Jack Russell's Great WhiteNews 

Jack Russell’s Great White: il nuovo album “Once Acoustically Bitten” il 14 Luglio 2017

Once Acoustically Bitten” è il nuovo album in acustico di Jack Russell’s Great White in uscita il 14 luglio prossimo. La nuova release serve a festeggiare il 30° anniversario dell’album “Once Bitten” in maniera speciale, ovvero un tributo in chiave acustica del loro maggiore successo commerciale “Once Bitten“. La band inizierà anche un tour negli Stati Uniti a breve durante il quale eseguiranno brani dall’album “Once Bitten“.

Di seguito il commento del cantante Jack Russell:

“”Once Bitten“, dal mio punto di vista, è l’album che ha permesso alla band di occupare lo spazio musicale che da sempre è stato suo. Il nostro primo album era in un certo senso simile ai Judas Priest; il secondo era pieno zeppo di tastiere. “Once Bitten” ha centrato il bersaglio e sapevamo che quel sound era il nostro marchio di fabbrica. Questo nuovo album acustico è un omaggio a trent’anni di musica, in particolare, al nostro primo album di platino. Dopo trent’anni siamo ancora qui e siamo ancora capaci cantare e suonare per i nostri fan. E’ incredibile!”.

I Great White si formarono dalle ceneri dei Dante Fox di Los Angeles. Questo gruppo era composto dal cantante Jack Russell, il chitarrista Mark Kendall, il bassista Don Costa ed il batterista Tony Richards. Nel 1982 Richards raggiunse gli W.A.S.P. assieme a Don Costa, il quale militò nella band di Ozzy Osbourne durante lo stesso anno, a sostituzione di Rudy Sarzo. Ricollocati a Huntington Beach, i membri restanti dei Dante Fox, Jack Russell e Mark Kendall, diedero vita ai Great White arruolando il bassista Lorne Black ed il batterista Gary Holland (ex-Dokken). Quest’ultimo aveva inoltre militato nei Circus Circus, una prima incarnazione dei futuri W.A.S.P.. I Great White vennero subito notati dal manager Alan Niven, e l’anno successivo debuttarono con l’EP “Out of the Night” prodotto da Michael Wagener e Don Dokken (voce dei Dokken). Il primo contribuì alla composizione di alcuni brani, mentre il secondo partecipò all’album in qualità di corista. L’anno successivo venne alla luce il vero e proprio full-lenght omonimo per la EMI. Subito dopo la band partì in tour facendo da opening act ai Whitesnake nel Regno Unito e ai Judas Priest in Nord America. Il disco tuttavia non ebbe particolari riscontri e fallì nelle vendite, così la EMI perse interesse per il gruppo e ne sciolse il contratto. Dal 1984 il batterista Gary Holland abbandonò la band sostituito da Audie Desbrow. Holland in seguito entrò nei Romeo assieme all’ex bassista degli Steeler, Greg Chaisson e Michael Britton alla voce. Questa band poi si evolse nei Britton, che vedevano dietro le sei corde l’ex chitarrista degli Hellion, Chet Thompson. Holland riemergerà in seguito negli storici Blue Cheer. Dopo altri cambi nella formazione, Jack Russell costretto a pesanti interventi chirurgici alla schiena dopo una caduta nel bagno di casa sua, dopo essersi ripreso, dà vita a una nuova formazione dei Jack Russell’s Great White, a cui si unisce anche il bassista storico Tony Montana nel luglio 2013.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.