4 febbraio 1948 - nasce Alice CooperNews 

Alice Cooper: il video “Don’t Give Up”

Il video “Don’t Give Up” di Alice Cooper è da oggi disponibile online. Un brano sulla strana difficile situazione che il mondo sta vivendo. Pochi giorni fa il cantante americano aveva invitato i fan a partecipare alla realizzazione del video.

Guarda qui il video di “Don’t Give Up

ALICE COOPER, insieme all’azienda The Danzeisen Dairy, ha creato un nuovo prodotto per tutti i suoi fan: il latte al cioccolato in bottiglietta di vetro con la propria immagine.Da questo autunno, in tutta l’Arizona, si potrà acquistare questo prodotto i cui proventi andranno all’ente benefico Solid Rock fondato da ALICE COOPER e sua moglie Sheryl e che offre istruzione gratuita ai ragazzi dai 12 ai 20 anni, fornendo loro lezioni di musica, fotografia, arte, danza e cinema
https://www.youtube.com/watch?time_continue=197&v=__YxWnRACxI&feature=emb_title

Alice Cooper, all’anagrafe Vincent Damon Furnier è un cantante e attore statunitense, tra i personaggi più controversi e discussi nella storia del rock. I suoi concerti sono macabri e cruenti, ma allo stesso tempo molto spettacolari. Le sue performance live sono famose per la presenza di elementi scenici come ghigliottine, bambole impalate e il famigerato boa (vero) attorcigliato al collo, oltre che per il caratteristico corpse paint, trucco facciale dalle sembianze “cadaveriche”. Cooper è infatti considerato tra i più importanti esponenti del cosiddetto shock rock, un genere che prevede appunto esibizioni di questo tipo. I suoi testi contengono spesso elementi ispirati dalla narrativa horror; tuttavia, nell’ampia produzione dell’artista si trovano brani sugli argomenti più diversi, inclusi temi di ampio respiro come la libertà di espressione, la religione e i problemi legati alla società statunitense. È in piena attività e vanta una carriera quarantennale. La sua musica e la sua presenza scenica hanno avuto un notevole influsso su vari artisti shock rock venuti dopo come GG Allin, Rob Zombie, W.A.S.P., Marilyn Manson, Lizzy Borden, King Diamond, Death SS, Slipknot, Lordi, GWAR, Twisted Sister, Mötley Crüe, Murderdolls e Wednesday13. La fortuna di conoscere Frank Zappa, il suo maggiore idolo, fu determinante per il suo inizio di carriera, tant’è che Zappa diede un notevole aiuto al suo gruppo durante gli esordi. Furnier fece una buona impressione a lui e al suo manager Shep Gordon, e nel 1969 pubblicano il primo album, “Pretties for You“, per la loro etichetta, la Straight Records.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.