Darkest Hour - Beer CoverNews 

Darkest Hour: arriva la birra Savor The Swill

Savor The Swill è la birra dei Darkest Hour. La band ha annunciato l’uscita della loro birra, in onore del loro 20esimo anniversario e della pubblicazione del nono album in studio “Godless Prophets & The Migrant Flora“.
I Darkest Hour hanno infatti collaborato con il birrificio DC Brau Brewing Company per dare vira alla Savor The Swill, una birra in stile Helles lager tedesca che sarà disponibile in edizione limitata a partire dall’11 Febbraio.

Di seguito la dichiarazione del chitarrista Mike Schleibaum:

“E’ da un po’ che beviamo i prodotti del birrificio, ma dopo aver conosciuto meglio anche il suo staff e la comunità che circonda il DC Brau, ci sembra di essere a casa ed è un onore collaborare con loro. La loro devozione al business, alla comunità, ai loro impiegati e alla scena musicale locale sono emersi in maniera chiarissima durante la nostra collaborazione.
Quindi salute! Levate i calici, tazze, bicchieri di plastica, boccali di alluminio o qualunque cosa con cui beviate la vostra birra. Ecco qualcosa che vi darà la giusta carica nel circle pit quando verremo nella vostra città!”.

I Darkest Hour sono un gruppo metalcore con forti influenze melodic death metal nato a Washington D.C. nel 1995.
La band è nata per iniziativa di Mike Schleibaum. Prima di riuscire a fare il primo concerto il 23 settembre 1995 il gruppo subisce numerosi cambi di formazione. Insieme a Schleibaum ci sono John Henry, Matt Maben e Raul Mayorga, il prodotto è un sound più oscuro e lento rispetto a quello melodico attuale ed influenzato da gruppi come Bloodlet e Damnation A.D.. L’EP chiamato “The Misanthrope” viene pubblicato nel 1996 dalla piccola label Death Truck Records, nel 1998 esce un altro EP chiamato “The Prophecy Fulfilled” questa volta per la Art Monk Construction, un’etichetta leggermente più grande della precedente. La band comincia ad evolversi, si sentono influenze svedesi, il sound si rafforza con l’entrata del batterista Ryan Parrish, del bassista Billups Allen e del secondo chitarrista Fred Ziomek. Tutto questo porta al primo full lenght, “The Mark of Judas“, che viene pubblicato nell’estate 2000. A causa del profondo cambiamento, la band tende ad ignorare i primi EP e si riferisce all’album considerandolo la prima release.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.