12 marzo 1956 - nasce Steve HarrisNews 

Iron Maiden: Steve Harris gioca a calcio prima dello show a Dallas

Steve Harris gioca a calcio prima dello show del 23 Giugno a Dallas. Il bassista e leader degli Iron Maiden ha stupito alcuni fan presentandosi con tanto di maglia Iron Maiden sul campo, intrattenendosi in una partita con altri giocatori locali. Harris ha trascorso del tempo chiacchierando con i fan, parlando di calcio, concedendo foto e autografi. Intervistato dalla CBS DFW ha rivelato che ormai, quella della partita di calcio prima degli show o nei day off, è diventata una specie di tradizione. Online è disponibile un video.

Guarda qui Steve Harris mentre gioca a calcio:

Stephen Percy Harris, meglio conosciuto come Steve Harris, bassista inglese, e principale compositore della band heavy metal Iron Maiden, da lui stesso fondata nel 1975. Harris e Dave Murray sono gli unici componenti presenti in tutte le produzioni della band. Harris è un tifoso del West Ham. Acquista a 17 anni il suo primo basso, una copia di un Fender Precision Bass per 40 sterline (sostituito poi dal suo famosissimo blue bass che usa tuttora). I suoi miti sono i Jethro Tull, i Black Sabbath, i Wishbone Ash e gli UFO. Nel 1971 comincia a suonare con la sua prima band, gli Influence, passando poi l’anno successivo nei Gypsy’s Kiss, dove comincia a scrivere canzoni, come “Innocent exile” e “Drifter“, che in seguito verranno ereditate dai Maiden nell’album “Killers“. Tra le sue maggiori influenze bassistiche spiccano primo fra tutti Geddy Lee, Phil Lynott, Pete Way, Geezer Butler, John Deacon, Roger Glover, Martin Turner, Mike Rutherford, John Entwistle .
Nel 1974 entra a far parte degli Smiler, nei quali incontra Dennis Wilcock, alla voce, e Doug Sampson, alla batteria, che poi entreranno a far parte della prima formazione degli Iron Maiden. Steve non condivide il loro progetto musicale e decide così di abbandonare il gruppo, intraprendendo il progetto da lui tanto agognato. Nel 1975 nascono gli Iron Maiden, di cui disegnò anche il primo logo della band. Due anni più tardi una casa produttrice propone un contratto alla band, ma Steve rifiuta perché prevedeva sonorità punk e perché il produttore gli chiese di “tagliarsi i capelli”, (per la cronaca, Steve rispose: “Per tagliarsi i capelli bastano 2 minuti, per farli ricrescere così non bastano 2 anni”
Nel 1979 viene registrato il demo autoprodotto “The Soundhouse Tapes“, che porta ad un reale contratto senza vincoli con la EMI. Nel 1980 esce “Iron Maiden“. Le “cavalcate” di Harris sono immediatamente riconoscibili e sono la chiave di lettura fondamentale del songwriting degli Iron Maiden. È ritenuto un grande musicista sia per la tecnica che per i suoi originali giri di basso che emergono in ogni brano. Il suo stile sarà di riferimento per altri bassisti rinomati, come John Myung e Steve DiGiorgio. Gli è stata assegnata esclusivamente in Inghilterra, l’onorificenza britannica di Sir che lo farà entrare a far parte dell’Ordine dell’Impero Britannico. Steve ha una figlia, Lauren Harris, anche lei musicista, che in alcune occasioni fece da spalla agli Iron Maiden suonando canzoni proprie, ma anche cover, ad esempio degli UFO, gruppo che influenzò molto Harris. Il 24 settembre 2012 è uscito, per la EMI Music, il primo album solista di Steve dal titolo “British Lion“. L’album è costituito da dieci tracce scritte da Steve negli anni precedenti durante i tour e le session in studio degli Iron Maiden.

Related posts

Lascia un commento

Il commento è in attesa di approvazione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.