News 

Brian Johnson (AC/DC): risolto i problemi all’udito

Risolto i problemi all’udito per il cantante degli AC/DC Brian Johnson, che in una recente intervista rilasciata a Rolling Stone ha spiegato come grazie ad un apparecchio sperimentale è riuscito a guarire.

Di seguito le parole di Brian Johnson:

“Era terribile. Non sentivo il tono delle chitarre e per cantare mi basavo sulla memoria muscolare e sui movimenti della bocca. Arrivai a un punto che iniziai a farmi problemi per via delle mie performance di fronte ai ragazzi e di fronte al pubblico. Era una cosa paralizzante. Non c’è nulla di peggio che stare sul palco e non sentirsi a proprio agio… Cliff e Angus non volevano che danneggiassi ulteriormente il mio udito. […] La prima volta che vidi quello specialista, portò una cosa che pareva una batteria di una macchina. Gli domandai: “Che cazzo è questa cosa?” e lui rispose: “La riprodurremo in miniatura”. Ci vollero due anni e mezzo. Lui veniva da me una volta al mese ed era una cosa di una noia mortale… con tutti quei fili, schermi dei computer e rumori vari. Però ne è valsa la pena. L’unica cosa che posso dirvi è che questo apparecchio usa le ossa del mio cranio come ricevitore. E’ tutto quello che so dirvi”.

Ricordiamo che gli AC/DC pubblicheranno il nuovo album “PWR/UP” il 13 novembre 2020, mentre il primo singolo “Shot In The Dark” uscirà domani 7 ottobre alle ore 06:00 italiane.

Brian Johnson, prima di entrare nella mitica band nel 1980, a sostituzione dello scomparso Bon Scott, faceva parte dei meno conosciuti Geordie. Brian ha in parte origini italiane: suo padre Alan era un sergente maggiore dell’esercito britannico, mentre sua madre, Ester De Luca, è italiana di Frascati, (provincia di Roma); Johnson ha affermato di aver ereditato il timbro vocale dal padre. Prima di entrare negli AC/DC, Johnson cantava nei Geordie, una glam rock band di Newcastle formata nel 1972. Dopo aver pubblicato diversi singoli, il gruppo si sciolse nel 1978, ma Johnson decise di riformarla nel 1980. Tuttavia, dopo aver firmato qualche contratto, nello stesso anno, venne chiamato ad un’audizione per gli AC/DC. Johnson entrò quindi nella formazione del gruppo il 15 aprile 1980, dopo la morte del precedente cantante Bon Scott avvenuta nel febbraio dello stesso anno. Il ruolo di cantante nel gruppo fu un compito assai impegnativo per Johnson, ma senza ombra di dubbio gli AC/DC ritrovarono immediatamente la strada del successo, come testimoniato dal celebre album “Back in Black“, pubblicato nel 1980 e ricordato come uno dei migliori lavori hard rock di tutti i tempi: il disco arrivò alla prima posizione nel Regno Unito e alla quarta negli Stati Uniti dove restò per mesi nella Top Ten di Billboard; seguì un tour mondiale di grande successo che consacrò Brian degno successore di Bon. Curiosamente nel 1997 Johnson avviò per la prima volta una collaborazione con un gruppo esterno; si trattò della composizione e l’incisione di un brano della band hard & heavy Jackyl dal titolo “Locked and Loaded“, la quale comparve nel loro terzo album “Cut the Crap“.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.