Corey TaylorNews 

Slipknot: la nuova maschera di Corey Taylor

La nuova maschera di Corey Taylor è stata svelata dallo stesso frontman degli Slipknot che ha infatti mostrato ai fan, tramite un post sulla propria pagina Instagram ufficiale e che indosserà durante il prossimo tour della band, seguito dalla didascalia “Soon… #thenewface, #2019, #wanyk“. Lo scorso ottobre, gli Slipknot hanno pubblicato il nuovo singolo, “All Out Life“, nonché traccia contenuta sul nuovo album della band presto

Taylor considera da sempre l’utilizzo di una maschera come parte fondamentale per rappresentare l’essenza di quello specifico album

Di seguito il commento di Corey Taylor:

“Questa band si evolve ad ogni album, ed è logico pensare che le nostre maschere non riflettano mai le stesse sensazioni. Non è qualcosa di cui discutiamo in gruppo. La maschera rappresenta davvero qualcosa che rappresentino il nostro modo di vedere il monto in quel periodo”.

Gli Slipknot sono un gruppo nu metal statunitense, formatosi a Des Moines (Iowa) nel 1995.
Il gruppo si distingue in particolare per la propria immagine: durante le apparizioni ufficiali del gruppo, i componenti si presentano con il volto coperto da maschere horror. Ad esempio, la maschera dell’ex bassista Paul Gray era ispirata a quella di Hannibal Lecter del film “Il silenzio degli innocenti“, quella del chitarrista Mick Thomson al serial killer Jason Voorhees nella serie di film “Venerdì 13“, e la vecchia maschera del cantante Corey Taylor, indossata per il terzo album “Vol. 3: (The Subliminal Verses)“, a Faccia di cuoio (Leather Face), il serial killer di “Non aprite quella porta“. Inoltre, ciascuno di essi si fa chiamare con un numero da 0 ad 8, impresso anche sulle tute da carcerato che indossano. Le maschere vengono solitamente modificate all’uscita di un nuovo album. Il videoclip di “Before I Forget” è l’unico in cui gli Slipknot appaiono senza maschere (tuttavia i volti si intravedono appena).
Sono ritenuti uno dei gruppi più popolari della scena nu metal, nonostante i componenti non amino essere definiti come tali e si autodefiniscono semplicemente metal. Nella loro musica incorporano inoltre vari sottogeneri del metal classico come il thrash metal, il death metal e il groove metal. Nel 1999 il gruppo incise negli studi Indigo Ranch di Malibù l’omonimo “Slipknot“, prodotto da Robinson (alcune tracce sono rifacimenti di quelle dell’album del 1996). In tre mesi diventò disco di platino negli Stati Uniti. AllMusic elogiò l’album, particolarmente abrasivo e con una forte impronta r

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.