MortiisNews 

Mortiis in Italia: tre date live a Marzo 2021

Mortiis in Italia; A settembre e ottobre 2020, l’indiscusso inventore del dungeon synth sarebbe dovuto tornare sul palco con nientemeno che i giganti del black metal Mayhem ma a causa dell’attuale situazione del covid-19, il tour europeo, che includerà oltre quindici diversi paesi europei è stato posticipato al 2021. Mortiis ha pubblicato all’inizio dell’anno il suo ultimo album “Spirit Of Rebellion“, continuazione ideale del classico dell’Era I del 1994 Era I “Ånden som Gjorde Opprør“, su Omnipresence Productions / Dead Seed Productions.

Di seguito il commento di Mortiis:

“Non dovrebbe essere una sorpresa, il mio tour autunnale in Europa con i Mayhem, è stato rimandato a marzo-aprile 2021, ovviamente a causa del Covid-19 e a tutti i lockdown e le restrizioni che ha portato con sé. Nel frattempo, state al sicuro e seguite le regole del vostro dipartimento della salute e speriamo di poter tornare tutti in tour e di poterci incontrare l’anno prossimo!”.

Mortiis – Le date italiane:

Giovedi 18.03.2021 IT – Bari, Demode club

Venerdi 19.03.2020 IT – Rome, Orion Club

Sabato 20.03.2021 IT – Parma, Campus Industry

Havard Elefsen, vero nome di Mortiis ex Emperor, in Norvegia nel 1999 fa nascere il progetto Mortiis che conosciamo adesso. Håvard decide di trasformare il suo progetto solista in una band e di cambiare anche le sonorità, nettamente diverse dai primi lavori; passa quindi dalla dark ambient a un industrial rock che suona come un connubio fra Combichrist, Suicide Commando e Nine Inch Nails con qualche influenza Elettro-pop. In questi anni il musicista collabora con nomi importanti come la cantante inglese Sarah Jezebel Deva (ai tempi con i Cradle Of Filth) e il chitarrista Anglo-Svedese Christopher Amott ed assume nella formazione diversi membri dei Lost In Time. A contribuire all’intrigante aspetto musicale si aggiunge anche un look molto particolare che si distacca completamente dall’abbigliamento da Blackster che Mortiis aveva ai tempi degli Emperor: trasforma i suoi capelli lisci in lunghi Dreadlocks e comincia a portare una maschera da folletto durante i concerti che subirà diverse modifiche. Il suo intrigante look lo ha fatto definire da molti (sicuramente in maniera scherzosa) come un troll, un goblin o un elfo.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.