SaxonNews 

Saxon: derubati durante un concerto in Svezia

Saxon, durante la loro esibizione all’U Rock festival, tenutosi lo scorso 1 Giugno presso la Campus Arena di Umeå in Svezia, sono stati derubati di documenti, telefoni cellulari e portafogli. Il misterioso ladro si è introdotto nei camerini della band e ha prelevato indisturbato la refurtiva, passaporti inclusi: i Saxon hanno subito lanciato un comunicato sulla loro pagina facebook, chiedendo la restituzione per lo meno dei documenti, necessari per poter tornare in Inghilterra. A quanto pare in un post successivo, la band sarebbe riuscita a rientrare a casa, mentre alcuni membri della crew sarebbero rimasti bloccati in Svezia.

Di seguito il commento dela band:

“Non abbiamo avuto fortuna nel ritrovare i telefoni, ma le ricerche sono in corso e la polizia è coinvolta nelle indagini. Abbiamo anche un testimone, per cui speriamo che questa persona venga catturata – specialmente prima che possa colpire ancora!”.

I Saxon sono un gruppo heavy metal proveniente da Barnsley, Yorkshire, in Inghilterra (Regno Unito), fondato nel 1976 da membri dei Son of a Bitch e dei Coast. Tra i gruppi di punta dell’ondata NWOBHM, i Saxon conquistarono il successo con i famosi tre album “Wheels of Steel” (1980), “Strong Arm of the Law” (1980) e “Denim and Leather” (1981) che gli permetteranno di conquistare un posto nella lista dei grandi dell’heavy metal. Dura ancora qualche anno, con l’uscita degli album “Power & the Glory” il più venduto della loro carriera (1983), stesso anno in cui si esibirono come ospiti al Festival di Sanremo, proponendo alla platea dell’Ariston il singolo “Nightmare“. “Crusader” (1984) che vendette 2 milioni di copie e “Innocence Is No Excuse” (1985), per poi esaurirsi bruscamente sul finire del decennio, con un marcato cambio di stile, reso più melodico sulle scie dell’AOR con album come “Rock the Nations” (1986) e “Destiny” (1988), che delusero sia il pubblico che la critica, e soprattutto la EMI, che non volle prolungare il rapporto di lavoro con il gruppo. Il positivo riscontro commerciale segnalò la giovane formazione britannica all’attenzione della casa discografica EMI, la quale approfittò nel 1983 della rescissione del contratto da parte del gruppo britannico con la Carrere Records, con la quale erano stati pubblicati i primi sei album. I Saxon hanno venduto quasi 14 milioni di copie in tutto il mondo e hanno influenzato molte band metal come Metallica e Megadeth.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.