Testament - Featuring Brand - New Atwork - PromoNews 

Testament: le ristampe dei loro classici il 17 Novembre 2017

Le ristampe di cinque album classici dei giganti della thrash Bay Area Testament, saranno pubblicati il 17 novembre su Nuclear Blast: “Live At The Fillmore” (1995), “Demonic” (1997), “The Gathering” (1999) (rimasterizzato da Andy Sneap), “First Strike Still Deadly” (2001), “Live At Eindhoven ’87” (2009).

Di seguito il commento del chitarrista Eric Peterson:

“Sono felicissimo che Nuclear Blast, la migliore etichetta metal della Terra, pubblichi le ristampe dell’era della rinascita dei Testament. “Demonic” e “The Gathering” ci hanno riportato in vita con una furia e una melodia senza compromessi. Senza dimenticare il classico dal vivo del 1987 “Live In Eindhoven” e le registrazioni dei nostri classici “First Strike Still Deadly“. Questi dischi hanno anche un nuovo artwork“.

Di seguito le parole del cantante Chuck Billy:

” Sono più che eccitato all’idea che Nuclear Blast ristampi parte del nostro catalogo, che aveva davvero bisogno di una buona casa. Nuclear Blast ha accolto questi album e aiuterà i Testament ad offrire qualcosa di straordinario ai propri fan”.

L’artwork delle ristampe dei cinque dischi è stato curato da Marcello Vasco (Slayer, Kreator, Hatebreed). Gli album saranno pubblicati in CD digipack e vinile nero, mentre “Demonic“, “The Gathering” e “First Strike Still Deadly” saranno disponibili anche in vinile argento solo sul mailorder Nuclear Blast.

A breve sarà disponibile anche del nuovo merchandise!

I Testament saranno in tour in Europa con gli Annihilator e i compagni di etichetta Death Angel in Europa a partire dall’11 novembre. Due le date italiane: 30 novembre all’Estragon di Bologna e il primo dicembre al Live Club Trezzo Sull’Adda (MI).

I pre-ordini sono attivi qui -> link
Testament sito ufficiale -> link
Testament su facebook -> link

I Testament sono nati a San Francisco (California) nel 1983 inizialmente con il nome di Legacy. La band agli inzi si ispirò molto a Black Sabbath, Motörhead e Judas Priest cimentandosi anche in numerose loro cover. La loro più grande influenza fu comunque quella dei Metallica, arrivando addirittura ad essere considerati, da varie riviste specializzate, come una loro copia. Nei loro primi quattro lavori i Testament si ispirarono molto a dischi come “Kill ‘Em All“, “Ride the Lightning” o “Master of Puppets“. La proposta musicale dei loro primi dischi però non risulta per nulla scontata o semplicistica, grazie anche al modo originale in cui sono state curate le sezioni ritmiche e le parti soliste, segno della diligenza della band in fase compositiva e di arrangiamento. Non in grado di restare al passo con i tempi, i Testament, nei primi anni ’90, scomparirono rapidamente dalle scene, ma rimasero comunque molto attivi all’interno del metal underground. A loro volta i Testament ispirarono anche moltissimi gruppi musicali a venire tra cui Machine Head, Morbid Angel, Fight, Exhorder, Unholy, Age of Ruin, Bullet for My Valentine e Decadence.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.