22 luglio 1960 - nasce Jon OlivaNews 

Jon Oliva: colpito da un ictus e in arrivo un nuovo live album

Jon Oliva, il famoso cantante, compositore, polistrumentista, nonchè tastierista dei Savatage, ha rivelato di essere stato colpito da un ictus lo scorso Aprile. lui stesso l’ha scritto nelle ultime ore sulla sua pagina facebook.

Di seguito le parole di Jon Oliva:

“Cari amici, so di essere stato in disparte per un po’ di tempo, quindi penso sia il momento di aggiornarvi.
Come forse alcuni di voi sanno, sono stato colpito da ictus lo scorso aprile. Non era così grave come avrebbe potuto essere, ma mi ha lasciato alcune sfide nel recupero fisico; le sedute di fisioterapia e riabilitazione mi sono sempre servite e ora sono nuovamente in grado di poter scrivere nuova musica. Inutile dire che un tale problema di salute è stato traumatico e una vera e propria epifania per me… oh yeah!
Ho vissuto uno stile di vita rock ‘n’ roll dall’età di 18 anni e non mi pento della vita che ho fatto, ma arriva un momento in cui bisogna fare un passo indietro e fare qualche virata sulle proprie decisioni.
Quindi con un approccio più fresco e energico alla mia vita, posso ora concentrarmi sulla pubblicazione di un doppio album di nuova musica sotto monicker Oliva, musica che verrà registrata e pubblicata molto presto. Ho messo insieme una collezione di brani negli ultimi anni che i fan di Savatage, TSO, Jon Oliva’s Pain e Dr. Butcher apprezzeranno sicuramente. Penso sia il mio lavoro migliore e includerà tutte le varie influenze provenienti dalla mia storia musicale. Prometto che non vi deluderò.
A tutti i miei fan: grazie per tutto l’amore e supporto durante questi anni insieme. Il desiderio da parte vostra per la mia musica, mi aiuta a riempire l’anima e supporta il mio amore per creare la mia musica.
Dio vi benedica tutti, indipendentemente da chi o cosa sia quel Dio.
Presto maggiori dettagli. Pace e amore a tutti.
Jon “The Mountain King” Oliva

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.