Sepultura - Machine Messiah - Album CoverNews 

Sepultura: il nuovo brano “Phantom Self”

Phantom Self” è il nuovo brano dei Sepultura disponibile online. La traccia è presente nel loro nuovo album, intitolato “Machine Messiah“, in uscita il prossimo 13 gennaio per Nuclear Blast.
Il nuovo album è stato ispirato dalla progressiva robotizzazione della società odierna, è stato prodotto da Jens Bogren (Soilwork, Opeth, Katatonia, Amon Aamarth) ai Fascination Street Studios di Örebro, in Svezia, mentre l’artwork è opera dell’artista Camille Della Rosa.

Ascolta qui il brano “Phantom Self

https://www.youtube.com/watch?v=-klXeWgpkSM

Questa sarà la tracklist di “Machine Messiah”:

01. Machine Messiah
02. I Am The Enemy
03. Phantom Self
04. Alethea
05. Iceberg Dances
06. Sworn Oath
07. Resistant Parasites
08. Silent Violence
09. Vandals Nest
10. Cyber God

I Sepultura, formatosi a Belo Horizonte nel 1984 dai due fratelli, i giovani Max ed Igor Cavalera. Sono considerati una delle maggiori band esponenti del metal estremo, che, sapendo spaziare tra i diversi generi, partendo inizialmente da un thrash metal primitivo degli esordi che ha incorporato altre forme quali il death, l’alternative metal e, in tempi successivi, il groove, hanno così creato uno stile sempre più variegato e creativo. Il loro nome vuol dire “tomba” in portoghese, e fu scelto dal fondatore ed ex-frontman Max Cavalera mentre traduceva la canzone dei Motörhead, “Dancing On Your Grave“. La loro prima uscita discografica, “Bestial Devastation“, fu uno split-LP con i conterranei Overdose (la cui “metà” era intitolata “Século XX“), che fu seguito immediatamente da un tour brasiliano. L’uscita seguente “Morbid Visions” (1986), contenente classici come “Troops Of Doom“, “Show Me The Wrath” e “Mayhem“, fece subito notare ad un pubblico più esteso le potenzialità di questa band emergente.
Con gli album “Beneath the Remains” e “Arise“, pubblicati rispettivamente nel 1989 e nel 1991, la band raggiunse il suo apice compositivo. Sarà invece l’album “Roots“, edito dalla Roadrunner Records nel 1996 ad avere il maggior successo commerciale raggiungendo anche la posizione numero 27 nella classifica Billboard 200. Nel 1997 il primo cantante, Max Cavalera, uscì dal gruppo provocando il temporaneo scioglimento della band riunitasi poi un anno dopo, nel 1998, con alla voce Derrick Green. Nel 2013 la band ha pubblicato il suo tredicesimo album in studio intitolato “The Mediator Between Head and Hands Must Be the Heart“.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.