Frankie BanaliNews 

Quiet Riot: tumore al pancreas per Frankie Banali

Frankie Banali, batterista dei Quiet Riot, ha un tumore al pancreas. Il musicista americano ha diffuso un comunicato attraverso i canali social di di Mitch Lafon.

Di seguito le parole di Frankie Banali:

“Voglio far sapere a tutti i miei amici e fan perchè non ho tenuto alcuni show quest’ anno. Il 17 aprile mi hanno diagnosticato un tumore al pancreas al quarto stadio. All’inizio la prognosi era spaventosa ma poi ho combattuto e ora sono grato di poter dire che, dopo molti cicli di chemioterapia e altri trattamenti, sono in via di guarigione. Non sarà facile ma continuerò a battermi. Io vorrei suonare sempre ai concerti dei Quiet Riot e questa è la prima volta in 38 anni che non lo faccio. Sappiate che, se fossi stato in grado di volare, avrei suonato e nulla mi avrebbe fermato. Ora sto molto meglio e mi sento più in forze. Intendo suonare con i Quiet Riot al Whisky A Go Go Sabato 26 ottobre e tornare in tour con la band nel 2020, quindi spero di vedervi in quelle occasioni”.

Oltre che per i Quiet Riot Frankie Banali è famoso per essere stato membro dell’heavy metal band W.A.S.P.. Ha anche suonato per Ozzy Osbourne e in alcuni album di Billy Idol. E’ anche stato batterista per alcuni tour dei Faster Pussycat e Dokken. Si trasferisce a Los Angeles, dove trascorre quattro anni a suonare la batteria con vari gruppi, tra cui Steppenwolf con Nick St. Nicholas e Goldy McJohn. Nel 1980, ha unito le forze con Kevin DuBrow per formare i Dubrow con il chitarrista Carlos Cavazo e il bassista Chuck Wright. Dopo che Rudy Sarzo sostituì Wright, i Dubrow cambiano nome in Quiet Riot. Dopo la morte di sua madre, nel novembre 1990, Banali formò una band chiamata Heavy Bones con il chitarrista Gary Hoey, che ha pubblicato un solo album nel 1992, prima di sciogliersi. A metà del 2010, Banali apre una raccolta di fondi on-line tramite Kickstarter con la sua fidanzata Regina Russell per la produzione di un documentario sulla band, intitolato “Well Now You’re Here, There’s No Way Back“. L’importo finale raggiunto era di quasi 24.000 $, e tra coloro che hanno donato, c’è stata anche la madre del defunto cantante dei Quiet Riot, Kevin DuBrow. Il film è stato presentato al Newport Beach Film Festival il 29 aprile 2014. Le influenze principali di Frankie Banali includono John Bonham, Buddy Rich, Simon Phillips, Dennis Chambers, e Vinnie Colaiuta.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.