Sex PistolsNews 

Sex Pistols: Johnny Rotten citato in giudizio

Johnny Rotten citato in giudizio dagli altri membri dei Sex Pistols, Steve Jones e Paul Cook per l’uso di alcune canzoni della band per la serie tv biografica Pistol, sul leggendario gruppo punk inglese.
Secondo l’Associated Press, Jones e Cook hanno citato Rotten perché nel 1988 la band aveva fatto un accordo per sancire l’uso su alcune canzoni: per usarle bisogna avere la maggioranza del gruppo. Dalla parte di Jones e Cook c’è anche il bassista Glen Matlock e le volontà del compianto Sid Vicious. Ma Rotten, oltre a non voler dare il suo consenso per le canzoni, non vede la serie di buon occhio in quanto nessuno gli ha chiesto di partecipare, o quanto meno di dare il suo contributo, invece viene messo da questa sotto cattiva luce. Lo scorso aprile aveva reagito ai primi scatti pubblicitari di Pistol dicendo che era la merda più irrispettosa che abbia mai dovuto sopportare. Sono andati anche ad assumere un attore per interpretare il suo personaggio.

Pistol è una serie prodotta dalla The Sunday Times, creata da Craig Pearce e scritta da Pearce e Frank Cottrell Boyce.

I Sex Pistols sono stati un gruppo punk rock britannico, fra i più influenti della storia e grande icona della prima ondata punk. La band, originariamente composta dal cantante Johnny Rotten, dal chitarrista Steve Jones, dal batterista Paul Cook e dal bassista Glen Matlock, poi sostituito da Sid Vicious, fu fondata nel 1975, a Londra. Anche se la loro carriera durò solo tre anni, includendo quattro singoli discografici e un album in studio, i Sex Pistols vennero descritti dalla BBC come la sola punk rock band inglese. Il gruppo è spesso indicato come il fondatore del movimento punk britannico e il creatore del primo divario generazionale con il rock ‘n’ roll. I Sex Pistols emersero come risposta a generi musicali eccessivi, come il rock progressivo e le produzioni pop della metà degli anni settanta. Il gruppo creò molte controversie durante la sua breve carriera, attirando varie controversie in Gran Bretagna, le quali ebbero la precedenza sulla loro musica. I loro show e i loro tour erano ripetutamente ostacolati dalle autorità, e le loro apparizioni pubbliche spesso finivano disastrosamente. Il singolo del 1977 “God Save the Queen“, pubblicato appositamente durante il giubileo d’argento della regina d’Inghilterra, fu considerato un attacco alla monarchia e al nazionalismo degli inglesi. Johnny Rotten lasciò il gruppo nel 1978, durante un turbolento tour negli Stati Uniti; il trio rimasto continuò fino alla fine dell’anno, ma si sciolse all’inizio del 1979. Con Lydon il gruppo organizzò un concerto nel 1996 per il Filthy Lucre Tour (Tour a scopo di lucro, traducibile anche in Tour per il lurido guadagno), senza Sid Vicious, morto di overdose da eroina nel 1979 a soli 21 anni.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.