Sanctuary - Iced Earth - Kill Ritual - World Tour 2018 - PromoNews 

Sanctuary: il tour negli USA continua con il cantante Joseph Michael

Joseph Michael dei Witherfall, sarà colui che farà le veci di Warrel Dane dietro il microfono con i Sanctuary nel tour attualmente in corso negli Stati Uniti con gli Iced Earth. Il tour andrà avanti in segno di rispetto e omaggio nei confronti del musicista scomparso il 13 Dicembre scorso.

Di seguito il commento del chitarrista Lenny Rutledge:

“I Sanctuary hanno deciso di continuare il tour con gli Iced Earth per offrire un tributo al nostro fratello Warrel Dane. Abbiamo chiesto aiuto al nostro amico Joseph Michael dei Witherfall. La setlist comprenderà canzoni vecchie e nuove eseguite con il massimo rispetto e qualità per onorare il nostro amico. Per favore, unitevi a noi in questo addio, per celebrare insieme l’eredità musicale di Warrel. Non vediamo l’ora di condividere questo omaggio con tutti voi”.

I Sanctuary sono un gruppo power/speed metal statunitense, formatosi a Seattle nel 1985. Scoperta da Dave Mustaine dei Megadeth, la band arriva al suo debutto, “Refuge Denied“, nel 1988, uscito per l’etichetta CBS/Epic Records e prodotto dallo stesso Dave Mustaine. Il seguito di quell’opera, “Into the Mirror Black“, considerato uno dei dischi più belli e sottovalutati del genere, sarà anche l’ultimo album della band con il nome Sanctuary. L’entrata in formazione del talentuoso chitarrista Jeff Loomis e le pressioni dell’etichetta discografica, che volevano produrre con il gruppo materiale grunge, infatti, porteranno il gruppo a cambiare nome in Nevermore e a dare vita a una propria discografia.
Nel 2010 Warrel Dane ha annunciato la riunione dei Sanctuary. Per l’occasione la Iron Bird, etichetta sussidiaria della Cherry Red, ha pubblicato una raccolta contenente le ristampe dei primi due album del gruppo. Nel 2014 viene pubblicato il terzo album “The Year the Sun Died” per la Century Media ed è stato eletto “album del mese” dalla rivista tedesca Rock Hard.
La registrazione del disco è avvenuta presso i Soundhouse Studios di Seattle e i Metalcamp Studios di North Bend e la produzione è stata affidata a Chris “Zeuss” Harris. La copertina è ad opera di Travis Smith, che aveva già collaborato con i Nevermore, oltre ad essere noto per le sue illustrazioni di molti altri album metal.
Con questa uscita il gruppo di Seattle si cimenta per la prima volta nella realizzazione di un concept album, incentrato sugli eventi dell’anno in cui il Sole morì (dall’inglese “the year the sun died“). La trama si sviluppa sulla predizione riguardante lo spegnimento del Sole, espressa dalla profetessa Lenore, e sulle ripercussioni da essa generate sul comportamento umano. I testi riportati sul libretto del CD sono tutti preceduti da brevi annotazioni che spiegano l’evolversi delle vicende. Per la canzone “Frozen” è stato girato un video interamente ambientato in uno stabilimento minerario abbandonato, situato ad Essen in Germania.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment