2 agosto 1951 - nasce Joe Lynn TurnerNews 

Joe Lynn Turner: attacca l’etichetta Frontiers Music

Frontiers Music, famosa etichetta discografica italiana, è stata attaccata dal cantante Joe Lynn Turner (ex-Rainbow, ex-Deep Purple) in un recente comunicato diffuso via social. Il singer americano ha criticato la decisione presa dalla Frontiers Music di far proseguire la band Sunstorm senza di lui, sostenendo che nessuno lo ha informato che sarebbe stato sostituito nel progetto che lo ha visto protagonista per 14 anni.
La settimana scorsa, l’etichetta aveva annunciato che i Sunstorm avrebbero avuto come nuovo frontman ‘uno dei talenti vocali più impressionanti emersi negli ultimi anni’: Ronnie Romero dei Rainbow e Lords Of Black. L’album di debutto con Romero alla voce, intitolato “Afterlife“, uscirà il 12 marzo 2021. Il primo assaggio è arrivato questa settimana con l’uscita del singolo e del video per il brano “Swan Song“.

Di seguito il comunicato di Joe Lynn Turner del 17 gennaio:

“Cari fan, grazie per l’attenzione e per il vostro interessamento. Ho ritenuto necessario rilasciare questa seconda dichiarazione per chiarire ulteriormente e spiegare la mia posizione. Ho pubblicato una prima dichiarazione a dicembre, in cui ho cercato di spiegare le ragioni della mia uscita dal progetto Sunstorm. La mia dichiarazione era molto chiara, tuttavia, nel comunicato stampa ufficiale della Frontiers relativo al nuovo album dei Sunstorm e nelle dichiarazioni che lo accompagnano, a mio parere vedo un chiaro tentativo di distorcere le mie parole per giustificare la promozione di questa nuova versione della band e mostrare l’autonomia dell’etichetta circa le attività creative e commerciali, e dimostrare anche il fatto che non esistono considerazioni morali o etiche fintanto che la società detiene il marchio legale del gruppo…
Per come la vedo io, quello che la Frontiers sostiene sul mio conto nel suo comunicato ufficiale, non ha nulla a che vedere con i fatti reali. Sono turbato per il fatto che la mia figura professionale, nome e la mia immagine vengano utilizzate sui media come scusa per giustificare le loro azioni e l’intenzione di portare avanti il progetto con un altro cantante. Cercano di convincere i fan che mi sono allontanato dalla direzione rock melodica originale dei primi album nei quali ero il cantante principale e sottintendono che non volevo continuare a causa del mio ‘desiderio di lavorare su stili musicali più pesanti’ ma non è assolutamente vero! E’ una fake news!
A giudicare dalla quantità di domande che i fan stanno facendo attraverso i social media, sono preoccupato per le false dichiarazioni della Frontiers, che non si basano sulla conoscenza diretta della realtà. Ho talmente tante demo di altri pezzi AOR che potrei pubblicare un album in stile AOR anche domani. Immagino che prenderò quei miei pezzi e li pubblicherò per un’altra etichetta. Non ho alcuna intenzione di abbandonare le mie radici AOR! Serafino Perugino, presidente della Frontiers e direttore di A&R, afferma di aver riportato questo sesto album ‘verso lo stile musicale originale stabilito con i primi album, con risultati eccezionali’. A mio modesto parere, dopo aver ascoltato il primo singolo pubblicato dal nuovo album, non potrebbe essere più lontano dalla verità. Sembra che ci sia molta ipocrisia in tutta questa situazione. Io non ci vedo uno ‘stile musicale originale’. Non c’è il produttore originale, il cantante originale, i membri della band o i compositori originali…. nulla. Quindi, il problema principale qui è: perché continuare a chiamare il progetto Sunstorm? Chi pensano che di poter prendere in giro? Dopo tutto, solo i fan possono giudicare.
Per me assomiglia alla maggior parte delle pubblicazioni presenti nel catalogo Frontiers, poiché spesso sembrano essere scritte, eseguite e prodotte dalla stessa fonte. Questo è esattamente il motivo per cui non avrei continuato. Con Alessandro Del Vecchio che come al solito si è occupato della scrittura delle canzoni e Perugino che supervisiona l’A & R e la direzione creativa, come sottolineano nella loro dichiarazione ufficiale, credo, che lo scopo del progetto originale AOR cessava di esistere e, quindi, ero estremamente riluttante ad offrire altre mie canzoni originali, a causa della mancanza di negoziazione, promozione, strategie di business scadenti e generale mancanza di rispetto per me da parte loro. Cercai di esprimere queste preoccupazioni 3 anni fa durante la registrazione del quinto album “The Road to Hell” ma non vennero ascoltate, riconosciute o prese in considerazione dalla Frontiers. Una situazione totalmente frustrante! Devo essere molto chiaro, non parlo per conto di altri artisti della Frontiers e non lo farei mai. Non ho assolutamente intenzione di attaccare o diffamare qualcuno, ma questa è la mia esperienza e il mio punto di vista personale dopo tanti anni di collaborazione… Nella mia cinquantennale carriera, sono stato con case discografiche molto più grandi e non sono mai stato trattato e svalutato come con la Frontiers. Ho passato 14 anni a dedicarmi ai Sunstorm… solo per venire ingiustamente sostituito… ancora una volta, non sono mai stato informato che l’etichetta avrebbe portato avanti il nome Sunstorm con un altro cantante…In chiusura, vorrei cogliere questa opportunità per ringraziare tutti i fan per il loro incredibile supporto che hanno dato a me e ai Sunstorm nel corso di tutti questi anni. La vostra fedeltà è il motivo esatto per cui io come artista dovevo prendere questa posizione e sostenere la qualità e lo scopo di ciò che tutti amiamo e apprezziamo della musica! Non avrei mai imbrogliato voi o me stesso scendendo a compromessi con certe dinamiche aziendali! Gli Artisti insieme ai Fan devono preservare l’integrità dell’Arte”.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.