Pete ShelleyNews 

Buzzcocks: morto il cantate Pete Shelley

Pete Shelley, la leggenda del punk, è deceduto il 6 dicembre all’età di 63 anni a causa di un attacco cardiaco. Il fondatore dei Buzzcocks si trovava nella sua abitazione in Estonia, secondo quanto riferito dal suo manager alla BBC.

Di seguito le parole del fratello di Pete Shelley:

“Questa è la cosa più difficile che abbia mai dovuto fare, vi dico che mio fratello Pete Shelley ha avuto un infarto questa mattina ed è morto”.

Peter Shelly, nome d’arte di Peter McNeish è stato il fondatore e leader del gruppo punk inglese Buzzcocks. Successivamente si è dedicato alla carriera solista. La band si formò a Manchester nel 1975 e riconosciute come una delle formazioni più importanti della scena Punk della fine degli anni settanta, e ritenuti degli innovatori del genere poiché ne furono fra i fondatori insieme ai Ramones. I loro testi affrontavano tematiche ancora tabù per l’epoca come il sesso e le droghe, allontanandosi dalle tematiche più strettamente politiche che caratterizzarono altre formazioni del periodo come Clash e Sex Pistols. La band è particolarmente nota per alcuni singoli come “Ever Fallen in Love?“, fra i loro brani più noti e più volte riproposto come cover da altre band. Il nome deriva dallo slang di Manchester, in particolare dalla parola cock (che significa “giovanotto”) e dall’uso in un serial televisivo degli anni settanta Rock Follies, il cui tormentone era la frase “that’s the buzz, cocks” (lett. questo è la voce che gira, ragazzi).

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.