Mortiis - Spirit Of Rebellion - Album CoverNews 

Mortiis: il nuovo album “Spirit Of Rebellion” in uscita il 24 Gennaio 2020

Spirit Of Rebellion” è il titolo del nuovo album che l’inventore del dungeon synth Mortiis, pubblicherà il 24 Gennaio 2020. Il disco è la continuazione ideale del classico dell’Era 1 “Ånden som Gjorde Opprør“, uscito nel 1994. L’album uscirà su Omnipresence Production / Dead Seed Productions. Online è disponibile il video relativo al brano “Visions of an Ancient Future“, estratto dalla release.

Guarda qui il video di “Visions of an Ancient Future” <(h2>

Di seguito il commento di Mortiis:

“Ho dovuto respingere molti demoni per arrivare a questo punto. Torneranno, torneranno sempre, ma almeno la mia visione non è più offuscata… Quando stavo lavorando per reinterpretare la mia vecchia musica per il festival Cold Meat Industry di Stoccolma, quasi due anni fa, non avevo idea che alla fine avrei creato un (quasi) nuovo disco, né che una sezione di esso sarebbe stata usata per il mio primo video “Dungeon Synth” dal 1996. Ma eccoci qui”.

Spirit Of Rebellion” verrà pubblicato in CD, vinile e digitale. I pre-ordini saranno disponibili su Dead Seed Productions

Havard Elefsen, vero nome di Mortiis ex Emperor, in Norvegia nel 1999 fa nascere il progetto Mortiis che conosciamo adesso. Håvard decide di trasformare il suo progetto solista in una band e di cambiare anche le sonorità, nettamente diverse dai primi lavori; passa quindi dalla dark ambient a un industrial rock che suona come un connubio fra Combichrist, Suicide Commando e Nine Inch Nails con qualche influenza Elettro-pop. In questi anni il musicista collabora con nomi importanti come la cantante inglese Sarah Jezebel Deva (ai tempi con i Cradle Of Filth) e il chitarrista Anglo-Svedese Christopher Amott ed assume nella formazione diversi membri dei Lost In Time. A contribuire all’intrigante aspetto musicale si aggiunge anche un look molto particolare che si distacca completamente dall’abbigliamento da Blackster che Mortiis aveva ai tempi degli Emperor: trasforma i suoi capelli lisci in lunghi Dreadlocks e comincia a portare una maschera da folletto durante i concerti che subirà diverse modifiche. Il suo intrigante look lo ha fatto definire da molti (sicuramente in maniera scherzosa) come un troll, un goblin o un elfo.

Potrebbe Interessarti Anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.