Rush - 2112 40Th - Deluxe Album CoverNews 

Rush “2112 – 40th”: Arriva la ristampa deluxe

Rush2112 – 40th“, così si chiama l’edizione deluxe dell’album, “2112” che festeggia i 40 anni e che contiene molto materiale bonus. Nella ristampa che uscirà il 16 Dicembre infatti, troveremo un’edizione rimasterizzata del CD ed un terzo CD bonus, composto da tracce live, inediti e cover di brani dei Rush eseguite da artisti come Dave Grohl e Taylor Hawkins dei Foo Fighters, Billy Talent e Steven Wilson; completa il tutto un’intervista di 25 minuti con Alex Lifeson e con lo storico produttore Terry Brown. La stessa ristampa uscirà anche su vinile in un box speciale contenente gadget legati all’album, tra cui tre spille raffiguranti i membri dei Rush, la ristampa del biglietto del concerto del 1976 al Massey Hall e molto altro.

I Rush sono un gruppo progressive rock canadese formatosi nel 1968 nella città di Toronto, Ontario, Canada. Il gruppo è composto da Geddy Lee (basso/tastiere/voce) Alex Lifeson (chitarra) e Neil Peart (batteria e testi). Tra il 1968 e il 1974, la band ha subìto alcune trasformazioni, fino ad arrivare alla attuale formazione quando nel luglio 1974 Peart ha sostituito il primo batterista John Rutsey due settimane prima del loro primo tour negli Stati Uniti.
Nel corso degli anni i Rush hanno saputo rinnovare di continuo il loro stile, lasciando che nella loro musica confluissero anche le tendenze musicali del tempo. Il loro album di debutto è stato fortemente influenzato dal blues e dal rock britannico da gruppi rock come Cream, Led Zeppelin e Deep Purple. Nei primi album il loro stile è rimasto sostanzialmente hard rock ma è anche sempre più influenzato da band britanniche di rock progressivo. Questa fusione di hard rock e progressive rock è continuata fino alla fine degli anni settanta. A partire dal 1980, i Rush fondono progressivamente il loro sound con le tendenze di questo periodo, la sperimentazione di new wave, reggae e pop rock. Questo periodo comprende un uso via via sempre più ampio di strumenti quali sintetizzatori, sequencer e percussioni elettroniche, portando il gruppo a realizzare negli anni ottanta brani di rock elettronico. Con l’arrivo degli anni ’90, il suono base dei Rush è ancora intatto, anche se la band ha trasformato ancora una volta il suo stile, influenzandolo con del rock alternativo. Il nuovo millennio li ha visti tornare ad un sound più orientato verso sonorità hard rock e progressive rock, come nei primi album, supportato dalla moderna attrezzatura e spesso utilizzando anche strumenti acustici.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.