arrangiamenti e un cambio di rotta entrambi legati alla presenza di alcune take partorite da Mark Engel e Mike Riley, musicisti capaci di creare nuove dinamiche incastonate nelle tessiture del songwriting. Questo secondo lavoro è la dimostrazione della crescita interna della band e del raggiungimento di uno stile musicale sincero e cristallino. L’ammodernamento del sound offre nuove soluzioni in alta fedeltà non disponibili nel momento il cui il gruppo registrò e produsse l’album.

Gli Orquesta del Desierto si riuniscono al Rancho de la Luna per la registrazione del loro secondo e ultimo album. Per l’occasione la line-up subisce significative variazioni. Con Pete Stahl, Dandy Brown, Mario Lalli, Mark Engel e Mike Riley saldamente al comando metà sezione ritmica (Alfredo Hernandez alla batteria e il percussionista Sean Landetta Carrillo) salta assieme ai fiati nella figura di San Jacinto. Le new entry rispondono ai nomi di Adam Maples, Pete Davidson e Tim Jones al piano. Al resto del combo si uniscono Emiliano Hernandez al sax baritono e Bill Barrett alla tromba. L’uscita di “Dos” (2004) vede gli Orquesta del Desierto impegnati nel loro primo lungo tour con una serie di show nel sud est degli U.S. e varie date in Francia, Belgio, Spagna, Olanda, Svizzera e Germania. Il successo ottenuto lascia ben sperare in un terzo album che, però, non vedrà mai la luce a causa del successivo scioglimento del 2006.

Questa è la tracklist di “Dos”:

SIDE A

1. Life Without Color
2. Summer
3. Rope
4. Someday
5. Quick to Disperse

SIDE B

6. What in the World
7. El Diablo un Patrono
8. Over Here
9. Sleeping in the Dream
10. Above the Big Wide
11. Reaching Out

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.