Joe Bonamassa - Easy To Buy Hard To Sell - Album CoverNews 

Joe Bonamassa: il nuovo album “Easy To Build, Hard To Sell” il 10 Aprile 2020

Easy To Build, Hard To Sell” è il titolo del nuovo album di Joe Bonamassa, o meglio del suo nuovo progetto musicale chiamato The Sleep Eazys. La band è composta in gran parte dal gruppo itinerante di Joe: Anton Fig (batteria), Michael Rhodes (basso), Reese Wynans (tastiere), Lee Thornburg (tromba), Paulie Cerra (sassofono), insieme a Jade MacRae e Juanita Tippins alla voce di supporto. Il disco, che sarà strumentale e composto da nove tracce verrà pubblicato via Mascot Label Group il 10 aprile su CD e venerdì 15 maggio su vinile. Prodotto dallo stesso Joe Bonamassa, “Easy To Buy, Hard To Sell” è un omaggio al mentore musicale di Joe, il compianto Danny Gatton, e si apre in modo appropriato con la cover di un suo brano, “Fun House“.

Di seguito le parole del chitarrista Joe Bonamassa:

“Ad essere sincero, ho sempre voluto fare un disco come questo. Ma per essere ancora più onesto, non sono sicuro di essere pronto, sia dal punto di vista professionale che musicale. Però è il momento giusto per rendere omaggio al mentore, amico e uno dei più grandi chitarristi di tutti i tempi: il defunto Danny Gatton. Il tempo trascorso con Danny da bambino, ha influenzato il mio percorso musicale più di chiunque altro”.

Questa è la tracklist di “Easy To Buy, Hard To Sell”:

1. Fun House
2. Move
3. Ace Of Spades
4. Ha So
5. Hawaiian Eye
6. Bond (On Her Majesty’s Secret Service)
7. Polk Salad Annie
8. Blue Nocturne
9. It Was A Very Good Year

Joe Bonamassa, chitarrista, cantante e cantautore statunitense. Esordiente negli anni 2000, dotato di una notevole tecnica, pulizia del suono e professionalità in studio, e di uno stile tutto suo, privo di virtuosismi fini a se stesso, è rapidamente diventato uno fra i più apprezzati chitarristi del contemporaneo panorama musicale rock. Di evidenti origini Italiane, ha iniziato a suonare musica classica finché scoprì il blues. All’età di soli 12 anni ha partecipato a un tour di B.B. King. Tra le sue influenze, come ricorda egli stesso nelle sue interviste, si trovano personaggi molto importanti all’interno della scena chitarristica blues-rock british, tra cui Jeff Beck, Jimmy Page, Peter Green, Rory Gallagher ed altri, tra cui i maggiori esponenti del blues americano, prevalentemente B.B. King e Stevie Ray Vaughan. Nel maggio del 2009 ha ospitato Eric Clapton durante un suo concerto a Londra alla Royal Albert Hall, poi edito su Dvd. Nel maggio 2012 ha pubblicato il suo lavoro in studio, “Driving Towards the Daylight“. Nel Giugno 2010 ha partecipato al “Crossroads Guitar Festival 2010” a Chicago, l’ormai consueto raduno del gotha dei chitarristi, organizzato a scopo di beneficenza da Eric Clapton. Ha formato con Jason Bonham, (figlio del celebre John Bonham, batterista dei Led Zeppelin), Derek Sherinian, (ex Dream Theater), alle tastiere, e al basso e voce Glenn Hughes, (ex Deep Purple e Black Sabbath), il supergruppo rock Black Country Communion, con il quale ha pubblicato il 20 settembre 2010 l’omonimo album di debutto.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.