Pearl Jam - Gigaton - Album CoverNews 

Pearl Jam: il nuovo video “Retrograde” feat. Greta Thunberg

Retrograde” è il nuovo videoclip ufficiale dei Pearl Jam disponibile online. La traccia si trova nel loro ultimo album “Gigaton“, pubblicato il 27 Marzo scorso. Il video, nel quale figura l’attivista svedese Greta Thunberg, è stato diretto da Josh Wakely.

Guarda qui il video di “Retrograde

Questa è la tracklist di “Gigaton”:

01. Who Ever Said
02. Superblood Wolfmoon
03. Dance Of The Clairvoyants
04. Quick Escape
05. Alright
06. Seven O’Clock
07. Never Destination
08. Take The Long Way
09. Buckle Up
10. Come Then Goes
11. Retrograde
12. River Cross

I Pearl Jam sono stati tra i gruppi più famosi e di successo degli anni novanta: in carriera hanno venduto oltre 60 milioni di copie di cui 30 milioni soltanto negli Stati Uniti. Nonostante il loro stile differisca molto da gruppi quali i Nirvana e gli Alice in Chains, caratterizzati rispettivamente da profonde influenze punk e metal, hanno creato una di quelle che sono considerate le tre vie del grunge, insieme alle due precedenti, più affine al rock classico degli anni settanta. Secondo la rivista Rolling Stone, il gruppo spese la maggior parte degli anni novanta ad allontanare la propria fama per via del loro atteggiamento anti-commerciale. Tuttora in piena attività, il gruppo raccoglie consensi di critica e di pubblico, continuando a influenzare numerosi gruppi rock contemporanei. I Pearl Jam hanno sempre mostrato un affetto particolare per l’Italia. Eddie Vedder, infatti, si sposò per la prima volta a Roma, in Campidoglio nel 1994. Nel 2017 sono stati inseriti nella Rock and Roll Hall of Fame, il primo anno in cui il gruppo era eleggibile. Paragonati alle altre band grunge dei primi anni novanta, lo stile dei Pearl Jam è visibilmente meno heavy e più vicino al rock classico degli anni settanta. Il gruppo ha citato come principali band e cantanti che hanno influenzato il loro sound i Ramones, gli Who e Neil Young. Il successo dei Pearl Jam è stato attribuito proprio al loro sound che fonde i potenti riff del rock da stadio degli anni settanta con la durezza e la rabbia del post punk degli anni ottanta, senza mai trascurare melodie e cori.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.