12 novembre 1945 - nasce Neil YoungNews 

Neil Young: nega il permesso di usare la propria musica a Donald Trump

Nei Young, in un lungo comunicato su Facebook ha fatto sapere che anche lui, come il chitarrista Brian May, nega la propria musica a Donald Trump e questa volta oltre alle parole ha aggiunto anche un video in cui, live sul palco, si pronuncia abbastanza esplicitamente: “Fuck You, Donald Trump!“.

La controversia è iniziata quando lo stesso Young ha scoperto che Donald Trump aveva acquisito la licenza per utilizzare la sua canzone “Rockin in the free world” ma che, al contrario di quanto dichiarato, la canzone sarebbe stata usata all’interno della campagna elettorale e così il suo staff aveva subito chiesto al candidato di non utilizzarla più.

Di seguito il commento del cantautore inglese:

“Abbiamo subito chiamato il suo ufficio e gli abbiamo chiesto di smetterla. Pensavamo l’avesse fatto, ma così non è stato. Gli artisti che lasciano usare le loro canzoni durante una campagna elettorale danno il loro implicito consenso a tale campagna e questo non è il mio caso.
Quando gli ho chiesto di smettere Trump ha iniziato con gli insulti e ha fatto circolare una foto, di noi insieme, fuorviante: era stata scattata molto tempo prima che si candidasse e io cercavo investitori per la mia compagnia musicale Pono”.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.