News 

Brian May: un infarto al chitarrista dei Queen

Infarto a Brian May; Il chitarrista dei Queen ha rivelato tramite un post su Instagram, di aver avuto un leggero attacco cardiaco e di essere stato portato in ospedale d’emergenza.

Di seguito le parole di Brin May

“Ho avuto un piccolo infarto, solo 15 minuti di dolore al petto e alle braccia e sudore. Il dottore mi ha portato in ospedale con la sua auto, sono stato sottoposto a tutti gli esami ed è venuto fuori un problema. Sono stato molto fortunato a esser stato curato prontamente. Il giorno successivo abbiamo notato che avevo tre arterie ostruite e che avrei dovuto mettere un bypass, ma altri poi mi hanno detto che non c’era bisogno e che avrei potuto, in modo più veloce, giungere a una soluzione con gli stent, e così ho scelto questa opzione. Sono quasi sollevato di far anch’io parte del club, non mi sento turbato per niente! Forse 50 anni a correre in giro con la cinghia della chitarra sulla spalla sinistra a sostenere un grosso peso hanno avuto qualcosa a che fare con la mia salute attuale, ma ne è sicuramente valsa la pena!”.

Brian Harold May, cantautore, musicista e compositore britannico, famoso per essere il chitarrista dei Queen, band da lui fondata insieme a Freddie Mercury e Roger Taylor. È l’autore di alcuni dei brani più celebri del gruppo, come “Tie Your Mother Down“, “We Will Rock You“, “Flash“, “Hammer to Fall“, “Who Wants to Live Forever“, “I Want It All“, “Save Me” e “The Show Must Go On“. In possesso di uno ottimo talento compositivo, May è noto anche per il suo suono, che lo rende immediatamente riconoscibile. Il suo tratto sonoro distintivo è l’utilizzo della chitarra come strumento orchestrale, per armonie polifoniche creando strati su strati sovraincisi. May è stato uno dei primi chitarristi ad utilizzare il tapping e accordatura in drop “D” (“The Prophet’s Song” in “A Night At The Opera“).

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.