Phil Campbell And The Bastard Sons - Italy Tour 2018 - PromoNews 

Phil Campbell & The Bastard Sons in Italia: tre date live a Marzo 2018

Phil Campbell & The Bastard Sons in Italia; Dopo la trionfale esibizione tenuta la scorsa estate alla Festa Bikers di Cologno al Serio torna finalmente in Italia Phil Campbell, il leggendario chitarrista dei Motörhead, insieme ai suoi Bastard Sons. L’artista ed i “suoi” terranno tre spettacoli lungo tutta la penisola in seguito alla pubblicazione di “The Age of Absurdity“, album che vedrà la luce il prossimo Gennaio via Nucleart Blast. La Band promette tre spettacoli mozzafiato con una grande componente classica ed old style, oltre ai grandi classici dei Motörhead.

Phil Campbell & The Bastard Sons in Italia – I Dettagli:

Venerdì 16 Marzo 2018 Jailbreak – Roma
Sabato 17 Marzo 2018 Dagda – Retorbido (PV)
Domenica 18 Marzo 2018 Revolver – San Donà di Piave (VE)

Conosciuto anche come “Wizzö“, Campbell è nato in Pontypridd, Galles, da madre italiana e padre gallese; ha iniziato a suonare la chitarra all’età di 10 anni, ispirato da musicisti come Jimi Hendrix, Black Sabbath, Jimmy Page, Michael Schenker e Todd Rundgren; all’età di 13 anni suonava in modo semi-professionale in una band cabaret nel sud del Galles. Contando, nei suoi primi anni, su chitarre poco costose, ha comprato nel 1973 la sua prima Gibson Les Paul, che, seguendo il destino di molte altre chitarre, è stata in seguito rubata. Nel 1979, forma il gruppo heavy rock, Persian Risk, suonando i singoli “Calling For You” nel 1981 e “Ridin’ High” nel 1983. Nel 1984 entra a far parte, dopo la dipartita di Brian Robertson, dei Motörhead; Lemmy aveva infatti svolto delle audizioni per cercare un nuovo chitarrista e la scelta cadde alla fine su due pretendenti, anche se Kilmister aveva inizialmente deciso di prenderne uno solo, Phil Campbell e Michael Burston. Il 15 settembre dello stesso anno uscì una delle raccolte più famose del gruppo, “No Remorse“, e da allora, dopo un tour mondiale con la band, Phil è rimasto un membro costante dei Motörhead, nonostante i numerosi cambi di formazione, fino a diventare il componente con la permanenza più lunga nella band a fianco di Lemmy.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.