Steve GrimmettNews 

Grim Reaper: Steve Grimmett sul palco dopo l’amputazione della gamba

Steve Grimmett con i suoi Grim Reaper è tornato sul palco per la prima volta dopo l’amputazione parziale della gamba destra. Il cantante ha subito l’intervento nel gennaio scorso, a seguito di un’infezione contratta mentre si trovava in tour in Sud America. Online è disponibile un live video del brano “Fear No Evil” girato dai fan presenti al Bang Your Head!!! festival di Balingen, in Germania, dove si è tenuto il concerto.

Guarda qui il live video di “Fear No Evil

Steve Grimmett ha iniziato la sua carriera con la sua prima band, i Medusa, prima di diventare noto nei Grim Reaper. Grimmett è poi entrato negli Onslaught per un breve periodo, prima di formare i Lionsheart e in tempi più recenti la The Steve Grimmett Band ed i GrimmStine.
Con i Grim Reaper ottenne un grande successo in tutto il mondo con tre album in studio.
Nei mesi di agosto e settembre 2013 Grimmett ha prodotto e registrato per la band britannica grunge-metal, Burnthru, il loro secondo album, “Faithless“. Nel novembre del 2011,
in concomitanza con la loro serie di concerti in Grecia e Cipro, i Grim Reaper hanno pubblicato l’EP live “Live in Europa“, con brani classici della band. Il gruppo è apparso anche come headliners dello British Steel Festival a Londra e co-headliners nei festival Heavy Sound in Belgio nel 2013. Al cantante è stata amputata una gamba nel gennaio 2017, a seguito di un’infezione contratta mentre si trovava in tour in Sud America.

I Grim Reaper sono una band Heavy metal britannica appartenente al filone NWOBHM. Il gruppo si formò nel 1979 a Droitwich, in Inghilterra dal genio di Nick Bowcott. Essi firmarono un contratto discografico con Darryl Jonston della Ebony Records e il loro singolo di esordio fu “See You in Hell“. L’album, il cui disegno di copertina fu realizzato da Garry Sharpe-Young, fu pubblicato nel 1984 e venne distribuito in tutto il mondo dalla RCA Records. I Grim Reaper divennero presto riconoscibili dai virtuosismi con la chitarra di Bowcott e dalla voce urlata (quasi in falsetto) di Steve Grimmett. Il loro tour mondiale di successo incluse alcune date in cui suonarono insieme ai Texxas Jam davanti ad un pubblico di 20.000 persone circa. “Fear No Evil“, l’album successivo, riscosse moderato successo sia in Europa che negli Stati Uniti.
Le battaglie legali con la Ebony ritardarono l’uscita del terzo album della band, “Rock You to Hell” di due anni circa. L’album venne pubblicato direttamente dalla RCA nel 1987, ancora una volta con le copertine realizzate da Garry Sharpe-Young. In questo album è sicuramente più riconoscibile che nei precedenti il sound power metal melodico di transito verso i nuovi thrash metal e speed metal. Neanche la maggior etichetta discografica sul mercato poté salvare i Grim Reaper dalla seconda azione legale della Ebony che segnò l’effettiva morte della band. Il gruppo stava lavorando al quarto album che avrebbe dovuto chiamarsi “Nothing Whatsoever to do with Hell“.
Grimmett iniziò a cantare con gli Onslaught ed i Lionsheart e con loro produsse numerosi album tributo. Bowcott diventò uno scrittore di musica indipendente e successivamente contribuì alla realizzazione di lavori come “Circus” e “Guitar World“. Bowcott lavorò anche insieme alla Marshall U.S.A., nota azienda produttrice di amplificatori.
Il loro video datato 1985, “Fear No Evil“, nel quale il gruppo libera degli schiavi da un uomo lupo venne riutilizzato dai Weezer nel 2005 nel video “We Are All On Drugs“. Molti appartenenti alla Generazione X si ricorderanno di loro perché tra le band preferite dei protagonisti di Beavis and Butt-head, cartone animato americano demenziale prodotto da MTV nel quale spesso i protagonisti guardano video alla televisione.
Nel 2006 Eddie Trunk annunciò su Metal Mania che la band si era riformata.
La formazione originaria dei Grim Reaper (con Nick Bowcott) suonò al festival Keep It True VI edition a Lauda-Königshoffen l’8 aprile 2006.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.