Dark Quarterer - Pompei - Album CoverNews 

Dark Quarterer: il nuovo album “Pompei” uscirà il 6 Novembre 2020

Pompei” è il nuovo album che la storica epic metal band italiana Dark Quarterer pubblicherà il 6 novembre per Cruz Del Sur Music. La release, che sarà disponibile nei formati CD e vinile, è stata registrata tra gennaio e febbraio 2020 negli studi della band, i W.R.S. di Piombino. Voci e tastiere sono state registrate sotto al guida dell’ingegnere del suono Andrea Ramacciotti. Alex Marton dei First Line Studio di Follonica si è occupato del mastering. La copertina è stata disegnata da Paolo Girardi.

Questa è la tracklist di “Pompei”:
01. Vesuvius (09:23)
02. Welcome to the Day of Death (06:38)
03. Panic (08:39)
04. Plinius the Elder (07:58)
05. Gladiator (06:24)
06. Forever (08:01)

I Dark Quarterer sono originari di Piombino, considerati tra i padri fondatori dell’epic/progressive metal italiano. Il gruppo originario si formò nel 1974 come cover band con il nome Omega Erre. Su suggerimento di Duccio Marchi, Fulberto Serena cominciò a sperimentare sonorità classiche (ispirandosi per esempio a Johann Sebastian Bach), con arpeggi e riff quasi esclusivamente in chiavi minori con lo scopo di dare un tono ‘scuro’ alla propria musica. Da qui il nome Dark Quarterer, riprendendo il termine ‘Quarterer‘ in inglese arcaico ‘macellaio’, ‘squartatore’ quindi ‘squartatore delle tenebre’. Il logo che identifica i Dark Quarterer invece fu il risultato di un’idea più generale del gruppo ed appare fin dal primo disco. Brani originali andarono a comporre il primo album omonimo pubblicato inizialmente dalla toscana Label Service. All’epoca Claudio Cubito, in un numero di Rockerilla del 1987, parlò di una fusione tra epico e progressivo, definendo l’album come uno dei fondatori di un nuovo genere musicale. L’album però peccava dal punto di vista della produzione, e fu proprio criticando la produzione che la rivista inglese Kerrang lo stroncò.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.