Robert Plant And The Sensational Space Shifters - Live At David Lynch's Festival Of Disruption - DVD CoverNews 

Robert Plant & The Sensational Space Shifters: il live video di “Season’s Song”

Season’s Song” è il nuovo live video ufficiale che i Robert Plant & The Sensational Space Shifters hanno reso disponibile in streaming. La performance del brano è stata ripresa da Ryan Mackfall in occasione del concerto all’O2 Apollo di Manchester dello scorso 30 Novembre. Inoltre la Eagle Rock Entertainment ha annunciato l’uscita del DVD e video digitale “Live At David Lynch’s Festival of Disruption“, che contiene la registrazione integrale del concerto tenuto nell’Ottobre 2016 da Robert Plant e dai Sensational Space Shifters, insieme per la prima volta dal 2012, all’Ace Hotel Theatre di Los Angeles.

Guarda qui il live video di “Season’s Song

https://www.youtube.com/watch?v=Tnwi8e5NxhY

Questa è la tracklist di “Live At David Lynch’s Festival of Disruption”:

01. Poor Howard
02. Turn It Up
03. Black Dog
04. Medley: The Enchanter / Rainbow
05. Babe, I’m Gonna Leave You
06. Little Maggie
07. Medley: Hoochie Coochie Man / Whole Lotta Love / Mona
08. Going To California

Bonus Features:

01. David Lynch on Creativity
02. David Lynch on Meditation
03. David Lynch on Music

Robert Anthony Plant, leggendario cantante dei Led Zeppelin. Nel 1968, contattato da Jimmy Page, entrò a far parte dei nascituri Led Zeppelin nel ruolo di voce solista e autore, contribuendo in maniera determinante alla nascita dell’hard rock e dell’heavy metal, generi di cui il gruppo è comunemente ritenuto iniziatore, e rimanendovi fino allo scioglimento del gruppo, avvenuto nel 1980 a causa della morte del batterista John Bonham. Dal 1982, a dispetto dell’evidente abbassamento del suo timbro vocale, si è dedicato con alterne fortune alla carriera solista, riprendendo e ampliando molti dei temi costituenti la complessa alchimia musicale dei Led Zeppelin come il blues, il folk, la musica araba e le tematiche mitologiche, in particolar modo quelle celtiche. La sua ecletticità nel combinare vari generi musicali, il suo aspetto selvaggio, le pose sfrontate che assumeva sul palco e soprattutto il suo timbro vocale estremo, del tutto inedito per l’epoca, per la sua capacità di assumere sfumature assai delicate o livelli di inaudita aggressività, ne hanno fatto un modello per moltissimi cantanti hard rock e heavy metal che sarebbero venuti.
È stato collocato al 15º posto nella lista dei 100 migliori cantanti secondo Rolling Stone, nel 2009 è stato votato dagli ascoltatori di Planet Radio e dai lettori della rivista NME come greatest voice in Rock. Identico responso ha dato il sondaggio condotto nel 2011 tra i lettori internazionali di Rolling Stone: per il pubblico, Robert Plant è Il più grande cantante solista di tutti i tempi.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.