Shinedown - Planet Zero - Album CoverNews 

Shinedown: il nuovo album “Planet Zero” in uscita l’1 Luglio 2022

Planet Zero” è il settimo album in studio che la rock band multi-platino Shinedown pubblicherà il prossimo 1 luglio su etichetta Atlantic Records. “Planet Zero” volge uno sguardo ai problemi da affrontare: la cultura che si sta impoverendo, gli effetti corrosivi dei social media sulla salute mentale e la società e la divisione sempre più tossica tra coloro che hanno ideologie diverse. Caratterizzato dal suono esplosivo degli Shinedown, il primo singolo pubblicato “Planet Zero” mette in evidenza le pericolose conseguenze che ci saranno quando tutto andrà troppo oltre e cominceremo a non avere più rispetto per coloro che hanno opinioni diverse dalla nostra e compassione per gli altri.

Questa è la tracklist di “Planet Zero”:

1.2184
2.No Sleep Tonight
3.Planet Zero
4.Welcome
5.Dysfunctional You
6.Dead Don’t Die
7.Standardized Experiences
8.America Burning
9.Do Not Panic
10.A Symptom Of Being Human
11.Hope
12.A More Utopian Future
13.Clueless And Dramatic
14.Sure Is Fun
15.Daylight
16.This Is A Warning
17.The Saints Of Violence And Innuendo
18.Army Of The Underappreciated
19.Delete
20.What You Wanted

Gli Shinedown sono un’alternative rock band formatasi a Jacksonville in Florida all’inizio del 2001.
Le loro influenze musicali spaziano da Lynyrd Skynyrd (hanno fatto una reinterpretazione di “Simple Man“) ai Pantera (nei concerti dedicano spesso “Simple Man” a Dimebag Darrell) e gruppi come Alice in Chains, Soundgarden e altri. Nei loro dischi si ritrovano sia tracce di rock classico e tipicamente southern che di rock moderno. Hanno venduto oltre 8 milioni di album in tutto il mondo. “Leave a Whisper“, l’album di debutto del gruppo, venne pubblicato il 15 giugno del 2004. Conteneva i brani “Fly from the Inside“, “Burning Bright“, “45” e la cover di “Simple Man” dei Lynyrd Skynyrd. Il 18 settembre 2015 esce l’album “Threat to Survival“. Dall’album sono stati estratti quattro singoli: “Cut the Cord“, pubblicato in contemporanea con l’album, “State of My Head“, “Asking for It” e “How Did You Love“; quest’ultimo è stato pubblicato anche in versione remix, acustica e una versione con voce e accompagnamento di pianoforte.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.